Visioni

Quanto costa l’olio extra vergine? Quanto vale?

Tullia Gallina Toschi

Già, quanto costa e quanto vale l’olio extra vergine di oliva?

Per poterlo decidere bisogna sporcarsi le mani. Anzi, bisogna lavarsi le mani, senza saponi o profumi, asciugarle bene e poi prendere una o due olive mature tra le dita.

In questi giorni di novembre si trovano sugli alberi o ai mercati delle erbe. Sono scure e mature ma turgide, sane. Bisogna schiacciarle tra le mani, distruggendo la buccia e scoprendo la polpa bianco-violacea, poi frizionare le olive come se fossero scaglie di sapone, romperle e scaldarle. Quindi si avvicina il naso ed… ecco che si libera il fruttato. Profumo di erba tagliata, di foglie, di mandorla, di carciofo, di fiori.

Non c’è analisi chimica che dia maggior consapevolezza della qualità di un EVOO che annusare il fruttato ad occhi chiusi e memorizzare questo profumo. Il frutto dell’oliva.

Non l’odore di quell’EXTRA di qualità “legale” da 3 Euro al litro che è a malapena, o affatto, quel che promette di essere. Ma un olio prezioso che si impara a selezionare come EXTRAordinario. Che restituisce valore a chi lo produce e garantisce che si possa continuare a piantare l’olivo.

Se il fruttato è così, puro e nativo, è EXTRA, altrimenti meglio scegliere un onesto OLIO di OLIVA, che costa davvero per quello che dice di essere in etichetta.

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter