Olivo Matto

Nella “Casa del vento”, con lo sguardo aperto sugli olivi

Luigi Caricato

Nella “Casa del vento”, con lo sguardo aperto sugli olivi

Pasquale Di Lena è un poeta sorprendente. O forse è un olivicoltore e produttore d’olio che sorprende oltre che con la passione a tutto tondo per il Molise anche con i suoi versi d’amore per Flora. Ecco allora la mia piacevole immersione lirica nelle pagine del volume Carolina dice: Da qui si vede il mondo. E così, tanto per darvi un’idea di che sto parlando, ecco i versi contenuti nella poesia dal titolo “Vento”.

VENTO

Ho visto nascere il vento

da due fronde di olivo

prima come soffio di carezza

poi gigante che sferza le nodose querce

dai possenti rami.

L’ho annusato, degustato

come vino dalla vigna

che tu poi hai piantato.

Aveva il respiro della vita

quando mi ha sfiorato.

Pasquale Di Lena

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.