Olivo Matto

La leggerezza dell’olio

Luigi Caricato

La leggerezza dell’olio

Si parla, in taluni casi, di olio pesante, ma in maniera impropria, attribuendo tale aggettivo per lo più agli oli meridionali, forse anche con una connotazione involontariamente (e chissà quanto inconsapevolmente) razzista. Invece, se proprio vogliamo parlare delle accezioni pesante/leggero, l’olio ricavato dalle olive è da considerare per nulla pesante, è anzi così leggero da poterlo quasi immaginare materia propulsiva in grado di farci spiccare il volo. Altro che salto delle staccionate. Così, quantomeno, mi piace inquadrare una tra le tante cartoline utilizzate per lanciare la quinta edizione di Olio Officina Festival. La firma creativa è, come sapete, di Valerio Marini, il quale ha realizzato anche una vignetta divertentissima, dal titolo Volio. Per il resto, io vi aspetto numerosi a Milano, sia agli otto workshop sull’olio al Simei, sia (preparatevi, prenotate pure l’albergo per i tre giorni di Olio Officina festival 2016. E’ il modo migliore per smentire alcune inesattezze che si sentono sull’olio. Macché pesante e pesante, l’olio da olive è sinomino di leggerezza.

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter