Dixit

Si valuta che il costo della ricostruzione, a terremoto avvenuto, sia almeno cinque volte superiore a quello della prevenzione. Senza citare che il numero delle vittime e dei feriti verrebbe praticamente azzerato

Enzo Boschi

Le tecnologie moderne consentono di costruire edifici in grado di sostenere le sollecitazioni sismiche. Molte di queste tecnologie sono state sviluppate da noi ma da noi applicate al più nelle zone colpite, cioè dopo che il terremoto si era verificato. In altri Paesi sismici si sono intrapresi da anni grandi progetti di prevenzione che hanno ridotto drasticamente il rischio. Progetti costosi che hanno però sviluppato l’edilizia, l’occupazione e, in ultima analisi, l’economia. Sono progetti a lunga scadenza decennali o ventennali sviluppati con costanza e con alto senso organizzativo.

Sono costosi ma si valuta che il costo della ricostruzione, a terremoto avvenuto, sia almeno cinque volte superiore a quello della prevenzione. Senza citare che il numero delle vittime e dei feriti verrebbe praticamente azzerato, azzerando così il terribile e non quantificabile “prezzo sociale” di queste catastrofi. (...)

Enzo Boschi il sismologo, già presidente dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, sulle pagine del quotidiano "il Messaggero" del 25 agosto 2016

Iscriviti alle
newsletter