Olivo Matto

Una nuova rivista dedicata all’olio è una follia

Luigi Caricato

Una nuova rivista interamente dedicata all’olio è una follia. Tanto più se questa si concentra nella quasi totalità dello spazio sugli assaggi degli oli. I “saggi assaggi”, come a noi piace chiamarli. 

Per fortuna che non vi è alcuno spreco di carta, perché Oliocentrico, questo il nome, sarà solo sfogliabile digitalmente (QUI), oltre che scaricabile in pdf (QUI). 

L’Editore, ovvero chi scrive - che della rivista ne è anche il Direttore - si è ben guardato dal mandarla in stampa. Poveri tipografi, che subiscono una così pesante riduzione di lavoro, ma qualcosa pur di sopravvivere si inventeranno pure loro. 

Anche voi, però, evitate di stamparla. Leggetela, ma non stampatela. Salvate le foreste, vi prego. Scaricate il numero 1 di Oliocentrico sui vostri dispositivi, in modo da leggerlo sullo schermo, con grande serenità.

Buona lettura, dunque; e, mi raccomando, fate circolare Oliocentrico, estendendolo alla vostra schiera di amici e conoscenti. 

Che Dio sia con voi. O che il Sommo Bene sia con voi - se preferite, qualora non vi riconosciate in nessun credo. 

In ogni caso, posso dirlo per me: che Dio sia con Olio Officina, piccola ma laboriosa casa editrice che si è assunta un nuovo e gravoso impegno. Tanto più gravoso perché la rivista viene distribuita gratuitamente. Proprio per questo, per puro fine egoistico, sono qui a invocare Dio affinché mi protegga dalla insana follia di esordire con una nuova, ulteriore rivista - non bastando tutte le altre finora pubblicate a soddisfare l’irrefrenabile spirito creativo che ci sovrasta e domina, con gioia.

Iscriviti alle
newsletter