Olivo Matto

L’Italia dell’olivo e dell’olio s’è desta

Luigi Caricato

L’Italia dell’olivo e dell’olio s’è desta

Tra i vari libri collettivi ai quali ho collaborato, ne segnalo uno pubblicato dalle edizioni Bolis. Si tratta di un volume illustrato dal titolo Olio, e dal sottotitolo più esplicativo di Tre millenni di olive in Italia. La grande tradizione olivicola e olearia del nostro Paese, si sa, non poteva che confluire in un libro a più mani per onorare la sua storia.

Il volume è stato curato da Antonio Ricci ed è arricchito dalle spettacolari foto di Giorgio Tassi, molto belle, capaci di esprimere fascino e attrattiva solo a sfogliarlo. Le foto sono originali, essendo state appositamente commissionate dall’editore per rendere l’opera iconograficamente più omogenea. Non sempre è così, spesso si ricorre a foto acquistate qua e là.

Le fotografie di Giorgio Tassi rappresentano dunque un netto punto di vantaggio per la pubblicazione. Così, accanto all’autorevole contributo di Antonio Ricci, a firmare i sei capitoli che compongono il libro vi sono, in ordine di apparizione, me medesimo, Luigi Caricato, e, a seguire in ordine di comparizione, Luciana Baldoni, Patrizia Cirino, Giorgio Pannelli, Ranieri Filo della Torre e Barbara Alfei.

Non va trascurato il tocco del celebre bizantinista Paolo Cesaretti, con alcune sue istruttive e dotte annotazioni.

Se ne ricava un’opera corale, che mette in giusta luce la tradizione olivicola e olearia di un Paese che ha ancora voglia di ritrovare il senso della propria storia e di ritagliarsi un ruolo di primo piano anche per il futuro.

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.