Dixit

Nell’olio extra vergine di oliva i composti fenolici manifestano la loro attività di spazzini di radicali liberi

Lorenzo Cerretani

Oltre che a ricoprire il ruolo di antiossidanti naturali nell’olio extra vergine di oliva, i composti fenolici manifestano la loro attività di “radical scavenging” cioè “spazzini di radicali liberi” anche in vivo; numerosi studi e ricerche in tal senso hanno potuto confermare l’azione protettiva e preventiva nei confronti di malattie cardio-vascolari, aterosclerosi, ipertensione e alcuni tipi di neoplasie.

Lorenzo Cerretani


Testo tratto da Minifrantoi, di Lorenzo Cerretani, Alessandra Bendini, Antonio Ricci;  Edagricole, 2010

Iscriviti alle
newsletter