Olivo Matto

Olio Officina Food Festival viaggia da ieri on line

Luigi Caricato

Olio Officina Food Festival viaggia da ieri on line

Ci siamo arrivati. Ora è il tempo per partire e disvelare giorno dopo giorno il progetto Olio Officina. Un laboratorio di idee che parte dal blog e prosegue con un evento madre che è Olio Officina Food Festival, ma che è destinato ad andare oltre. Perciò, preparatevi: non mancheranno le sorprese. L’obiettivo? Fare cultura dell’olio. L’organizzazione dell’evento madre procede a passi spediti. Si terrà a Milano in gennaio. Ieri intanto l’esordio del sito web. La sfida è appena iniziata. Protagonisti della realizzazione del sito sono Alessio Favilli e Alberto Martelli, di Aerostato. Ed è un bel lavorare.

L’obiettivo di tale progetto, come ho già avuto modo di scrivere e riferire a voce, è di contribuire a mutare approccio e linguaggio a un prodotto antico ma sempre attuale qual è l’olio extra vergine di oliva. Non ha più senso presentarlo infatti in una veste perennemente desueta.

Il sito internet del festival è su .com, mentre il blog è su .it. Per ora il sito del festival accoglie gli elementi essenziali, a breve ci saranno continue anticipazioni. Un assaggio per volta, in modo da poter vivere strada facendo tutti gli sviluppi e sentire crescere fisicamente il festival.

Resterete stupiti. Il lavoro è tanto, la soddisfazione supera ogni immaginazione.

Per ora, va tutto il mio personale plauso, e un sentito grazie, alle due anime espressive di Aerostato.

Alessio Favilli, che è web master e web engineer.

Alberto Martelli, che è web designer e grafico pubblicitario: è sua tra l’altro la creazione del logo di Olio Officina Food Festival.

Nel sito del festival campeggia anche l’illustrazione di Angelo Ruta, dal titolo “La leggerezza dell’olio”; ma di questa immagine simbolo della prima edizione di Olio Officina Food Festival ne scriverò in un secondo momento.

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.