Olivo Matto

C’è voglia di ristoranti oliocentrici

Luigi Caricato

C’è voglia di ristoranti oliocentrici

Ricevo con soddisfazione, da Massimo Occhinegro, alcune foto relative a un box immagine appositamente predisposto da VyTA boulangerie italiana, per una iniziativa pensata espressamente allo scopo di mettere in giusta luce l’olio extra vergine di oliva. Davvero una bella idea, che ha coinvolto in questo caso un extra vergine a marchio Nicola Pantaleo. Conosco Massimo ormai da diversi anni, e chi segue il mio blog Olio Officina avrà avuto più volte occasione di leggere i suoi puntuali commenti. Ho deciso così di premiare il suo costante impegno a favore di una sana cultura dell’olio, riservandogli un post proprio per segnalare la giusta strategia comunicativa da seguire negli anni a venire. Obiettivo: sensibilizzare il mondo della ristorazione e condurlo in tutti i modi possibili verso gli oli di qualità.

Potrei non aggiungere altro, se non l’auspicio che questa attenzione per gli oli di qualità sia ben presto imitata su vasta scala, e in tutto il Paese, compreso il Sud Italia, più carente in materia di oli. Non è un caso che abbia in contemporanea con Olio Officina lanciato l’idea dei ristoranti oliocentrici. E’ il caso di segnalarli ogni qual volta si presenta l’occasione.

Lascerei intanto la parola a Massimo Occhinegro. Solo lui, d’altra parte, può spiegarne meglio di tutti l’iniziativa, avendo avuto un ruolo decisivo al riguardo.

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.