Olivo Matto

Un filo d’olio monovarietale Picudo nel piatto. Emozioni andaluse

Luigi Caricato

Un filo d’olio monovarietale Picudo nel piatto. Emozioni andaluse

E’ stata una domenica di degustazioni a ritmo serrato. Non aveva senso rimandare oltre. Troppe cose da fare. E così ho degustato decine e decine di oli, tutti stranieri; e con uno di essi ho condito anche l’insalata: indivia riccia, radicchio rosso, valeriana, foglie di sedano, pomodori, olive nere denocciolate e pinoli. Per condimento solo olio e sale, niente aceto. Olio ovviamente estero, per stare in tema con la giornata: aceite de oliva virgen extra “Cladivm”, una pregiata bottiglia di Dop Priego de Córdoba, prodotta a Carcabuey, Córdoba, da Aroden. In Andalucia.

SAGGIO ASSAGGIO

L’olio è stato tra l’altro premiato a Olio Capitale, dove è giunto tra i finalisti.

Vista > Verde intenso, netto e limpido

Olfatto > Ha note fruttate intense di mandorla verde e sentori di pomodoro

Gusto > Ha buona fluidità, amaro in evidenza ma ben dosato, toni piccanti e speziati, gusto vegetale e avvolgente

Sensazione retro-olfattiva > In chiusura richiami di mela, note di ortaggi (in particolare il sedano) e una punta piccante

L’ABBINAMENTO

Con zuppe di legumi, gazpacho andaluso, melanzane arrosto (escalivada), carni alla griglia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.