Olivo Matto

Tutto ciò che deriva dall’oliva è produzione agricola

Luigi Caricato

Può sembrare una banalità, ma un passaggio così semplice c’è ancora chi non lo comprende. Ciò che deve essere chiaro a tutti è che l’olio estratto dalle olive è, in tutte le sue dinamiche, una operazione agricola. Di conseguenza, tutte le categorie merceologiche degli oli di oliva attualmente in commercio, pur nel rispetto della gerarchia di valore, rappresentano un prodotto agricolo. Non esiste insomma un olio ricavato dall’oliva che si possa definire come tale “industriale”. Sarebbe un errore grave.

L’olio extra vergine di oliva, l’olio vergine di oliva, l’olio di oliva, l’olio di sansa di oliva sono produzioni agricole. Nel senso che rappresentano o la diretta espressione di un prodotto agricolo tal quale (al pari di una spremuta di frutta noi dobbiamo considerare sia l’olio extra vergine di oliva, sia l’olio vergine di oliva) o un prodotto agricolo lavorato, da cui scaturisce da una parte l’olio di oliva (ricavato dalla spremuta di olive non perfette, che da’ luogo all’olio di oliva vergine lampante successivamente reso edibile attraverso un’intervento in raffineria) e dall’altra, non meno importante, l’olio di sansa di oliva (derivante dalla lavorazione di un residuo solido della lavorazione delle olive: la sansa, appunto).

Tutto qui. Ebbene, cosa c’è di così complicato da capire? Nulla.

C’è solo da superare un antico pregiudizio. Tutto ciò che si ricava dall’oliva è, come tale, prodotto agricolo.

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.