Economia pagina 3 di 30

La grande crisi. L'olio di girasole non rientra nelle quotazioni di mercato

Il governo ucraino ne ha sospeso le esportazioni, insieme ad altri beni alimentari. Questa decisione rende ancora più critico il quadro attuale, dove molti contratti stipulati in passato sono stati annullati, rendendo impossibili gli scambi e, di conseguenza, le valutazioni dei prodotti nei listini delle Camere di commercio

Olio Officina


Sono disponibili gli ultimi dati sulle importazioni mondiali di olio da olive

A novembre, l’indice di valore unitario relativo alle importazioni extra-Ue, della campagna 2021/2022, è aumentato del 53,5% rispetto allo stesso periodo della campagna precedente. I dati registrati dall’International Olive Oil Council, Coi, attestano che le importazioni in termini di volume, sempre nello stesso periodo di riferimento, sono diminuite del 45,2% rispetto alla campagna precedente

Olio Officina


Uno sguardo aggiornato al mercato internazionale delle olive da tavola

Le importazioni sono principalmente concentrate in cinque mercati, trainati dagli Stati Uniti con una produzione del 24%. L’osservatorio Coi restituisce i dati relativi ai primi mesi della campagna in corso, riportando una diminuzione dei volumi commerciati rispetto allo stesso periodo dello scorso anno

Olio Officina


Ucraina, i danni economici della guerra si riflettono in tutta Europa

Le conseguenze dell’invasione russa stanno incidendo, e continueranno a farlo, in modo determinante sulle economie dei Paesi membri. Il ministro dell’agricoltura spagnolo Luis Planas, si è rivolto alla Commissione europea chiedendo di attivare procedure per facilitare la disponibilità delle materie prime nel mercato unico, in modo da garantire la produzione evitando interruzioni nei diversi comparti. Tante le preoccupazioni dettate dallo scenario attuale, e per far fronte alle difficoltà occorre agire rapidamente e in un’ottica comune 

Olio Officina

Guerra all’Ucraina: il grandioso finale di un tiranno psicopatico

Una delle maggiori potenze militari del Pianeta ha brutalmente assalito un paese pacifico e inerme. Tutto il mondo libero è insorto, i mezzi di informazione di cento paesi seguono ora per ora la tragedia, che, giorno dopo giorno, si rivela, con evidenza sempre più inequivocabile, tragedia della follia. Il protagonista accusa il mondo intero, con asserzioni sconnesse e contraddittorie, di falsità, di odio razziale, di ogni colpa immaginabile e inimmaginabile, imponendo alle controparti ed ai commentatori di interrogarsi, con inquietudine crescente, sullo stato della sua salute psichica. Una notizia di stampa ha informato che le autorità statunitensi impegnate nel tragico duello avrebbero incaricato un’equipe di psichiatri di stilare una perizia sul leader russo

Antonio Saltini


Cosa succede sul fronte dei mercati oleari in conseguenza del conflitto russo-ucraino?

Non si preannuncia un periodo facile per il comparto oleario, vista la complicata situazione internazionale e l'incremento dei costi energetici e la revisione delle tariffe di nolo per camion e traghetti. La difficoltà nelle consegne degli oli di semi - e in particolare dell'olio di girasole - sta in compenso sostenendo il mercato dell’olio di sansa greggio e raffinato

Adriano Caramia


La storia può ancora penetrare nelle nostre vite private e trasformarle

Mentre la guerra del dittatore Putin insanguina l’Europa, è giunto il tempo della resistenza. In un saggio di Anne Applebaum sul fallimento della politica e il fascino dell’autoritarismo viene citato lo scrittore Ignazio Silone con i suoi illuminanti insegnamenti validi tutt’oggi: “i regimi passano ma il malcostume resta"

