Saperi

Carapelli for Art

Si è rivelata un grande successo l’iniziativa dedicata alle arti visive, segno che l’olio da olive piace molto agli artisti. Al concorso hanno partecipato in 577, in rappresentanza di ben 29 Paesi. La premiazione si svolgerà a settembre. Sin dalla sua prima edizione, il premio istituito da Carapelli Firenze si impone tra i concorsi più importanti 

Olio Officina

Carapelli for Art

I risultati raggiunti premiano in maniera piuttosto evidente una lodevole e certamente originale iniziativa. È stato un traguardo che viene definito “straordinario”, visto il grande seguito avuto sin dalla prima edizione. Molto interessante l’idea di organizzare una competizione all’insegna dell’arte.  A volerla, la storica Casa Olearia Carapelli Firenze, in occasione della celebrazione dei 125 anni dalla sua fondazione.

Sono arrivate 83 adesioni nella categoria “Accademia” e 494, invece, nella categoria “Open”, con creazioni artistiche arrivate da ben 29 Paesi del mondo. 

Attraverso i rappresentanti del mondo della cultura italiano, oltre che tramite il web, e con il passaparola degli artisti, questa iniziativa ha portato Carapelli for Art sotto i riflettori internazionali. 

In Europa le produzioni artistiche sono arrivate da Italia, Albania, Azerbaijan, Bulgaria, Federazione Russa, Francia, Germania, Moldavia, Polonia, Portogallo, Romania, Serbia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ucraina. 

Dalle Americhe: Argentina, Brasile, El Salvador, Messico. Dall’Asia: Bangladesh, Cina, Filippine, Giappone, India, Iran, Korea, Thailandia. 

Dall’Africa: Marocco.

Tale arcobaleno di culture, unitamente alle numerose tecniche utilizzate, evidenziano per “Carapelli for Art” un’alta qualità artistica delle proposte in concorso. 

Non sarà un compito facile per la giuria composta daesperti critici e curatori di arte, oltre che dal rappresentante di Carapelli Firenze. 

Citiamo al riguardoi critici e curatori di arte Federica Boràgina, Giulia Brivio, Matteo Innocenti, Gabriele Tosi e il rappresentante di Carapelli Firenze. 

Il poliedrico mondo delle arti ammesse in concorso comprende creazioni dedicate alla maestria nell’olio extra vergine di oliva, realizzate in diversi ambiti espressivi, dalla pittura alla fotografia, dalla scultura alle installazioni, fino a comprendere anche i video.

A giorni, entro il 31 luglio, verranno informati i vincitori del concorso. È in palio un montepremi totale, fra le due categorie, di dieci mila euro, e a settembre, in una data e una location da definire, verranno svelati i vincitori nel corso di un evento organizzato per lapremiazione di Carapelli for Art. Stay tuned www.carapelliforart.it

Immagine di apertura: categoria Accademia > Paolo Bufalini, Senza titolo, 2017, mazza da baseball deteriorata

Immagine di chiusura: categoria Open > Caterina Erica Shanta, Emersioni - 03, stampa inkjet su carta  

Iscriviti alle
newsletter