Culture pagina 23 di 86

La stanza

Narrazioni. Maso Gragnani, una vita improntata alla più totale solitudine, non amava le famiglie. Non per nulla era rimasto scapolo. Non sopportava nemmeno le domande che Lucetta, la bambina, regolarmente gli faceva. «Io sono un contadino. E i contadini parlano poco». Il dialogo tra zio e nipote però procedeva. In modo curioso, ognuno seguiva un proprio ragionamento. Ognuno parlava quasi per sé. «Allora non sei cattivo?». «Credi che tuo padre ti avrebbe lasciata da me se pensasse che sono cattivo?… E ora andiamo nella stanza»

Mariapia Frigerio


I dieci libri secondo Tirelli

Un invito alla lettura a partire dalla segnalazione di una lista di titoli utili per inquadrare bene la realtà e il proprio rapporto con il mondo. Iniziamo questo percorso virtuoso con Daniele Tirelli, studioso di beni di consumo, di distribuzione e comunicazione, presidente di Popai Italia, l’Associazione internazionale per lo sviluppo del retail marketing

Olio Officina


Prontuario agricolo per sindaci

Chi vuole favorire l’innovazione nel proprio territorio non può trascurare alcuni elementi fondamentali. Purtroppo, soltanto una metà delle Regioni ha trasferito parte delle funzioni amministrative in materia di agricoltura ai Comuni. E tuttavia, nonostante tale limite, è bene che gli enti locali si occupino di questo tema perché negli ultimi decenni l’agricoltura è stata investita da così profonde trasformazioni da acquisire una nuova e più marcata centralità per lo sviluppo locale

Alfonso Pascale


La trilogia di Eraldo Baldini

Da martedì 5 aprile è in libreria il volume Trilogia del Novecento, per le edizioni Einaudi. Diventa così possibile leggere Nostra Signora delle patate, Terra di nessuno e Mal’aria, romanzi tutti e tre da tempo ormai introvabili. Chi non ha avuto modo di conoscere l’autore di Gotico rurale, troverà, come opportunamente ha scritto Sergio Pent, un “abile ricreatore di atmosfere arcaiche, tra paesaggi contadini, paludi malsane, boscaglie insidiose e affabulazioni leggendarie”

Olio Officina


La mia preghiera di Pasqua

Il teologo e scrittore Sante Ambrosi si rivolge direttamente a Gesù, chiamandolo per nome e scrivendogli in tutta confidenza, perché, in fondo, si è sacrificato per noi, e la sua esperienza terrena è avvenuta per portarci verso la salvezza. “Ho la sensazione – scrive Ambrosi – che il tuo annuncio sia una bella speranza, ma che sia impossibile per noi mortali. Anche i tuoi discepoli, infatti, ai primi annunci della tua risurrezione hanno fatto fatica a credere che sia vero”

Sante Ambrosi


L’emozione di chi assaggia

Cosa significa apprendere l’arte della valutazione sensoriale degli oli da olive? Cosa accade dopo aver frequentato un corso di assaggio e aver scoperto le infinite potenzialità che si celano dietro una materia prima che tanti consumano ma senza conoscerne appieno l’identità e le tante potenzialità espressive? Il fatto è che si acquista un olio immaginando che sia eccellente per partito preso, solo perché lo si è prodotto; eppure le sorprese non mancano. La testimonianza di Marco Tribuzio, vice presidente di Confcooperative Bari-Bat

L. C.


La trilogia di Valerio Evangelisti

Se si vuole affrontare questa primavera con alcune buone letture, vi consigliamo i tre volumi dell’opera Il Sole dell’Avvenire, un romanzo composto da tre volumi, tra loro autonomi, in cui si narra, attraverso le vicende di alcune famiglie romagnole, il passaggio epocale dal mondo rurale all’agricoltura di tipo industriale, in un lasso di tempo di settant’anni, in cui si assiste alla lenta e paziente costruzione di un mondo diverso e migliore, senza più gente da sfruttare e opprimere

Olio Officina


L’odore della muffa

Narrazioni. La vera storia del signor Paolo Poli in un racconto scritto nel 1988 e che rileggiamo ora che il grande attore ci ha lasciati. Aveva l’aspetto di un bambino. E anche qualcosa di femminile, di aggraziato: fu così che iniziò una storia, la storia più lunga della mia vita, la mia unica vera storia d’amore

Mariapia Frigerio

Olga, Livia e Zoe

Narrazioni, un atto unico. Mi sono sempre chiesta perché mia madre avesse così bisogno di amore… di amore di persone esterne alla famiglia. Avrei voluto che dedicasse più tempo a noi figli o ai suoi nipoti e non a generi, nuore e amici. Quando le dissi che la sua era una specie di prostituzione lei, come sempre, pianse

Mariapia Frigerio


E' semplice matematica

Pasquale Bonsignore


La voce di chi crede nell’olivicoltura

“Benvenuti su InfoXylella”, è in questo modo che alcuni imprenditori e studiosi si aprono al mondo dei social per ritagliarsi un proprio spazio, difendendosi da chi ne ha usurpato per mesi ruolo e centralità, fingendosi amanti dell’olivo ma senza minimamente preoccuparsi delle sorti dell’olivicoltura. Per ora è una pagina facebook, a breve anche un sito internet di pura e corretta informazione

Olio Officina

Iscriviti alle
newsletter

Tutti a tavola

A Padova, presso il Museo diocesano, la rassegna internazionale dedicata alle illustrazioni esplora quest’anno, nella sua ottava edizione, il tema del cibo. La mostra, dal titolo emblenatico “A tavola” (quasi a mo’ di invito a partecipare a un convivio), è stata inaugurata lo scorso 20 febbraio ed è aperta fino al 26 giugno. Il catalogo della mostra ospita tra l’altro anche i contributi dello chef Massimiliano Alajmo e del giornalista gastronomo Edoardo Raspelli

Olio Officina


Chi stabilisce chi mangia e chi guarda?

Alberto Guidorzi


Fari nella notte

Narrazioni. Mise della musica. Chet Baker. Ripensò alla moglie. «Jacques Brel. Lei solo quei maledetti insopportabili lagnosi francesi!». Pensò di non rientrare per cena. Non gli piaceva, del resto, neppure come cucinava. «Mi fermerò da qualche parte. Ora la chiamo»

Mariapia Frigerio

In Italia contano i “contatti”

Mariolina Venezia


L’olio secondo Gualtiero Marchesi

Lo scrittore Nicola Dal Falco incontra il padre nobile della cucina italiana per un confronto su una materia prima tanto pregiata qual è il succo di oliva. “Quando vivevo con i miei genitori – racconta il grande cuoco – la merenda ideale era di versare l’olio sul piatto e, poi, intingere con del pane casalingo, tagliato a fette. Buonissimo”

Nicola Dal Falco


Come comunicano gli organismi di controllo

Luigi Caricato


Siamo fermi, e perfino ostili

Luigi Caricato