Saperi pagina 14 di 27

La complessità del verbo educare

Non c’è un rapporto meccanico e automatico tra educazione e sviluppo economico. Chi ha fatto propria questa semplificazione ha preso un abbaglio gigantesco. Impegnarsi, come si è fatto, facendo leva soprattutto sulle discipline tecniche e scientifiche, non è stata una scelta azzeccata. Il progressivo ridimensionamento delle materie umanistiche nei programmi scolastici è stata una svista enorme

Alfonso Pascale


C’è tanta filosofia nel cibo

Il libro del professor Franco Riva, fresco di stampa per le edizioni Castelvecchi, offre un punto di vista inedito sul cibo. In tempi in cui ogni aspetto legato al mangiare è al centro delle attenzioni fino all’inverosimile, entra in scena una pubblicazione che scardina molti luoghi comuni

Luigi Caricato


Agricoltori separati in casa

Ovvero le cinque giornate dei viticoltori di Asti nell’estate del 1968. Un episodio di cui in pochi sanno, poiché nessuno coltiva più la memoria e nessuno studia la storia. Poliziotti e carabinieri affluirono dalle regioni vicine per intimidire i partecipanti, bloccare la circolazione dei trattori e far fallire la manifestazione. Anche allora la Coldiretti creò non poche difficoltà agli agricoltori nel far valere le proprie ragioni. C’era chi aveva un proprio particolare interesse a lasciare le cose com’erano

Alfonso Pascale


Il vino nei romanzi

Appena usciti, freschi di stampa, i nuovi lavori narrativi di Sveva Casati Modignani, con La vigna di Angelica, e il giallo di Giovanni Negri, Il vigneto Da Vinci, dove tra l’altro l’assasinato è addirittura il professor Attilio Scienza. Tanti gli autori che hanno scelto la bevanda di Bacco come protagonista. Senza trascurare il romanzo d’esordio di Monica Sommacampagna, L’Uomo senza etichetta, segnaliamo una serie di altri titoli ispirati al mondo enoico

Olio Officina

Le conseguenze di Expo 2015

Non si nutre il pianeta se tutti adottano politiche protezionistiche. Il paradosso di dover liberalizzare i mercati e, nello stesso tempo, proteggere gli agricoltori si può risolvere solo in un modo: con liberalizzazioni e protezioni a geometria variabile

Alfonso Pascale


Le chiavi di san Pietro

Narrazioni. Io ho sempre amato san Pietro. No, san Paolo, no. Troppo facile. Il santo guerriero, il santo della conversione, la via di Damasco, la lunga spada, la fluente barba scura… Pasolini non avrebbe mai scritto nulla su san Pietro! Io invece lo amo. Così umano, forse anche meschino, magari un po’ borghese. Un santo che rinnega, che ha paura, che si addormenta quando dovrebbe essere di sostegno a Cristo nell’orto degli ulivi

Mariapia Frigerio


Coldiretti uguale mafia?

Secondo il sociologo Gilberto Antonio Marselli, allievo di Manlio Rossi-Doria, la nota organizzazione non è di fatto un sindacato ma un aggregatore di interessi sotto lo stretto controllo della chiesa cattolica. Così, anziché utilizzare le risorse finanziarie che arrivavano alla Federconsorzi dallo Stato per rafforzare lo spirito cooperativistico dei coltivatori e puntare alla loro crescita professionale, si impiegavano per corrompere la Dc e condizionarla nelle scelte parlamentari e di governo al fine di consolidare il proprio potere economico

Alfonso Pascale


Agricoltura sociale

Dieci anni fa il primo convegno a Roma, poi il resto è storia nota. Una iniziativa coraggiosa e socialmente responsabile, anche perché all'epoca nessuno immaginava cosa fosse. E' stato, nel corso degli anni da allora, un percorso virtuoso di cui essere orgogliosi. Un motivo in più per ricordare da dove eravamo partiti

Alfonso Pascale

Solo a una stella

Narrazioni. Le donne, mai considerate più di tanto. Per me è sempre valsa l’equazione donne uguale sesso. Di amore neppure l’ombra. Neanche nella mia famiglia avevo visto amore tra i miei genitori

Mariapia Frigerio


Viaggio tra gli olivi in Istria

Non è solo mare e vacanze estive questa terra che sa ancora d’Italia. C’è un estesa presenza di olivi nella campagne coltivate che si percepiscono come fossero "orti dell’anima". Il racconto di un’esperienza vissuta in prima persona, in giro per olivi, frantoi, ristoranti e negozi

Luigi Caricato


Le 120 giornate di Sodoma Capitale

Ovvero, la scuola dell'antimafia. È sicuramente encomiabile, e va incoraggiato, l’impegno a contrastare la nuova cupola scoperchiata dagli inquirenti. Tuttavia, è similmente importante disvelare le metamorfosi e i camaleontismi di un’antimafia di facciata priva di ricadute sul benessere collettivo per fare emergere, invece, l’impegno effettivo di persone e gruppi

Alfonso Pascale


Addirittura il Partito della Gente

A osservare il sito, piuttosto povero nella struttura e nei contenuti, tutto incentrato sulla figura dell’ex presidente Coldiretti Sergio Marini, che del movimento politico ne è il coordinatore nazionale, si accenna a un “noi” ma mancano le persone: la gente

L. C.

Nessuna festa per le nozze d’oro

Narrazioni. Le cose tra Benedetta e Bruno non vanno più. Tra loro si è messa una ragazza che, con la scusa di farsi prestare libri, è sempre nella loro casa. Lui ne è lusingato. Ma soprattutto vive in attesa di quelle visite. "Vedo come la guarda. Leggo ogni suo pensiero. E mi sento finita", ammette Benedetta

Mariapia Frigerio


Un riccio cobalto

La periodica mattanza di ricci appartiene alla scena del mondo. La natura fa solo da comparsa, da prestatrice d’opera occasionale, richiesta in scena per una fulminea resa dei conti, per un sacrificio casuale quanto implacabile. È noto che i ricci stanno alla strada come il bersaglio all’arco

Nicola Dal Falco


Ritratto dell’Italia agricola

Ovvero, come il nostro Paese abbia scelto lo sviluppo senza ricerca. In una recensione che si delinea in forma di saggio, si prende in esame il libro Il mais miracoloso. Storia di un’innovazione tra politica, economia e religione, di Emanuele Bernardi, e si scopre un mondo rurale come non lo si era mai conosciuto. Emergono riscontri interessanti e inediti, che ci fanno capire le ragioni dello stato in cui versa la nostra agricoltura oggi

Alfonso Pascale


L’olivo visto dai bambini

A Monteroni di Lecce, presso l’Istituto comprensivo Polo 2 “Vittorio Bodini”, attraverso uno specifico progetto scolastico, è stato possibile valorizzare una preziosa risorsa di un territorio che vede tuttora, nell’albero tanto caro agli dei, la principale fonte alimentare di sostentamento che ha portato nei secoli ricchezza e benessere a tante famiglie

Olio Officina

Olio e ulivi

Alberi secolari contorti, nodosi, genuflessi. E poi olio profumato, liscio come una carezza, leggero come il respiro di un angelo. Con la domenica delle palme, per il cristianesimo prende corpo la settimana santa, un periodo di riflessione e preghiera. Tutto ebbe inizio sul monte degli ulivi, con l’ingresso trionfale di Gesù a Gerusalemme. L'intensa meditazione di don Tonino Bello

Olio Officina


Tributo all’aceto

Anche questo alimento/condimento ha una madre naturale. Gli artisti del movimento culturale "Arte da Mangiare" elevano un inno per celebrarlo

Olio Officina


Olio di oliva fotonico

Giovanni Valentini, salentino, è un’artista che ha saputo lasciare un segno di grande originalità, combinando sapientemente arte e scienza. Grande estimatore degli oli ricavati dalle olive, vede negli olivi secolari della sua terra, contorti e caratteristici, con forme che si “avvitano” nel cielo, la Cupola di Francesco Borromini, di Sant’Ivo alla Sapienza a Roma

Olio Officina


L'Expo secondo Gualtiero Marchesi

Ognuno di noi ha un antenato che zappava la terra e aspettava i frutti come si attende un figlio. Il messaggio al Paese dal grande padre nobile della cucina italiana: non c’è crescita sociale e personale senza il tempo dello studio e del sacrificio

Olio Officina

Iscriviti alle
newsletter

Due re

Un capitolo dell’ultimo libro di Nicola Dal Falco su I Miti ladini delle Dolomiti, dedicato all’Enrosadira, il rosseggiare delle cime dolomitiche, con una acquaforte, “Tramonto”, di Luciano Ragozzino

Nicola Dal Falco


Diciamo basta!

“Stop alla comunicazione negativa sull’olio di oliva”, è un nuovo gruppo aperto su facebook, curato da Massimo Occhinegro e dedicato a un prodotto della terra spesso svillaneggiato proprio da chi vorrebbe tutelarlo. Resta da chiedersi il perché permanga tuttora in Italia la tendenza al masochismo

Olio Officina


Nel cuore della storia

Grande interesse per il progetto di restauro del Fai all’Abbazia di Santa Maria di Cerrate. A lavori compiuti, emergerà la duplice anima del luogo: da un lato la storia religiosa di un importante centro di monaci italo-greci e di un celebre scriptorium, dall’altro la storia contadina di una masseria pugliese, la cui più importante testimonianza è rappresentata dai frantoi scavati nella roccia

Olio Officina


Il liquore grasso di uliva

L’olio come non lo immaginate. Nel sentimento popolare, non era infrequente, per esempio, fino a qualche decennio fa, il ricorso all’olio di oliva per liberarsi dall’occhio cattivo. Preparatevi dunque per un tuffo salvifico nel verde mare dell’olio. Un saggio sul’altro volto dell’olio da olive

Luigi Caricato

La solidità dell’oro

La pastosa densità del burro, la sua fisicità quasi massiccia con il delicatissimo colore quasi bianco. Poi la scoperta, a partire dalla Sicilia, nell’energica solarità dei suoi prodotti, della liquidità densa e dorata dell’olio

Maurizio Cucchi


Il vino merita rispetto

Amarcord. Un nostro incontro, di alcuni anni fa, con il poeta Maurizio Cucchi, sul tema del vino: l’eccesso di filologismo, oggi in atto, diventa una falsificazione; in fondo noi beviamo e mangiamo perché altrimenti non riusciamo a sopravvivere. Il vino non può essere banalizzato dalle mode. Comporta una certa iniziazione

Luigi Caricato


Libri per la primavera

In vista dell’arrivo della nuova stagione, dodici titoli freschi di stampa per chi ama l’olio, il vino e il cibo. Da regalare, da regalarsi. Non libri di alta classifica – né Clerici, né Parodi, né Cracco – ma libri che in compenso aiutano a riflettere

Olio Officina


Oliva grande

Il grande frutto, che allude a un segreto custodito e rivelato nella semplicità, oscuro e, contemporaneamente, a portata di mano, proclama, quale scelta estetica, il bisogno di astrazione. A Olio Officina Food Festival 2015, l’opera di Vitaliano Angelini

Nicola Dal Falco