Saperi

La storia di Santagata, casa olearia avanguardista dal lontano 1907

Un’azienda storica, ultracentenaria, quella che i fratelli Santagata, Cristina e Federico, guidano con la stessa passione e lo stesso entusiasmo di chi li ha preceduti. In Una famiglia per l’olio si raccontano e ci accompagnano tra i loro luoghi, facendo rivivere al lettore i momenti che hanno segnato un nome conosciuto in oltre quaranta Paesi

Chiara Di Modugno

La storia di Santagata, casa olearia avanguardista dal lontano 1907

Un racconto, questo, di una famiglia, del profondo legame con la terra che le ha dato le radici, la Liguria, e dell’olio, il succo della loro storia.

Cristina e Federico Santagata hanno deciso di fermare in queste pagine le immagini che hanno segnato la storia ultracentenaria della loro azienda, e, quindi, della loro famiglia.

È la quinta generazione, quella dei fratelli Santagata, a condurre con la stessa passione e con gli stessi obiettivi una realtà fondata nel lontano 1907, a Camogli.

Perché l’azienda Santagata va oltre i concetti economici, meramente legati al profitto.

Certo, questo esiste e la capacità che ha avuto la famiglia di affermarsi in tutto il mondo dimostra che alle spalle vi è sia una progettualità ben definita, sia la presenza costante di una visione razionale di ciò che è il mondo del commercio.

Ma, come dicevamo, Santagata non si limita solo a elementi di questa natura per decidere come agire, ed è chiaro fin dalle prime pagine.

La forte appartenenza al luogo, ai terrazzamenti liguri, ha sempre delineato il modo di lavorare, oggi di Cristina e Federico, in passato del loro nonno e di chi lo ha preceduto e succeduto.

Ogni azione è pensata per far sì che il contesto sociale in cui sono immersi trovi del beneficio, che l’intera comunità possa trarne vantaggi.

L’anima dell’azienda arriva inevitabilmente al lettore, che viene catapultato in questa realtà grazie alle parole così ricche di emozioni dei protagonisti di questo viaggio.

Ogni capitolo si apre con le parole dei fratelli Santagata, filo conduttore di tutta la lettura, ma hanno prestato la loro voce anche altre figure al di fuori della famiglia, contestualizzando in modo diverso l’olio.

Tommaso Sitzia ha contribuito offrendo una visione dal taglio maggiormente ecologico e naturalistico, portando l’attenzione sull’importanza che gli ulivi hanno per l’ambiente e per l’equilibrio climatico.

Ma troviamo altri contenuti preziosi, offerti da nutrizionisti, come Giulietta Spadafora, che hanno deciso di delineare l’olio secondo le sue proprietà, soffermandosi su quali impieghi osservare per assumerlo nel migliore dei modi.

L’alimentazione ha un ruolo chiave nella nostra salute, non può essere in alcun modo trascurata, ed essere consapevoli di cosa si stia consumando è fondamentale.

E, infine, il libro presenta numerose ricette firmate con l’olio extra vergine Santagata.

Troviamo piatti più tradizionali, legati al territorio ligure, ma non solo: l’olio Santagata ha saputo farsi conoscere e farsi scegliere anche nelle grandi cucine orientali, come a Singapore, dallo chef Seita Nakahara.

Perché leggerlo? Perché Una famiglia per l’olio è un libro fatto di emozioni. Perché è percepibile il legame tra Cristina e Federico, e quando si tratta di fratelli c’è sempre della magia che li accompagna.

Soprattutto se i fratelli in questione lavorano fianco a fianco per costruire, ogni giorno, qualcosa di più grande.

Il libro è disponibile anche nella versione inglese.

Cristina e Federico Santagata, Una famiglia per l'olio. 110 anni di una storica impresa olearia in un racconto a più voci, Olio Officina, 2017, pp. 120, euro 18

Cristina e Federico Santagata, An olive oil family. 110 years of an olive oil business as told from different perspectives, Olio Officina, 2017, pp. 120, euro 18 

In apertura, foto di Olio Officina©

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter