Saperi

La voce di chi crede nell’olivicoltura

“Benvenuti su InfoXylella”, è in questo modo che alcuni imprenditori e studiosi si aprono al mondo dei social per ritagliarsi un proprio spazio, difendendosi da chi ne ha usurpato per mesi ruolo e centralità, fingendosi amanti dell’olivo ma senza minimamente preoccuparsi delle sorti dell’olivicoltura. Per ora è una pagina facebook, a breve anche un sito internet di pura e corretta informazione

Olio Officina

La voce di chi crede nell’olivicoltura

La pagina InfoXylella (“uno spazio di civile confronto e discussione”) la trovate QUI e potete seguirla semplicemente cliccando “mi piace”. Presto avrete ulteriori aggiornamenti. Per ora ci limitiamo a presentarla e soprattutto a consigliarla, nel granmde magma delle inziiative legate alla Xylella, ci sentiamo di consigliare qualcosa di cui fidarsi.

In questa pagina troverete informazioni lontane da sensazionalismi e deviazioni. Chi la segue, ha a cuore la propria terra, ama l’olivo e vive di olivicoltura, direttamente o indirettamente. C’è da fidarsi.

“La pagina – si legge – ha l'obiettivo di condividere informazioni e aggiornamenti sul problema della Xylella fastidiosa, il batterio che ha colpito gli ulivi (e non solo) del Salento”.
Vi potete trovare di tutto: “Novità dal mondo scientifico, informazioni rigorose, una raccolta di materiali, pubblicazioni e approfondimenti sul tema: il tutto verrà discusso col supporto dei principali esperti in materia e reso fruibile anche ai non addetti ai lavori. L'ambizione è quella di creare una piazza virtuale in cui interagiscono ricercatori, agricoltori e semplici cittadini, rispondendo a una sempre più pressante esigenza di chiarezza, contro la confusione imperante. La sfida che questa fitopatia pone – si legge in una delle note pubblicate – potrà essere affrontata degnamente solo con uno sforzo collettivo, ben radicato nelle evidenze scientifiche e col cuore teso alla tutela del patrimonio comune di questa terra”.

“Questo spazio – si aggiunge – vuole favorire la corretta informazione e stimolare un dibattito equilibrato. Per rendere possibile un confronto fruttuoso tra le persone che lo animeranno, vi chiediamo di attenervi a poche semplici regole”.

Quali sono queste regole?
“Per un corretto funzionamento la pagina sarà moderata e controllata secondo tre semplici principi:
a) eliminazione dei post non attinenti all’argomento specifico
b) cancellazione di post o commenti con contenuti o linguaggio offensivi e diffamatori
c) blocco ed espulsione di utenti che utilizzino contenuti o linguaggio offensivi e diffamatori".

Per ora è tutto. Nella bacheca della pagina fb InfoXylella vi è anche l’opportunità di prendere visione di immagini e documenti in presa diretta, così da poter ricordare che, nonostante gli atteggiamenti discutibili della Procura di Lecce, la Xylella è qualcosa di molto grave che va affrontato molto seriamente.

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter