Economia pagina 2 di 20

I social. Strategie di comunicazione

In un momento difficile come quello in cui stiamo vivendo, il web, e in particolare i social media, si riconfermano come il modo più veloce e immediato per comunicare con i propri clienti, a costi incredibilmente contenuti. Le aziende italiane? Sono presenti, ma in maniera approssimativa, e talvolta neppure nella giusta categoria di appartenenza. Come in qualsiasi strategia di comunicazione, anche sui social bisogna avere chiare le basi del marketing

Adele Bonaro


Ecco come appare il comparto oleario italiano a fine aprile

Il report dell'Icqrf sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio. Al 28 aprile 2020 gli operatori presenti sul registro telematico dell’olio sono 24.217, con un totale 26.322 stabilimenti attivi. Si dispone in tutto di 356.255 tonnellate. Le giacenze, in leggero calo (-1,3%) rispetto ad una settimana fa (361.051 t), confermano la tendenza decrescente caratteristica del periodo. Nonostante ciò, le giacenze continuano a essere molto alte, superiori di quasi un terzo rispetto allo stesso periodo del 2019 (+30,9%)

Olio Officina


Esiste in commercio anche l’acqua di oliva. Tutto ha un valore

Non è il frutto della fantasia, ma la preziosa collaborazione del Frantoio oleario Consoli - di Adrano, in Sicilia - con le università di Catania e Messina. In ragione di una tecnica di conservazione prontamente brevettata, si è provveduto a stabilizzare il prodotto immettendolo in commercio in grossi contenitori destinati alle imprese del settore farmaceutico e cosmetico

Olio Officina


Il vino Primitivo in Sicilia, l'olio Taggiasca in Puglia?

Battaglie enoiche, ora scende in campo anche il ministro Teresa Bellanova: non consentirò mai a un vino siciliano di chiamarsi Primitivo. La legislazione, si sa, protegge i riferimenti territoriali, attraverso le attestazioni di origine, ma non determina la protezione giuridica delle varietà, ed è impossibile impedire che queste possano essere coltivate altrove. La stessa problematica la vivono alcune aree olivicole celebri come la Liguria, in cui "la" cultivar fa la differenza commerciale

Maria Carla Squeo

Il comparto oleario italiano al 21 aprile. Lo stato dell'arte

Il report dell'Icqrf redatto sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio. Secondo gli ultimi rilievi gli operatori sono 24.217, con un totale 26.322 stabilimenti attivi e 361.051 tonnellate di olio da olive. Lo stock registra un leggero calo (-1,4%) rispetto alla settimana precedente (366.354 t). Le giacenze  continuano ad essere molto alte, superiori di quasi un terzo rispetto allo stesso periodo del 2019

Olio Officina


Comparto oleario ed effetti Covid-19. Siamo chiamati a una svolta

Le imprese olearie hanno servito costantemente le richieste della grande distribuzione, ma non tutte le aziende sono riuscite a vendere i propri oli. Occorre fare in modo che l’inevitabile crisi economica che seguirà immediatamente non sfaldi del tutto quanto di buono è stato realizzato negli ultimi decenni. Siamo tutti chiamati a inventarci un nuovo corso per non veder ridimensionati i consumi di olio extra vergine di oliva al giusto prezzo

Luigi Caricato


Il comparto oleario italiano al 7 aprile

Il report dell'Icqrf redatto sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio, comprende quanto riportato dai 24.217 operatori attivi su un totale di 26.322 stabilimenti. La quantità di olio detenuta nel Paese ammonta a 367.265 tonnellate, di cui 343.801 di prodotto sfuso

Olio Officina


Ripensare il lavoro in agricoltura

“In una situazione di emergenza – ci scrive Dino Scanavino, presidente nazionale di Cia-Agricoltori Italiani – ogni proposta è buona, se ha come obiettivo l’incremento dei lavoratori nel settore agricolo, dal reddito di cittadinanza ai voucher, sul cui ritorno, però, c’è la chiara avversione dei sindacati. Serve, oggi più che mai, una sanatoria per regolarizzare gli immigrati e gli irregolari che lavorano nei campi, insieme a una piattaforma per gestire i lavoratori stagionali”

Olio Officina

Voucher, basta fake news

Il vero problema - ci scrive il segretario generale della Uila-Uil Stefano Mantegazza - è l’incrocio domanda-offerta di lavoro. L’agricoltura - precisa - dispone già di lavoratori in eccesso a cui rivolgersi e di massima flessibilità nell’utilizzarli. Quello a cui il sindacato si oppone è l’ulteriore deregolamentazione dei voucher

Olio Officina


Il quadro del comparto oleario italiano a fine marzo

Il report con i dati al 31 marzo, elaborati sulla base di quanto presente nei registri telematici dell’olio. In questa fotografia del settore gli operatori sono 24.217, con un totale 26.322 stabilimenti attivi, mentre la quantità di olio disponibile è di 371.251 tonnellate, di cui 347.383 tonnellate di prodotto sfuso

Olio Officina


Arrivano i food designer

L’Italia si è sempre contraddistinta per la sua capacità di investire nella bellezza e nella funzionalità di molti dei beni in commercio, compresi gli stessi alimenti. Ecco allora presentarsi sulla scena un gruppo di cinque professionisti che hanno introdotto un nuovo modo di concepire il settore alimentare In che cosa consiste tutto ciò? Nel prendere in esame i motivi per i quali si compie un atto alimentare in modo da comprendere meglio come progettarlo e soddisfare in maniera adeguata le esigenze degli utenti

Olio Officina


I dati aggiornati del comparto olio

Il report con i dati al 23 marzo sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio. In questa fotografia del settore gli operatori sono in totale 24.217, con 26.322 stabilimenti attivi. La quantità di olio da olive detenuta in Italia dai soggetti obbligati a comunicarlo è di 372.342 tonnellate, di cui 348.296 tonnellate di prodotto sfuso

Olio Officina

Valore e benessere con le attestazioni Dop e Igp

Un’indagine Qualivita evidenzia da un lato i risultati dell’impegno del settore agroalimentare sul fronte della certificazione delle origini certificate e, dall'altro, riporta le linee guida di ricerca e comunicazione utili per consorzi e imprese. Non è nemmeno da sottovalutare il valore nutrizionale e nutraceutico del paniere delle indicazioni geografiche italiane così come emerge dal mondo della ricerca scientifica

Olio Officina


Lo stato del comparto olio oggi

Ecco come si presenta il settore secondo il report Icqrf con dati aggiornati al 15 marzo 2020. Il documento è stato redatto sulla base dei dati riportati nei registri telematici dell’olio. Gli operatori presi in esame, e sui quali ricade l'obbligo della tenuta dei registri, ammontano a 24.217, con un totale 26.322 stabilimenti attivi. La quantità di olio detenuta nel Paese è di 371.979 tonnellate, di cui 349.717 tonnellate di prodotto sfuso

Olio Officina


Nuove date per il concorso MIOOA

In relazione all’evolversi dello scenario internazionale, con le gravi notizie che sopraggiungono di ora in ora, in seguito alla devastante diffusione del coronavirus tra le comunità dei vari Paesi nel mondo, l’organizzazione del MIOOA – il Milan International Olive Oil Award - ha deciso di modificare la data entro la quale devono giungere a Milano le campionature degli oli extra vergini di oliva in concorso: il 29 maggio 2020

Olio Officina


Le aziende al tempo del Covid-19

Esiste un rigoroso protocollo attraverso il quale si regolamentano nel dettaglio le misure per il contenimento della diffusione del Coronavirus negli ambienti di lavoro. La prosecuzione delle attività produttive può avvenire solo in presenza di condizioni che assicurino a chi lavora adeguati livelli di protezione

