Economia pagina 2 di 20

La sfida del Green Deal Europeo

La politica agricola dei prossimi anni è destinata ormai a cambiare radicalmente. Si sta puntando a rendere l'Europa il primo continente a impatto climatico zero. Entro il 2050. La nuova strategia di crescita sostenibile è inclusiva e stimola l'economia, migliorando nel contempo la salute e la qualità della vita delle persone, prendendosi cura della natura e senza lasciare indietro nessuno

Alfonso Pascale


Si scaldano i motori per far volare l’olio attraverso l’e-commerce

Storie aziendali. Intervista a Savino Agresti, ad dell’azienda andriese Agrolio. “Siamo solo agli inizi della crescita”, ha detto. “Abbiamo un piano strategico mirato alla visibilità e vendita online, interagendo sui social e con i visitatori dei nostri siti, in modo da poter raccontare in maniera autentica la nostra storia e i nostri prodotti, garantendo una shopping experiencetelematica completa ed efficace”

Anna Barattoni


I cambiamenti sociali e demografici influenzano i consumi di olio

A livello mondiale sono quasi raddoppiati negli ultimi trent’anni, soprattutto nei Paesi non aderenti al Coi.  Adesso rappresentano il 29% del consumo totale, rispetto al 14% di qualche decennio fa.Nostra intervista al direttore esecutivo del Consiglio oleicolo internazionale Abdellatif Ghedira, che dichiara “È inconcepibile che l’olio d’oliva costituisca solo il 3% di tutti gli oli utilizzati al mondo”

Luigi Caricato


Cosa significa Next Generation Eu

Le nuove proposte della Commissione Europea costituiscono una grande opportunità per l’agricoltura. Tuttavia, la loro implementazione costituisce indubbiamente anche un’enorme sfida politica, perché fa emergere in modo impietoso alcuni nodi irrisolti delle politiche agricole e degli assetti istituzionali

Alfonso Pascale

Mille ettari per far ripartire l’olivicoltura italiana

L’impegno delle aziende di marca si sta traducendo in qualcosa di molto concreto e utile, in quanto attraverso l’esempio sarà possibile trainare le piccole imprese portandole verso una nuova visione olivicola. È il caso dei Monini, che per festeggiare i cento anni dalla fondazione, hanno deciso di scommettere su un piano decennale destinato a rivoluzionare il settore

Luigi Caricato


Una oleoteca vista dal di dentro

A Spello, per chi ha piacere di capire come è fatta una oleoteca, si può andare a visitare e sperimentare una realtà modello, ideata e progettata in ogni minimo particolare dall'architetto (e anche produttrice in proprio) Monia Caneschi. Inizia da qui un nostro viaggio a puntate nelle oleoteche d'Italia e nel resto del mondo

Olio Officina


Lo stato del mercato degli oli da olive in Cina

Le importazioni di oli di oliva vergine e oli di oliva sono volati verso valori mai registrati così alti, con un incremento del 21% nella campagna 2018/19 rispetto all'annata precedente, raggiungendo così quota 45.871 tonnellate

Consiglio Oleicolo Internazionale


Perché lo Stato italiano non crede nella ricerca Ogm?

Dal 2002 in Italia non è possibile fare sperimentazione di campo con piante geneticamente modificate, a causa della mancata applicazione delle Direttive europee. In tutti i Paesi del mondo, invece, non si pone alcun freno al progresso. Eppure i cittadini hanno diritto di verificare i benefici che i prodotti biotecnologici possono offrire per il miglioramento dell’efficienza dei sistemi di coltivazione, la riduzione dell’impatto dei sistemi agricoli sull’ambiente e il miglioramento di qualità e sicurezza degli alimenti

Eddo Rugini

Per Monini si apre il decennio della sostenibilità

Pronto un nuovo modello di sviluppo. Già investiti oltre 10 milioni di euro, che diventeranno circa 25 entro il 2030. La nota impresa olearia spoletina quest'anno ha deciso di celebrare in questo modo il suo primo secolo di vita: un Piano strategico che si delinea attraverso un manifesto in tre atti – in campo, nella bottiglia, sulla tua tavola - con cui si ambisce a indicare una nuovo corso per l’olio extra vergine di oliva

Olio Officina


Lo stato del comparto oleario italiano aggiornato al 21 maggio

Nell'ultimo report dell'Icqrf, redatto sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio, emerge la presenza 343.028 tonnellate di oli da olive, a partire da 24.217 operatori attivi su un totale 26.322 stabilimenti. Le giacenze sono in leggero calo (-1,2%) rispetto al 14 maggio (347.112 t) e confermano la tendenza decrescente caratteristica del periodo. Nonostante ciò, le giacenze di olio continuano ad essere molto alte, superiori di circa un terzo rispetto al 15 maggio 2019 (+29,5%)

