Olivo Matto

La bella forma e il buon contenuto

Luigi Caricato

La bella forma e il buon contenuto

Non sottovalutiamo mai la forma. La qualità prende corpo anche a partire da una bella presentazione. Quest’oggi, prendendo in visione le tante bottiglie d’olio che campeggiano vanagloriose nella mia cantina, in attesa di essere degustate, ho messo da parte le confezioni più belle e le più inusuali, non solo in vetro. Ne ho selezionate alcune, perché ho voglia di scrivere al riguardo un ampio articolo. Intanto, per vostra delizia, ecco la bella forma dela bottiglia dell’olio Petra, di Francesca Moretti, con il mio “saggio-assaggio” di presentazione.

IL CONTENUTO

L’olio è prodotto in Val di Cornia, a Suvereto, in provincia di Livorno.

E’ l’espressione delle olive Leccino (40 per cento), Moraiolo (25 per cento), Frantoio (20 per cento) e Pendolino (15 per cento).

SAGGIO ASSAGGIO

Giallo dai riflessi verdolini, è limpido alla vista. Al naso ha profumi fruttati vegetali, dalle nette connotazioni erbacee. Al palato è vellutato e morbido, ha buona fluidità e gusto vegetale, con chiari rimandi al carciofo. In chiusura i richiami alle erbe di campo e alla mandorla verde, oltre a una lieve e ben dosata punta piccante.

ABBINAMENTO OLIO > CIBO > PETRA

Si tratta di un olio versatile, adatto a crudo come in cottura. Esprime il meglio di sé con zuppe di legumi, creme di verdura, carni alla griglia e arrosti di selvaggina.

Quattro suggerimenti per quattro stagioni

Autunno > Broccoletti e ceci con carote crude marinate

Inverno > Costolette di cinghiale

Primavera > Polpo con patate, pomodori e barba di frate piccante

Estate > Insalata di pesce

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter