Olivo Matto

Un altro movimento “rivoluzionario” per risollevare l’olio italiano

Luigi Caricato

Un altro movimento “rivoluzionario” per risollevare l’olio italiano

Ho sfogliato con grande gioia e soddisfazione il mensile “Bar Business” di aprile, la rivista di informazione per la filiera del fuori casa. Sono state infatti dedicate ben tre pagine per riprendere ciò che il settimanale “Teatro Naturale“, da me diretto, ha presentato con grande veidenza e conviznione lo scorso marzo a Trieste, nel corso del salone espositivo Olio Capitale. Pian piano tutti ne scrivono e ne parlano, cresce il dibattito e si confrontano i vari punti di vista.

Colgo per esempio l’occasione per segnalare una posizione contraria, e fortemente critica, espressa da un lettore, Gigi Mozzi, sull’ultimo numero di Teatro Naturale di sabato 9 aprile. Ecco il link per leggere le lunghe osservazioni e la mia risposta, punto per punto.

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.