Olio Officina


Entra ufficialmente in scena l'Olio lucano Igp

È l’armonia tra le note olfattive e gustative la caratteristica specifica che è l'elemento comune e caratterizzante dell'olio extra vergine di oliva prodotto in Basilicata e che si avvale del marchio dell'Indicazione geografica protetta. All'assaggio si scorgono note aromatiche di erba fresca, carciofo, pomodoro, mandorla, mela

Olio Officina


Lo stato del comparto oleario italiano aggiornato al 14 maggio

Il report dell'Icqrf a partire dai dati contenuti nei registri telematici dell’olio. Gli operatori sono in tutto 24.217, con un totale 26.322 stabilimenti attivi. Risultano presenti 347.112 tonnellate di oli da olive. Le giacenze, in leggero calo (-1,7%) rispetto al 7 maggio scorso (353.279 t), confermano la tendenza decrescente caratteristica del periodo. Nonostante ciò, le giacenze di olio continuano a essere molto alte, superiori di circa un terzo rispetto allo stesso periodo del 2019 (+31,0%)

Olio Officina

Il mercato dell'olio in Giappone

Le importazioni degli oli di oliva vergini e oli di oliva sono aumentate del 24% nella campagna 2018/19 rispetto alla precedente, raggiungendo quota 68.981 tonnellate

Consiglio Oleicolo Internazionale


La gestione del rischio in agricoltura

I numeri della campagna assicurativa agricola 2019 confermano, per il terzo anno consecutivo, l'andamento positivo del mercato agevolato, con un rilevante elemento di novità rappresentato dal conseguimento del primato assoluto in termini di valori assicurati, pari a quasi 8,3 miliardi di euro, in crescita su base annua del 5,1%. È quanto emerge dalle stime Ismea, basate sui dati trasmessi dalle compagnie assicurative, pubblicate nel Rapporto sulla gestione del Rischio in agricoltura 2020

Olio Officina


Come appare il comparto oleario al 7 maggio 2020

Il report dell'Icqrf redatto sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio. Gli operatori sono 24.217, con un totale di 26.322 di stabilimenti attivi e 353.279 tonnellate di oli da olive. Le giacenze sono in leggero calo (-0,8%) rispetto al 28 aprile (356.255 t) e confermano la tendenza decrescente caratteristica del periodo. Nonostante ciò, le giacenze di olio continuano a essere molto alte, superiori di un terzo rispetto allo stesso periodo del 2019 (+33,3%)

Olio Officina


I social. Strategie di comunicazione

In un momento difficile come quello in cui stiamo vivendo, il web, e in particolare i social media, si riconfermano come il modo più veloce e immediato per comunicare con i propri clienti, a costi incredibilmente contenuti. Le aziende italiane? Sono presenti, ma in maniera approssimativa, e talvolta neppure nella giusta categoria di appartenenza. Come in qualsiasi strategia di comunicazione, anche sui social bisogna avere chiare le basi del marketing

Adele Bonaro

Ecco come appare il comparto oleario italiano a fine aprile

Il report dell'Icqrf sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio. Al 28 aprile 2020 gli operatori presenti sul registro telematico dell’olio sono 24.217, con un totale 26.322 stabilimenti attivi. Si dispone in tutto di 356.255 tonnellate. Le giacenze, in leggero calo (-1,3%) rispetto ad una settimana fa (361.051 t), confermano la tendenza decrescente caratteristica del periodo. Nonostante ciò, le giacenze continuano a essere molto alte, superiori di quasi un terzo rispetto allo stesso periodo del 2019 (+30,9%)

Olio Officina


Esiste in commercio anche l’acqua di oliva. Tutto ha un valore

Non è il frutto della fantasia, ma la preziosa collaborazione del Frantoio oleario Consoli - di Adrano, in Sicilia - con le università di Catania e Messina. In ragione di una tecnica di conservazione prontamente brevettata, si è provveduto a stabilizzare il prodotto immettendolo in commercio in grossi contenitori destinati alle imprese del settore farmaceutico e cosmetico

Olio Officina


Il vino Primitivo in Sicilia, l'olio Taggiasca in Puglia?

