Olivo Matto

Viaggio in Puglia, per testi e immagini, in una regione oliocentrica

Luigi Caricato

Viaggio in Puglia, per testi e immagini, in una regione oliocentrica

Ci sono anch’io nel libro dello scrittore e fotoreporter Carlos Solìto, edito da Altante con il titolo Olio e Mediterraneo e sottotitolo Viaggio nell’uliveto Puglia. E’ un bel volume illustrato che non può certo mancare agli appassionati d’olio e in particolare agli amanti di una regione che si muove e agisce “a tutto olio”. La mia firma compare nell’introduzione, ed è un osanna elevato alla Puglia degli olivi e dell’olio: ch’è poi la regione in cui sono nato, nel Salento, a sud, nel piccolo centro di San Pietro in Lama, a pochi chilometri da Lecce.

Si tratta di un’opera corredata da immagini toccanti e suggestive, e da testi che approfondiscono con un approccio insolito i tanti luoghi di produzione, di provincia in provincia, in una sorta di viaggio iniziatico.

Carlos Solìto non è un esperto della materia, ma il suo viaggio tra gli olivi pugliesi affascina e seduce. Con la sua abilità di fotografo, e insieme di scrittore, ha saputo intravedere l’anima dei paesaggi, come pure quella degli uomini e degli alberi.

Nato a Grottaglie, in provincia di Taranto, l’autore ha l’olivo, con le sue molteplici espressioni, nel sangue. Lavora per importanti riviste italiane e straniere, ed è sempre in giro per il mondo. La sua natura vagante, con la sua capacità di immortalare bellezze, lo ha certamente favorito nella realizzazione del libro: ed è un vero e proprio album attraverso il quale poter esplorare la Puglia, dall’estremo nord fino al tacco.

E’ un libro che lascia impressioni forti, intense, che non si possono dimenticare.

Il lettore, sfogliando e leggendo ogni pagina del volume, si sentirà di ripercorrere in prima persona ogni angolo del vasto uliveto di Puglia. Provare per credere.

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.