Olio Officina Festival

È possibile la rinascita dell’olivicoltura salentina dopo il dramma Xylella?

Nel corso della decima edizione di Olio Officina Festival, appuntamento giovedì 4 febbraio con alcuni tra i protagonisti più tenaci e determinati nel contrastare l’avanzata del batterio. Ci saranno i ricercatori Donato Boscia e Pierfederico La Notte; e con loro il giornalista del Foglio Luciano Capone. Tutto un focus su una questione irrisolta sulla quale però non si demorde. Di questo e altro ancora leggerete di qui in avanti

Olio Officina

È possibile la rinascita dell’olivicoltura salentina dopo il dramma Xylella?

Giovedi 4 febbraio, nel giorno di apertura di Olio Officina Festival, nel tardo pomeriggio ci sarà un focus dedicato alla Xylella fastidiosa, una tra le più terribili patologie che ha colpito gli olivi e di cui in più occasioni nell’ambito del nostro evento festivaliero abbiamo preso in considerazione. Ancora conserviamo ricordi favolosi della presenza del compianto professor Giovanni Martelli, con la sua preziosa testimonianza davanti a una platea gremita. E noi lo ricorderemo assegnando il Premio Olio Officina-Cultura dell’olio alla memoria.

Lo scorso anno, nel corso della precedente edizione del festival era stato annunciato il tema dell’attuale edizione: L’olivo rinasce – Olive Reborn. Un tema pensato per augurare la rinascita a un settore, quello olivicolo pugliese, gravemente colpito dal batterio che ha compromesso migliaia di ettari e tantissimi olivi. La speranza non deve morire, e perciò il tema era legato a quel desiderio di svolta, facendo leva sulle virtù dell’olivo, pianta rustica che cerca di resistere anche nelle condizioni più avverse e che ogni volta cerca di rigermogliare per un nuovo inizio.

Poi è successo quel che tutti sappiamo: il Covid-19, un dramma che ci riguarda da vicino e che per molti versi  non differisce dal dramma della Xylella che ha colpito gli olivi. Così quel desiderio di rinascita che auspicavamo per i nostri oliveti divenuti cimitero di alberi ormai secchi, in questo contesto riguarda anche noi, ci riguarda da vicino. Ecco allora lo spirito del tema portante della decima edizione di Olio Officina Festival: l’olivo rinasce, perché è tempo di pensare al futuro.

Abbiamo pertanto pensato di riagganciarci al tema della Xylella e di farlo con i protagonisti che hanno fronteggiato per come potevano l’avanzata del batterio. Da qui la presenza di relatori del calibro di Donato Boscia, il responsabile della sezione di Bari dell’Istituto per la Protezione sostenibile delle piante del Cnr, che da poco ha ottenuto un riconoscimento internazionale prestigioso, la menzione al premio internazionale John Maddox “per aver continuato a studiare e informare intorno all'epidemia di Xylella fastidiosa”. E come potevamo venire meno dinanzi a una notizia simile, che ci ha solo preceduto. Infatti in questo 2021 della rinascita il Premio Olio Officina-Cultura dell’olio sarà assegnato oltre che al professor Martelli (alla memoria), anche a Boscia e a un altro ricercatore che ha dato tutto se stesso in questa nobile causa, attraverso una corretta informazione scientifica e l’impegno nel programmare una strategia di contenimento della Xylella.

Insieme con Boscia e La Notte, ci sarà anche il giornalista del quotidiano Il Foglio, Luciano Capone, una figura di primo piano che già il pubblico del nostro festival ha avuto modo di seguire. Prezioso è stato il suo lavoro nell’informare in modo serio tutto ciò che ha riguardato il fenomeno Xylella, come d’altra parte sta ora facendo con l’altro grande dramma che ci riguarda, il Covid-19. Fronteggiare le numerose disinformazioni è una nota di merito che giustamente va premiata, perché anche a Capone sarà assegnato il medesimo premio. Con loro si ripercorrerà quanto è successo in questi ultimi anni e, soprattutto, si tenterà di capire come volgerà il futuro.

Non mancheranno le attenzioni al tema Xylella, con la presenza della giovane regista Paola Ghislieri, autrice del docufilm The Apocalypse of Salento.

Sempre nella giornata di giovedì 4 febbraio – e ricordiamo che la decima edizione di Olio Officina Festival si svolgerà in versione digitale, ma in presenza per la gran parte dei relatori – ci saranno tra l’altro il professor Giovanni Lercker e l’imprenditore Matteo Frescobaldi, anch’essi tra coloro che riceveranno il Premio Olio Officina – Cultura dell’Olio. Senza trascurare lo scrittore Omar Di Monopoli, che è anche autore della illustrazione della cartolina della decima edizione del festival, il quale anch’egli riceverà il Premio Olio Officina. Di questo e altro leggerete su Olio Officina Magazine. A breve sarà pubblicato nel dettaglio l’intero programma. Seguiteci.

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter