Culture

“Nevicava sangue”, il gotico rurale di Eraldo Baldini scava nella storia

Libri per l’estate 2023. Un romanzo storico. Siamo nel 1811. Il protagonista, il contadino Francesco Mambelli, è un giovane vedovo che accetta per necessità di sostituire il figlio del suo padrone, reclutato dall’esercito di Napoleone per la campagna di Russia. In quella terra gelida e desolata, distante migliaia di chilometri da casa, maturerà un nuovo senso di rivalsa contro le ingiustizie che ha dovuto subire

Olio Officina

Vicissitudini e disavventure per amore della bella lingua

Chi scrive vanta un rapporto di intima amicizia con Antonio Saltini, studioso delle scienze della natura, scoperte e applicazioni cui ha dedicato l’opera più impegnativa della biblioteca composta nella vita, e appassionato amante della lingua italiana, della quale ha sperimentato l’impiego nelle espressioni molteplici in cui i devoti dell’italica favella si sono, nei secoli, cimentati, dall’argomentazione filosofica all’indagine storica

Esse


La democrazia deve essere ideale, ma con un’accortezza

Libri per l'estate 2023. “L’esperienza storica insegna che a ideali smisurati corrispondono sempre catastrofi pratiche” afferma Giovanni Sartori, autore del volume Democrazia edito da Treccani, e suggerisce che il significato, per come lo intendiamo noi moderni, è un’abbreviazione che sta per “liberal-democrazia”. Per poterne comprendere il senso totale, propone di separarne tre aspetti

Alfonso Pascale


La grande storia umana e letteraria di Giuseppe Pontiggia

A vent’anni dalla scomparsa, riportiamo l’intervista al grande narratore e saggista su un tema alquanto scomodo ma che riguarda tutti, in modo diretto o indiretto: la disabilità. Lo facciamo a partire dal romanzo Nati due volte, con cui l’autore indaga anche se stesso, a partire dalla propria vicenda familiare: “Prendere coscienza del limite significa anche prendere coscienza di se stessi, della propria natura”

Luigi Caricato


Atene piange ma Sparta non ride

Il 23 giugno 2016 una maggioranza risicata di elettori britannici (51,89%) votò per l’uscita del Regno Unito dall’Ue. Molti nazionalisti della destra radicale esultarono. In Italia, Salvini affermò che “era finalmente giunto il momento di riprendere il controllo della nostra sovranità”. Dopo sette anni nessuno più parla della […]

Alfonso Pascale


Sala d’aspetto

Una rapida occhiata gli bastò per accorgersi dello squallore del luogo. Il palazzo era un bel palazzo, signorile, ma quella stanza, adibita a sala d’aspetto, aveva qualcosa di tetro… poi con quella finestra che non si capiva su dove si affacciasse. Sigillata e polverosa. Neppure un po’ di luce che filtrava. C’erano, invece, delle luci al neon, quelle che uniformano tutto e la voce urlata e sgradevole delle pubblicità radiofoniche… «Che posto» pensò il vecchio commercialista

Mariapia Frigerio


Un commento a Schopenhauer che ha del confronto serrato e a tratti pugilistico

Libri per l'estate 2023. Sossio Giametta è un pensatore che offre il suo pensiero commentando quello d’altri secondo affinità od opposizione. Ed è così che nel volume da lui curato, Controstoria della filosofia, edito da La nave di Teseo, usa nei confronti di Schopenhauer la stessa mancanza di riguardi che il cosiddetto saggio di Francoforte riservava a idealisti e dame

Marco Lanterna


Un’immagine a tutto tondo di Anacleto Verrecchia nel libro di Dario Stanca

Libri per l'estate 2023. Chi oggi vuole conoscere il celebre filosofo non ha strumento da tasca migliore del volume Meglio un demonio che un cretino, che pilucca gli aforismi più significativi da tutte le sue migliori pubblicazioni. Che un autore scomparso nel 2012 venga oggi tanto amorevolmente quanto sapientemente antologizzato è forse la migliore riprova della bontà delle sue opere, alcune addirittura vecchie di decenni

Marco Lanterna


Iscriviti alle
newsletter

Lo sguardo di Rocco Scotellaro sull’agricoltura

Manca ancora uno studio approfondito della breve esistenza di Rocco Scotellaro e, soprattutto, dell’ultimo periodo. Nei primi mesi del 1950 egli decide di abbandonare la politica attiva e avviare un’attività di studio e ricerca condotta in modo scientifico. Avverte la complessità del clima politico indotto dal nuovo ordine […]

Alfonso Pascale


Il nuovo volto di OOF

Cosa è successo alla rivista in edizione cartacea di Olio Officina? È appena stato pubblicato il numero 16, e, credeteci sulla parola, è cambiato molto – ma veramente molto – rispetto ai numeri precedenti. Cogliamo l’occasione per spiegarvi tutto, punto per punto e in modo accurato

Olio Officina


Il rimpallo delle responsabilità

“È mercoledì. Sono a Cesena”…. Io ci sono col pensiero al disastro e mi rattristo. Maltempo in misura mai vista. In Emilia Romagna ben quattordici fiumi sono straripati, dopo alcuni giorni di pioggia. Oramai accade ovunque a tanti fiumi nel nostro Paese, quando piove in quantità insolite. Ma […]

Daniela Marcheschi


Cosa è lecito sperare

La verità è necessaria per orientarci nel mondo, per poterci muovere. Sui fatti che accadono nel mondo noi abbiamo bisogno di prendere posizione, adottando un criterio di verità. La verità la si ricerca, senza tuttavia possederla mai. Se vogliamo agire con avvedutezza e in modo consapevole, dobbiamo frequentemente […]

Alfonso Pascale


Una ruralità di benessere o di miseria?

Cento anni fa nasceva Rocco Scotellaro. È utile tornare a riflettere seriamente sull’eredità del poeta lucano. Un lascito prezioso, che ancora non si è valutato e compreso appieno. Bisogna, tuttavia, stare attenti a un rischio che Scotellaro ha sempre corso dopo la morte: essere o mitizzato o chiuso […]

Alfonso Pascale


Cosa ci ricorda il 25 aprile

Il 25 aprile è la festa della liberazione dal nazifascismo. È la data simbolo della Resistenza e della fine della guerra in Italia. Una guerra che vede l’Italia dalla parte degli sconfitti. L’aspetto tragico della vicenda è, pertanto, la lotta armata fra gli italiani, una vera e propria […]

Alfonso Pascale