Alfonso Pascale


Crescita e nuovi scenari positivi attendono l’enoturismo pugliese

L’approvazione delle modifiche alla legge che disciplina l’enoturismo in Puglia sta registrando risultati importanti. Oltre a snellire le procedure volte al riconoscimento degli operatori impegnati in questo settore, vengono approvati nuovi soggetti che possono esercitare l’attività enoturistica, come i consorzi di tutela. Donato Pentassuglia, assessore all’agricoltura, si dice soddisfatto per quanto ottenuto e vede grandi opportunità di crescita per le imprese e per la valorizzazione del territorio

Roberto De Petro

L'ambientalismo? Quando è autolesionistico potrebbe ridurci alla fame

Il modo in cui l’Italia affronta i problemi ambientali è dettato da contraddizioni e incongruenze tra pensieri e azioni concrete. Così, nonostante il nostro Paese disponga di un’elevata quantità di metri cubi di metano in fondo al mare, pari a 90 miliardi, il 95% del fabbisogno di gas viene importato. Un altro forte limite dell’ambientalismo si rispecchia nella definizione di sicurezza alimentare: lo scenario attuale, dettato da conflitti e rincari dei costi delle materie prime, potrebbe incrementare il deficit alimentare sia in Italia, sia in Europa 

Alfonso Pascale


Lo stato del comparto oleario al 31 gennaio 2022

Secondo i dati forniti dall'Icqrf, sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell'olio, gli operatori del settore risultano pari a 22.613, dai quali risultano in giacenza 353.767 tonnellate di oli da olive, con incremento del 18,3% rispetto al 31 dicembre scorso (299.075 t). Le giacenze di olio sono leggermente superiori, +1,5%, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno  

Olio Officina


È l’olio Dop e Igp dall’origine certificata a polarizzare le attenzioni del mercato

Sarà Laura Turri, la presidente del Consorzio di tutela dell'olio extra vergine di oliva Dop Garda, a rappresentare le attestazioni di origine del comparto oleario. Nominata nuovo membro del Comitato Strategico di Origin Italia, l'Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche, sarà in carica per il triennio 2021 -2024. “Occorre abituarsi - ha detto - all’idea che gli extra vergini che portiamo sulle nostre tavole siano non dei generici oli, ma degli oli con nome e cognome”

Olio Officina


Dop e Igp? Sono i capisaldi dell'agroalimentare italiano

Le 49 denominazioni che costituiscono il comparto degli oli da olive generano un valore di 71 milioni di euro e in Toscana, Sicilia e Puglia si concentra oltre la metà del valore totale degli oli certificati. Nel 2020, la Dop economy registra numeri importanti per il Paese nonostante le difficoltà dettate dalla pandemia. Il 19% del fatturato totale dell’agroalimentare italiano è occupato dai prodotti con denominazioni Dop e Igp, per un valore pari a 16,6 miliardi di euro secondo il XIX Rapporto Ismea-Qualivita. L’impatto economico registrato è uniforme su tutta la penisola, con una concentrazione del valore nelle regioni del Nord, ma anche il Sud e le Isole hanno risposto bene, con un incremento complessivo del 7,5%

Olio Officina

Azioni mirate e nuovi interventi per il settore olivicolo

La Spagna ha avviato un nuovo progetto volto al riconoscimento delle organizzazioni di produttori e delle loro associazioni nel settore olivicolo. Lo scopo è quello di rendere maggiormente competitive e redditizie queste realtà, affrontando le debolezze attuali tramite i sostegni economici che l’Unione europea ha messo a disposizione del settore agroalimentare 

Olio Officina


Il bollino “Il Salvagente Zero Truffe”? Costituisce una pratica commerciale scorretta

Ricordate tutto il trambusto derivante dalla pubblicazione di un vecchionumero della rivista Il Salvagente dove venivano messi alla gogna 7 oli extra vergini di oliva su un totale di 15? Ora l’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha sanzionato con una pena pecuniaria la società Editoriale Novanta. La domanda che a questo punto ci si pone è la seguente: ha senso dare credito ed enfasi a iniziative così discutibili?

Olio Officina


Lo stato dell’olivagione mondiale 21/22 non conosce avanzamenti né arretramenti

Per quanto riguarda i Paesi produttori europei, la produzione risulta pari a circa 2 milioni di tonnellate, in linea con la media degli ultimi cinque anni. La direzione generale delle Politiche internazionali dell’Ue ha presentato lo stato della produzione e del mercato nel settore degli oli da olive e delle olive da tavola. Spicca l’incremento della Tunisia

Olio Officina


Verso maggiori tutele per gli olivicoltori spagnoli. Una strategia per vincere sul mercato

Il settore olivicolo gioca un ruolo chiave all’interno dell’economia del Paese iberico. Tuttavia, nonostante l’importanza riconosciutagli, sono ancora tante le debolezze a cui deve far fronte. A sostegno di tutti gli attori coinvolti, la Spagna metterà a disposizione un budget di 30 milioni di euro annui, consentendo alle figure interessate di cogliere le nuove opportunità previste dalla normativa comunitaria

Olio Officina

Il design che fa la differenza. I vincitori del contest “Le Forme dell’Olio” e “Le Forme dell’Aceto” 2022

Si tratta della nona edizione per gli oli e della quarta per gli aceti. Di anno in anno cresce l’interesse per la cura dei particolari, alla ricerca di due valori cardine: bellezza e funzionalità, ma anche di praticità ed ergonomia, senza escludere il lusso. Il titolo di designer dell’anno va all’agenzia spagnola CabelloxMure

Olio Officina


Cosa succede quando è lo Stato a condannare all’estinzione l’olivicoltura eroica del nord Italia?

Una follia istituzionale, il Decreto Ministeriale dello scorso 23 novembre 2021. Là dove si evidenziano i criteri e le modalità di utilizzazione del fondo destinato allo sviluppo e al sostegno della filiera olivicola-olearia, si negano nel contempo i diritti di sopravvivenza a un consistente numero di olivicoltori che da secoli esercitano in solitudine il delicato ruolo di tutori dell’ambiente e della biodiversità. Una dura e coraggiosa presa di posizione, quella del Consorzio dell’olio Dop Garda che lancia un grido d’aiuto

Olio Officina


La distribuzione moderna del cibo. Il secondo dopoguerra

Cosa comporta l’arrivo del frigorifero nelle case degli italiani? Si rivoluziona, per sempre, il modo di fare la spesa e di consumare i prodotti, comportando nuovi approcci da parte del settore agricolo. Anche lo sviluppo dell’industria alimentare, nel suo più ampio significato, modella i nostri atteggiamenti: lo spuntino, la pausa, i pasti fuori casa. Questi scenari sono mutati anche per la forte presenza pubblicitaria, capace di arrivare al cliente e inculcargli figure e modelli da seguire. Ma per capire questo bisogna partire dal secondo dopoguerra, quando l’intera società ha cominciato un lento e progressivo cambiamento [2. continua]

Alfonso Pascale


Lo spreco alimentare riguarda tutti: chi lo consuma, chi lo produce

Le industrie agroalimentari spagnole svolgono un ruolo determinante per la lotta agli sprechi. Se fino a qualche anno fa le azioni per il raggiungimento di questo scopo erano limitate a donare il cibo in eccedenza, oggi tutti gli attori della filiera vengono formati per lavorare in un’ottica sostenibile. Solo così l’adozione di pratiche e tecnologie innovative assume un valore maggiore. Il governo spagnolo affiancherà le aziende, con l'obiettivo di ridurre in modo consistente i rifiuti del settore entro il 2030

Olio Officina

Iscriviti alle
newsletter

Import ed export nazionale, il quadro attuale è sinonimo di ripresa

L’osservatorio Ester, Economia e Statistica dei Territori, ha fotografato la situazione attuale del mercato italiano, riportando informazioni relative alle dinamiche di commercio attuali. I dati registrati in merito all’export nazionale nei mercati esteri promettono bene, segnando numeri superiori rispetto al pre-pandemia. Un contributo fondamentale è stato dato dalle regioni settentrionali, che con 90,3 miliardi di euro hanno aumentato in modo significativo le esportazioni a livello territoriale. La ripresa ha interessato anche le importazioni, determinate da una crescita consistente della domanda interna e dalla totale ripartenza dei traffici commerciali

Olio Officina


In Spagna? Gli oli extra vergini devono essere maggiormente tutelati

I risultati del rapporto Authenticity Study 2020 hanno stabilito che tutti gli oli da olive prodotti nel Paese iberico sono conformi alle norme vigenti. Per migliorare il settore, e l’immagine stessa degli aceites de oliva, occorre procedere adottando meccanismi di autocontrollo certificati, con lo scopo di valutarne la conformità. I consumatori percepirebbero un maggiore impegno da parte dell’azienda, tradotto quindi in fiducia e nella conseguente scelta d’acquisto

Olio Officina


Il mercato nipponico ha bisogno dell’olio italiano

Il secondo Paese fornitore di extra vergine nel Sol Levante è l’Italia, e i dati registrati nel report Esportare olio extra vergine di oliva in Giappone sono molto positivi. Il progetto, realizzato da Ismea, fa emergere le forti difficoltà del mercato dovute alla pandemia, e alla relativa impossibilità di scambiare merci, ma si prospettano riprese importanti

Olio Officina


La distribuzione moderna del cibo. Gli albori

Cosa sappiamo di quel che oggi diamo per scontato andando al supermercato? Quasi nulla. Eppure l'attuale sistema distributivo degli alimenti, così come viene concepito, ha tutto un suo percorso che si è andato delineando progressivamente nel corso dei decenni, già a partire dall'Ottocento. Si va dai negozi alimentari, passando per i mercati comunali all'ingrosso fino ai grandi magazzini [1. continua]

Alfonso Pascale

Quando il cooperativismo diventa sinonimo di benessere sociale

Il governo spagnolo si sta impegnando in un progetto con lo scopo di promuovere l’associazionismo, mettendo a disposizione del settore agricolo quasi cento milioni di euro. Il ministro dell’agricoltura, Luis Planas, vede in questo tipo di sostegno la possibilità, per le aziende, di innovarsi e di lavorare a fondo sulle loro strutture imprenditoriali, generando valore e redditi maggiori

Olio Officina


Cosa, quanto e dove consumano gli italiani

Il rapporto Ismea sulle abitudini alimentari del 2021 fotografa in modo dettagliato come sia cambiato il modo di fare la spesa delle famiglie e quanto il ritorno a una graduale normalità abbia inciso, e stia incidendo, sulle scelte di acquisto. Di grande interesse i dati in merito al comparto oleario, non solo a livello nazionale. Nel dicembre 2021 è stato pubblicato, sempre da Ismea, un documento con l’obiettivo di comprendere più a fondo il mercato del settore oleario in Giappone. Rilevante il rapporto con il mercato italiano

Olio Officina


Le attestazioni di origine ora interessano e coinvolgono anche i Paesi lontani

C’è la Mongolia, per esempio, che registra un prodotto Igp. È un buon segnale prestare attenzione alle origini. Al momento sono 19 i Paesi Extra-Ue che hanno registrato un totale di 225 Indicazioni Geografiche nel sistema europeo Dop e Igp

Olio Officina


Uno sguardo sulla produzione mondiale di olio secondo l'osservatorio Coi

Le stime relative alla campagna 2020/21, confrontate con i dati dell'anno precedente, hanno segnato una diminuzione pari al 7,9%. Le tonnellate di olio prodotte dai Paesi membri dell’International Olive Oil Council rappresentano il 93,3% sul totale mondiale, ed è previsto un aumento del 2,9% nella campagna 2021/22 rispetto allo scorso anno

Olio Officina