Saperi pagina 9 di 27

I dieci libri di Tanzarella

Sara Tanzarella ha iniziato a leggere nel momento in cui suo padre ha smesso di imporglielo. Riceveva in regalo libri a ogni compleanno, o di ritorno da un viaggio. Ora non smette di leggere, per quanto ama la lettura. Avvocato, si è occupata di comunicazione e ora segue con successo di risultati l’azienda olearia pugliese Le Ferre

Olio Officina


La lezione di Altiero Spinelli

Trent’anni fa - il 23 maggio 1986 - in un clinica romana si spegneva il padre fondatore dell'Europa, che oggi riposa nell’isola di Ventotene. Quando era ancora in vita, poco più che trentenne, era già stato nell’isola, prigioniero confinato dal regime fascista. Nel corso del 1941, insieme a Ernesto Rossi, vi scrisse Per un’Europa libera e unita. Progetto d’un Manifesto

Mario Campli


La città delle distillerie

La memoria e l’identità, nel museo dell’alcol. Il patrimonio industriale presente a San Cesario di Lecce, nel Salento, e il progetto di patrimonializzazione, recupero e valorizzazione della distilleria Nicola De Giorgi, è una importante iniziativa, con protagonista l’architetto Antonio Monte, che vede all’opera una comunità intenta a recuperare tracce del proprio passato per farle rivivere in nuova forma nel presente

Olio Officina


Lei

«Come sono buffo io vicino a lei! Ma voglio vedere meglio» e Guido mise quasi la testa sotto il cappello dall’abat-jour. La lente sempre più vicina. «Ma che faccio? Le sfioro la mano? E che viso felice ho! Io sono felice perché c’è lei. Questo è sicuro… ma… non ricordo altro… non capisco… sono stanco… devo dormire… sì, è meglio che vada a dormire»

Mariapia Frigerio

La satira contro il villano

In uno spot pubblicitario di quattro anni fa, Aldo, Giovanni e Giacomo proposero un desueto ma reale contesto di campagna e dovettero sorbirsi la reazione infastidita del ministro delle politiche agricole di quel momento, Mario Catania. Il quale, denunciò il permanere del pregiudizio anticontadino come espressione delle subculture urbane e industriali

Alfonso Pascale


I dieci libri secondo Franchi

Che cosa avrà letto di così importante il direttore responsabile del magazine Sala&Cucina? Luigi Franchi è figura poliedrica: fotografo, giornalista, comunicatore, nonché autore di diversi volumi su gastronomia e turismo. Ai lettori di Olio Officina Magazine ha segnalato i dieci titoli per lui più rappresentativi

Olio Officina


I dieci libri secondo Visintin

Ogni lettura che facciamo è importante per la nostra formazione, come pure per connotare e delineare la nostra personalità. Eppure, paradossalmente, in Italia si continua ancora a leggere poco, nonostante la scolarizzazione ormai capillare. Quali titoli ci propone il giornalista e scrittore Valerio M. Visintin? Il critico gastronomico del “Corriere della Sera” elenca autori di spessore che andrebbero tutti rivalutati

Olio Officina


Portami oltre il buio

Il libro di Giorgio Boatti, edito da Laterza, in uscita il prossimo 19 maggio, racconta alcune rappresentative storie quotidiane, quelle di chi ha il coraggio di osare e di puntare dritto verso il futuro, senza tentennamenti. Non tutti intendono restare al palo, c’è chi reagisce alla realtà cambiandola. Si tratta, come recita il sottotitolo, di un “Viaggio nell'Italia che non ha paura”

Olio Officina

I dieci libri secondo Caccioni

Cosa legge l’agronomo Duccio Caccioni? Quali sono i suoi testi di riferimento? Cosa ha deciso di condividere con i lettori di Olio Officina Magazine? I libri, ricordiamolo, sono il bagaglio che ci portiamo dietro e che, in qualche modo, ci contraddistingue dagli altri e ci rende unici. Condividere le letture è anche un modo per conoscersi meglio

Olio Officina


La stanza

Narrazioni. Maso Gragnani, una vita improntata alla più totale solitudine, non amava le famiglie. Non per nulla era rimasto scapolo. Non sopportava nemmeno le domande che Lucetta, la bambina, regolarmente gli faceva. «Io sono un contadino. E i contadini parlano poco». Il dialogo tra zio e nipote però procedeva. In modo curioso, ognuno seguiva un proprio ragionamento. Ognuno parlava quasi per sé. «Allora non sei cattivo?». «Credi che tuo padre ti avrebbe lasciata da me se pensasse che sono cattivo?… E ora andiamo nella stanza»

Mariapia Frigerio


I dieci libri secondo Tirelli

Un invito alla lettura a partire dalla segnalazione di una lista di titoli utili per inquadrare bene la realtà e il proprio rapporto con il mondo. Iniziamo questo percorso virtuoso con Daniele Tirelli, studioso di beni di consumo, di distribuzione e comunicazione, presidente di Popai Italia, l’Associazione internazionale per lo sviluppo del retail marketing

Olio Officina


Prontuario agricolo per sindaci

Chi vuole favorire l’innovazione nel proprio territorio non può trascurare alcuni elementi fondamentali. Purtroppo, soltanto una metà delle Regioni ha trasferito parte delle funzioni amministrative in materia di agricoltura ai Comuni. E tuttavia, nonostante tale limite, è bene che gli enti locali si occupino di questo tema perché negli ultimi decenni l’agricoltura è stata investita da così profonde trasformazioni da acquisire una nuova e più marcata centralità per lo sviluppo locale

Alfonso Pascale

La trilogia di Eraldo Baldini

Da martedì 5 aprile è in libreria il volume Trilogia del Novecento, per le edizioni Einaudi. Diventa così possibile leggere Nostra Signora delle patate, Terra di nessuno e Mal’aria, romanzi tutti e tre da tempo ormai introvabili. Chi non ha avuto modo di conoscere l’autore di Gotico rurale, troverà, come opportunamente ha scritto Sergio Pent, un “abile ricreatore di atmosfere arcaiche, tra paesaggi contadini, paludi malsane, boscaglie insidiose e affabulazioni leggendarie”

Olio Officina


La mia preghiera di Pasqua

Il teologo e scrittore Sante Ambrosi si rivolge direttamente a Gesù, chiamandolo per nome e scrivendogli in tutta confidenza, perché, in fondo, si è sacrificato per noi, e la sua esperienza terrena è avvenuta per portarci verso la salvezza. “Ho la sensazione – scrive Ambrosi – che il tuo annuncio sia una bella speranza, ma che sia impossibile per noi mortali. Anche i tuoi discepoli, infatti, ai primi annunci della tua risurrezione hanno fatto fatica a credere che sia vero”

Sante Ambrosi


L’emozione di chi assaggia

Cosa significa apprendere l’arte della valutazione sensoriale degli oli da olive? Cosa accade dopo aver frequentato un corso di assaggio e aver scoperto le infinite potenzialità che si celano dietro una materia prima che tanti consumano ma senza conoscerne appieno l’identità e le tante potenzialità espressive? Il fatto è che si acquista un olio immaginando che sia eccellente per partito preso, solo perché lo si è prodotto; eppure le sorprese non mancano. La testimonianza di Marco Tribuzio, vice presidente di Confcooperative Bari-Bat

L. C.


La trilogia di Valerio Evangelisti

Se si vuole affrontare questa primavera con alcune buone letture, vi consigliamo i tre volumi dell’opera Il Sole dell’Avvenire, un romanzo composto da tre volumi, tra loro autonomi, in cui si narra, attraverso le vicende di alcune famiglie romagnole, il passaggio epocale dal mondo rurale all’agricoltura di tipo industriale, in un lasso di tempo di settant’anni, in cui si assiste alla lenta e paziente costruzione di un mondo diverso e migliore, senza più gente da sfruttare e opprimere

Olio Officina

L’odore della muffa

Narrazioni. La vera storia del signor Paolo Poli in un racconto scritto nel 1988 e che rileggiamo ora che il grande attore ci ha lasciati. Aveva l’aspetto di un bambino. E anche qualcosa di femminile, di aggraziato: fu così che iniziò una storia, la storia più lunga della mia vita, la mia unica vera storia d’amore

Mariapia Frigerio


Olga, Livia e Zoe

Narrazioni, un atto unico. Mi sono sempre chiesta perché mia madre avesse così bisogno di amore… di amore di persone esterne alla famiglia. Avrei voluto che dedicasse più tempo a noi figli o ai suoi nipoti e non a generi, nuore e amici. Quando le dissi che la sua era una specie di prostituzione lei, come sempre, pianse

Mariapia Frigerio


La voce di chi crede nell’olivicoltura

“Benvenuti su InfoXylella”, è in questo modo che alcuni imprenditori e studiosi si aprono al mondo dei social per ritagliarsi un proprio spazio, difendendosi da chi ne ha usurpato per mesi ruolo e centralità, fingendosi amanti dell’olivo ma senza minimamente preoccuparsi delle sorti dell’olivicoltura. Per ora è una pagina facebook, a breve anche un sito internet di pura e corretta informazione

Olio Officina


Tutti a tavola

A Padova, presso il Museo diocesano, la rassegna internazionale dedicata alle illustrazioni esplora quest’anno, nella sua ottava edizione, il tema del cibo. La mostra, dal titolo emblenatico “A tavola” (quasi a mo’ di invito a partecipare a un convivio), è stata inaugurata lo scorso 20 febbraio ed è aperta fino al 26 giugno. Il catalogo della mostra ospita tra l’altro anche i contributi dello chef Massimiliano Alajmo e del giornalista gastronomo Edoardo Raspelli

Olio Officina

Iscriviti alle
newsletter

Fari nella notte

Narrazioni. Mise della musica. Chet Baker. Ripensò alla moglie. «Jacques Brel. Lei solo quei maledetti insopportabili lagnosi francesi!». Pensò di non rientrare per cena. Non gli piaceva, del resto, neppure come cucinava. «Mi fermerò da qualche parte. Ora la chiamo»

Mariapia Frigerio


L’olio secondo Gualtiero Marchesi

Lo scrittore Nicola Dal Falco incontra il padre nobile della cucina italiana per un confronto su una materia prima tanto pregiata qual è il succo di oliva. “Quando vivevo con i miei genitori – racconta il grande cuoco – la merenda ideale era di versare l’olio sul piatto e, poi, intingere con del pane casalingo, tagliato a fette. Buonissimo”

Nicola Dal Falco


Il calendario dell’olio Agridè

Sfoglia, sfoglia, il calendario serve a metterci in contatto con lo scorrere dei giorni. C’è il passato che è passato da poco, ma poi pian piano si allontana, perché i giorni scorrono senza tregua. E c’è il presente così come c’è il futuro, che poi comunque ci raggiunge. Per dodici mesi ci accompagna, giorno dopo giorno, tanto vale averne uno bello e che ci rappresenti

Maria Carla Squeo


Abitare la terra

Coltivarla e farla rifiorire, è questo il primo pensiero sorto alla lettura del libro Educarci all'agricoltura sociale di Alfonso Pascale. “Far fiorire“ indica lo scopo finale del lavoro umano. La terra è un immenso giardino che Dio ha affidato alle cure dell’uomo perché egli lo coltivi e lo custodisca. Il libro mette in evidenza il valore dell’agricoltura sociale non in una forma nostalgica, ma come una nuova modalità di costruire un’impresa e di ridare bellezza al creato

Vito Angiuli

L’olivicoltore Jean Reno

Siate pronti, a breve sarà nelle sale il film di Rose Bosch, “Un’estate in Provenza”, prodotto da Ilan Goldman, con Jean Reno e Anna Galiena. Cosa ha di così speciale questa pellicola? Il protagonista, Paul, si rifugia tra gli olivi, dove trova grande sollievo. Gli alberi gli ridonano uno spirito e uno scopo. I nipoti lo costringono invece a confrontarsi con se stesso, e con il mondo. Sono due generazioni, l’una di fronte all’altra, a confronto

Olio Officina


Gli illusionismi del Naturale

Lo scempio che si fa di tale aggettivo deve metterci in guardia. Il consumatore viene investito sempre più da una propaganda fin troppo attraente. Occorre una maggiore tutela, individuando una specifica definizione. Per assegnare la qualifica di naturale a un cibo odierno, frutto di trasformazioni, trasporti e conservazioni di non breve tempo vogliamo non applicare le tecnologie termiche, conservative di pastorizzazione o addirittura di irradiazione? E inoltre: laddove si utilizzano diserbanti chimici o insetticidi, è possibile applicare la dizione di “naturale”?

Alberto Guidorzi


Cosa leggere nel 2016

Ci sono tanti libri in attesa di essere letti, noi ne consigliamo alcuni, da un romanzo storico di Tracy Chavalier sugli agricoltori migranti al nuovo romanzo ecologista di Muriel Barbery, in attesa dell’uscita, il 16 febbraio, del romanzo Le aggravanti sentimentali di Antonio Pascale e, in aprile, del saggio di Giorgio Boatti, Portami oltre il buio

Olio Officina


Il Paese dell'alcol

E’ in libreria per Einaudi un nuovo romanzo del premio Nobel per la letteratura Mo Yan. Contiene, nella storia che narra, una dura invettiva contro la corruzione, coltivata dai funzionari al potere e divenuta una necessità di sopravvivenza, che pervade la società. E’ un noir a tinte forti e insieme un ritratto inquietante della Cina profonda. L'ispettore Ding Gou'er è sulle tracce di un orrendo traffico che consente ad alcuni selezionati ristoranti di offrire ai propri clienti un cibo prelibatissimo: la carne di neonato

Olio Officina