Saperi

Libri da regalare a Natale

Ma anche da regalarsi, e magari anche da leggere. Un elenco di titoli che ci sono sembrati tra i più indicati per trascorrre un momento di relax sfogliando un po’ di pagine, anziché restando inchiodati immobili davanti al televisore. 1. continua

Olio Officina

Libri da regalare a Natale

Tanti i titoli in circolazione, noi ne abbiamo selezionato alcuni. Tra quelli più strettamente ispirati al mondo dell'alimentazione. Non si tratta di recensioni, ma di pure segnalazioni. Una selezione che abbiamo pensato per un pubblico che vuole qualità.

Franco Cardini, L'appetito dell'imperatore, Mondadori

Dall'ultimo pasto di san Francesco - santo ma segretamente goloso! - alla sontuosa tavola di Honoré de Balzac, dai cibi raffinatissimi del banchetto del Gran Khan alle uova con cipolle e scalogno care a Napoleone, passando per tre deliziosi intermezzi sul caffè, le castagne e i tartufi, Franco Cardini mette in campo la sua duplice esperienza di storico e di gourmet: e ci regala un libro appassionante, documentatissimo, pieno di profumi e di curiosità che solo lui poteva scovare tra le pieghe della grande storia. Spaziando dal Medioevo ai totalitarismi novecenteschi e non solo, Cardini torna alla narrativa con una serie di racconti gustosi, che sono anche un'illuminante testimonianza di come la cultura materiale sia specchio dello spirito di ogni popolo, e possa essere per lo storico una lente speciale per comprenderne i segreti. Ogni racconto è, così, corredato tanto da un'indicazione delle fonti quanto dalle ricette che Franco Cardini ha sperimentato, una per una, nella sua cucina fiorentina: dall'acquacotta al piccione glassato, dal cuscus magrebino alla crema Chantilly, ciascuno di noi potrà portare sulla propria tavola i sapori del passato, e ritrovare intatte le emozioni che essi racchiudono.

M. Paola Moroni Salvatori, Novecento in cucina. Bibliografia gastronomica italiana 1900-1950, Pendragon

Dai ricettari studiati per i difficili tempi di guerra ai manuali tecnici, dai primi opuscoli offerti dalle aziende ai best seller di Petronilla, un divertente e godibile viaggio tra libri che illustrano una passione: la cucina. Adesso che le classifiche dei libri più venduti sono dominate da questo argomento, offriamo quindi ai lettori bibliofili, e agli appassionati, questo volume che, oltre a un dettagliato scritto sulla storia dell'editoria gastronomica in Italia, offre le schede di oltre 500 titoli pubblicati tra il 1900 e il 1950.


Francesco Antinucci, Spezie. Una storia di scoperte, avidità e lusso, Laterza

Per lungo tempo - decine di secoli - le spezie hanno influenzato l'economia del mondo (di tutti i mondi, antico, medioevale, moderno) e di conseguenza hanno determinato gran parte della sua storia. Il prodotto più trasportato di questi che oggi chiameremmo a elevato valore aggiunto è stato, ad esempio, il pepe, una sostanza che non serve ad alcuna funzione, come d'altronde tutte le altre spezie. Ma perché l'uomo desidera tanto - anzi, sopra ogni cosa prodotti totalmente inutili? Perché in realtà essi assolvono a una funzione ancora più importante di quelli utili: se quelli utili servono a mantenerlo in vita, quelli inutili servono invece a rappresentarlo. E siccome la costruzione della propria immagine è stata ed è per l'uomo più importante di qualunque valore funzionale, la corsa alle spezie ha dato vita alla più lucrosa attività economica della storia umana. Francesco Antinucci racconta questa storia e la storia del veicolo primario delle spezie: l'arte culinaria. Alla fine di ogni capitolo ciascuno troverà le istruzioni per farne esperienza diretta, attraverso le ricette più tipiche e più eseguibili della cucina della Roma antica, del Medioevo e del Rinascimento.


Alessandro Marzo Magno, Il genio del gusto. Come il mangiare italiano ha conquistato il mondo, Garzanti

Il cibo italiano per eccellenza? La pizza, verrebbe da dire, oppure la pasta. Leggendo "Il genio del gusto" dovremo forse ricrederci, e scoprire come la nostra cucina sia stata in grado di accogliere lavorazioni e ingredienti da tutto il mondo per reinventarli e farli propri, costruendo attorno al cibo una cultura originale e una identità collettiva. Si svelano così le origini sorprendenti dei grandi protagonisti della gastronomia italiana: veniamo a sapere che la pasta ha origini arabe, che la pizza era preparata già dagli antichi greci, e che quando facciamo colazione al bar con caffè e croissant assaporiamo una bevanda turca accompagnata a un dolcetto che simboleggia la bandiera ottomana. Perché la cucina è sempre contaminazione, e migliora viaggiando e incontrando il diverso. La grandezza del genio italiano è stata ed è ancora - nel reinterpretare l'esotico, mescolarlo col casalingo e poi diffonderlo in tutto il mondo: la forchetta arriva a Venezia da Bisanzio ma è dall'Italia che si diffonde per il resto d'Europa; i bufali giungono in Campania e nel Lazio dall'Asia e poi la mozzarella conquista tutti i continenti; il barolo diventa il vino dei re e la produzione di prosecco si sta avvicinando a quella dello champagne. Ma Alessandro Marzo Magno racconta anche storie di innovazione e coraggio imprenditoriale tutte italiane: il carpaccio, inventato nel 1963 da Giuseppe Cipriani fondatore dell'Harry's Bar a Venezia; la macchinetta per il caffè espresso...


Giovanni Zucchi, L' olio non cresce sugli alberi. L'arte del blending, Fausto Lupetti editore

L’olio extra vergine di oliva fa parte della nostra cultura: con l’olio erano condite le nostre prime pappe. Se ancora lo amate, se volete conoscerne un pezzo di storia, mai raccontato prima, questo libro è stato scritto per voi. Queste pagine sono pronte ad accompagnarvi nell’appassionante viaggio alla scoperta di uno dei segreti dell’olio extra vergine di oliva, l’arte del blending, ovvero l’arte di unire oli da cultivar e provenienze diverse per creare accostamenti unici: la storia, la tradizione, l’artigianalità che valorizzano questa eccellenza della cultura mediterranea.
Attraverso lo sguardo di Giovanni Zucchi, scoprirete un approccio diverso, una ricerca costante, una passione sconfinata e una creatività istintiva, che, coinvolgendo tutti i sensi, vi stupiranno con esiti inattesi. Il libro contiene 12 ricette inedite dello chef stellato Claudio Sadler.


Simonetta Agnello Hornby, Un filo d'olio letto da Simonetta Agnello Hornby. Audiolibro. CD Audio Formato MP3, Editore Ermons

Dopo la pubblicazione per la Sellerio di Un filo d’olio, ora l'autrice racconta le lunghe estati della sua infanzia nella grande casa padronale della famiglia Agnello a Mose, in Sicilia, anche in un audiolibro. Siamo negli anni Cinquanta e la vita in campagna è immersa in un'atmosfera di sapori e profumi indimenticabili. Sono quelli che l'autrice descrive rievocando un mondo di personaggi, atmosfere e sensazioni, e che la sorella Chiara raccoglie in un prezioso ricettario.

Emanuele Bernardi, Il mais “miracoloso”. Storia di un’innovazione tra politica, economia e religione, Carocci

Cosa si nasconde dietro quel che mangiamo? Questo libro per la prima volta descrive, attraverso l’uso di fonti italiane e straniere, la diffusione nel nostro paese e in Europa di un particolare tipo di innovazione – il mais ibrido –, giunta dagli Stati Uniti dopo la Seconda guerra mondiale. Durante la Guerra fredda, istituzioni, partiti, tecnici, organizzazioni sindacali e Chiesa cattolica furono per questa via coinvolte, in vario modo, in un progetto di modernizzazione delle campagne italiane, che cambiò i modi di produzione e le abitudini alimentari di una nazione lanciata verso i consumi di massa. Emergono così i nodi che caratterizzano lo squilibrato sviluppo economico dell’Italia fino ai nostri giorni in una prospettiva globale.

Alice Lupi, Il vino è spiritoso, Book Sprint

L’autrice propone un punto di vista originale: il legame inscindibile tra la degustazione edonistica del vino e il gioco. Il mondo del vino è proposto in filastrocche; ritmi vivaci descrivono il ciclo della vite, la storia, la degustazione... Passaggi di scienze sociali e ludolinguistici aprono un percorso insolito che si snoda tra gli anfratti e le dualità che caratterizzano la vita quotidiana degli individui. Il vino è spiritoso si fregia della menzione speciale 2014 del prestigioso premio Oiv, Office International de la Vigne et du Vin.

Cosimo Damiano Guarini, LovOlio, Olio Officina

Con questo libro si entra nel cuore vivo di una dieta, quella mediterranea, tanto celebrata quanto poco conosciuta e praticata, soprattutto in un'epoca di disordine alimentare come la nostra, facile agli entusiasmi ma poco incline al rigore. Al centro delle attenzioni c'è il succo di olive, da cui deriva tutta la centralità che gli spetta di diritto nell'ambito di una corretta e salutare dieta. Quella mediterranea, appunto, una dieta tutta incentrata sull'olio da olive, quale alimento e condimento che amalgama sapori e gli stessi sapori veicola rendendo tutto più appetibile. All'interno del volume, oltre ai testi dell'autore, Cosimo Damiano Guarini, i contributi di Luigi Caricato, Sandro Vannucci, Massimo Marianetti, Maurizio Servili, Carlo Franchini, Luca Crocenzi e Franco Mandelli.


Cosimo Damiano Guarini, LovOlio Puglia, Olio Officina

Un viaggio all'insegna dell'olio da olive. La vera Puglia, secondo l'autore, l'agronomo Cosimo Damiano Guarini, non può che fondarsi sull'olivo, i grandi padri tutelari di una regione che ha fatto dell'olio la propria miniera. Il viaggio prende in considerazione gli antichi alberi millenari e svela un territorio in cui anche le ricette sono tutte oliocentriche. Il libro si sviluppa in dieci capitoli che aprono a una conoscenza approfondita di un territorio attraverso i propri punti di riferimento, fino a individuare una serie di percorsi, attraverso una mappa ideale che spinge il lettore a scoprire da un lato la buona tavola e, dall'altro, la bellezza di una molteplicità di paesaggi e masserie che conservano ancora intatto il proprio fascino.

Iscriviti alle
newsletter