Olivo Matto

L’olio entra nel bar

Luigi Caricato

L’olio entra nel bar

E’ stata una bella esperienza quella iniziata al Simei anni fa, nel novembre 2007, quando ci fu la prima volta assoluta dell’Oil Bar. Poi, da allora, trasferì subito questa bella idea dapprima alla manifestazione fieristica Olio Capitale (di cui più non mi occupo da tempo), e da lì a Olio Officina Festival, ma, come sempre accade, una bella idea viene mutuata da altri, sviluppandola ulteriormente (ora quasi tutte le fiere del settore ospitano un Oil Bar), e così una iniziativa semplice nella sua dinamica, è stata motivo di un format di sucesso, libero, aperto a tutti, senza vincoli di alcun genere. Ne sono profondamente orgoglioso; e Valerio Marini mi immagina così, intento a servire l’olio da olive in bicchieri tulipani senza gambo, quelli ufficiali dell’assaggio. Questa iniziativa si rivolge a un pubblico, ma dietro vi è tanta sapienza che va incentivata e sostenuta. Per le aziende che vorranno partecipare, possono avere dettagli QUI, per chi vorrà sperimentare in prima persona, con assaggi guidati dall’associazione delle Donne dell’Olio, non resta che andare a visitare il Simei, l’ingresso è libero e ne vale proprio la pena di farci un salto.

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter