Dixit

I medici, possono “scartare” un malato e lasciarlo in preda agl’insetti?

Ferdinando Camon

La malata di Napoli, in stato d’incoscienza, abbandonata in un letto d’ospedale pieno di formiche che le camminano sulle braccia, fa capire che non si ricordano di lei, non la visitano, non la curano. Per i medici è come se fosse già morta. È uno “scarto dell’umanità”. Un peso morto. Costa e non rende, non renderà mai più. Ospedale, Regione, Ministra della Sanità adesso puniranno gli addetti alle pulizie. Ma i medici? Possono “scartare” un malato, lasciarlo in preda agl’insetti? Un malato inguaribile non fa più parte dell’umanità? Interesse dell’umanità è che viva più che può, o che muoia il più presto possibile?

Ferdinando Camon - lo scrittore sul proprio profilo facebook

Iscriviti alle
newsletter