Battaglie enoiche, ora scende in campo anche il ministro Teresa Bellanova: non consentirò mai a un vino siciliano di chiamarsi Primitivo. La legislazione, si sa, protegge i riferimenti territoriali, attraverso le attestazioni di origine, ma non determina la protezione giuridica delle varietà, ed è impossibile impedire che queste possano essere coltivate altrove. La stessa problematica la vivono alcune aree olivicole celebri come la Liguria, in cui "la" cultivar fa la differenza commerciale

Maria Carla Squeo


Il comparto oleario italiano al 21 aprile. Lo stato dell'arte

Il report dell'Icqrf redatto sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio. Secondo gli ultimi rilievi gli operatori sono 24.217, con un totale 26.322 stabilimenti attivi e 361.051 tonnellate di olio da olive. Lo stock registra un leggero calo (-1,4%) rispetto alla settimana precedente (366.354 t). Le giacenze  continuano ad essere molto alte, superiori di quasi un terzo rispetto allo stesso periodo del 2019

Olio Officina

Iscriviti alle
newsletter

Comparto oleario ed effetti Covid-19. Siamo chiamati a una svolta

Le imprese olearie hanno servito costantemente le richieste della grande distribuzione, ma non tutte le aziende sono riuscite a vendere i propri oli. Occorre fare in modo che l’inevitabile crisi economica che seguirà immediatamente non sfaldi del tutto quanto di buono è stato realizzato negli ultimi decenni. Siamo tutti chiamati a inventarci un nuovo corso per non veder ridimensionati i consumi di olio extra vergine di oliva al giusto prezzo

Luigi Caricato


Il comparto oleario italiano al 7 aprile

Il report dell'Icqrf redatto sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio, comprende quanto riportato dai 24.217 operatori attivi su un totale di 26.322 stabilimenti. La quantità di olio detenuta nel Paese ammonta a 367.265 tonnellate, di cui 343.801 di prodotto sfuso

Olio Officina


Ripensare il lavoro in agricoltura

“In una situazione di emergenza – ci scrive Dino Scanavino, presidente nazionale di Cia-Agricoltori Italiani – ogni proposta è buona, se ha come obiettivo l’incremento dei lavoratori nel settore agricolo, dal reddito di cittadinanza ai voucher, sul cui ritorno, però, c’è la chiara avversione dei sindacati. Serve, oggi più che mai, una sanatoria per regolarizzare gli immigrati e gli irregolari che lavorano nei campi, insieme a una piattaforma per gestire i lavoratori stagionali”

Olio Officina


Voucher, basta fake news

Il vero problema - ci scrive il segretario generale della Uila-Uil Stefano Mantegazza - è l’incrocio domanda-offerta di lavoro. L’agricoltura - precisa - dispone già di lavoratori in eccesso a cui rivolgersi e di massima flessibilità nell’utilizzarli. Quello a cui il sindacato si oppone è l’ulteriore deregolamentazione dei voucher

Olio Officina

Il quadro del comparto oleario italiano a fine marzo

Il report con i dati al 31 marzo, elaborati sulla base di quanto presente nei registri telematici dell’olio. In questa fotografia del settore gli operatori sono 24.217, con un totale 26.322 stabilimenti attivi, mentre la quantità di olio disponibile è di 371.251 tonnellate, di cui 347.383 tonnellate di prodotto sfuso

Olio Officina


Arrivano i food designer

L’Italia si è sempre contraddistinta per la sua capacità di investire nella bellezza e nella funzionalità di molti dei beni in commercio, compresi gli stessi alimenti. Ecco allora presentarsi sulla scena un gruppo di cinque professionisti che hanno introdotto un nuovo modo di concepire il settore alimentare In che cosa consiste tutto ciò? Nel prendere in esame i motivi per i quali si compie un atto alimentare in modo da comprendere meglio come progettarlo e soddisfare in maniera adeguata le esigenze degli utenti

Olio Officina


I dati aggiornati del comparto olio

Il report con i dati al 23 marzo sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio. In questa fotografia del settore gli operatori sono in totale 24.217, con 26.322 stabilimenti attivi. La quantità di olio da olive detenuta in Italia dai soggetti obbligati a comunicarlo è di 372.342 tonnellate, di cui 348.296 tonnellate di prodotto sfuso

Olio Officina


Valore e benessere con le attestazioni Dop e Igp

Un’indagine Qualivita evidenzia da un lato i risultati dell’impegno del settore agroalimentare sul fronte della certificazione delle origini certificate e, dall'altro, riporta le linee guida di ricerca e comunicazione utili per consorzi e imprese. Non è nemmeno da sottovalutare il valore nutrizionale e nutraceutico del paniere delle indicazioni geografiche italiane così come emerge dal mondo della ricerca scientifica

Olio Officina