Olio Officina

La questione del numero di lotto

Non può essere indicato il lotto istituito per finalità interne all’azienda se questo non figura anche come lotto nel dispositivo di etichettatura del prodotto corrispondente. È quanto si legge in una circolare dell'Icqrf, a firma del direttore generale Oreste Gerini, dove sono riportate nel dettaglio le indicazioni circa la corretta modalità di tenuta del registro telematico

Olio Officina


Il comparto oleario italiano ad oggi nel report Icqrf

Come si presenta lo scenario del settore alla luce dei dati del sistema Sian aggiornati al 29 febbraio 2020, relativamente alla produzione e alle giacenze delle varie tipologie di olio da olive disponibile: la quantità di olio detenuta dai soggetti obbligati alla tenuta dei registri ammonta a 379.245 tonnellate, di cui 356.734 tonnellate sono di merce allo stato sfuso

Olio Officina


Italia leader mondiale con i prodotti certificati

Le Dop e le Igp fungono da traino per l’export e lanciano in modo efficace la cultura del made in Italy. È quanto emerge dal Rapporto Ismea/Qualivita 2019. La Dop economy è arrivata a pesare il 20% del fatturato complessivo del settore agroalimentare nazionale

Marcello Ortenzi


Un bicchiere per l'assaggio in terracotta smaltata

Il colore rosso ha oggettive forti influenze sul modo in cui noi percepiamo le cose e non sembrerebbe adatto a favorire una condizione di giudizio distaccata ed imparziale, ma... Il fondatore di TreeDream, il movimento culturale per la rinascita dell’olivicoltura d’alta quota italiana, si è imposto all'attenzione del Premio Le Forme dell'Olio presentando un insolito bicchiere da degustazione bianco-rosso. 

Flavio Lenardon

Iscriviti alle
newsletter

L’Algeria olearia si sta svegliando

Il ministro Ferhat Aït Ali Braham propone la creazione di un consorzio per l’esportazione degli oli da olive. Le potenzialità ci sono tutte per poter decollare e imporsi negli scenari internazionali. Quest’anno si dovrebbe raggiungere quota 120 mila tonnellate di olio prodotto

Maria Carla Squeo


L'olio d'oliva e le olive da tavola, i dati sul commercio mondiale

Uno sguardo ai dati commerciali, comunicati dal Coi, dell'olio d'oliva e dell'olio di sansa nei primi otto mercati nei primi due mesi dell' annata ottobre 2019 - novembre 2019. In Cina si è registrato un + 42% di importazioni, positivi anche il Brasile e la Russia, mentre sono diminuite in Australia,  negli Stati Uniti,  in Giappone e in Canada rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Le acquisizioni intra-UE sono aumentate del 21% mentre le importazioni extra-UE del 3% rispetto allo stesso periodo dell'anno solare precedente

Olio Officina


Il mercato internazionale: le importazioni di olio in Australia

Il Coi, Consiglio Oleicolo Internazionale, ha pubblicato gli ultimi dati della campagna 2018/2019 verificatasi in Australia  

Olio Officina


Boston, Providence, New York. Italia e Spagna insegnano l’olio

Add European extra quality to your life! Enjoy it’s from Europe. L’olio extra vergine di oliva oggi è conosciuto e apprezzato nell’universo mondo, ma non è ancora del tutto popolare. Ecco allora, fondamentale, l’iniziativa congiunta di due consorzi - Ceq Italia e QvExtra! - con il supporto dell’Unione europea

Luigi Caricato

Ecco il comparto oleario italiano oggi

Tutti i numeri, con i dati ricavati dal sistema Sian, aggiornati al 15 febbraio 2020. Al momento in cui è stato effettuato il report, gli operatori presenti sul registro telematico dell’olio sono 23.090, con un totale 25.389 stabilimenti attivi, mentre la quantità di olio detenuta presso i soggetti obbligati alla tenuta del registro è di 374.027 tonnellate, di cui 352.107 tonnellate di prodotto sfuso

Olio Officina


I tanti ostacoli alle importazioni d’olio italiano in Germania

Nonostante la libera circolazione delle merci in Unione europea, la Gdo tedesca sta ponendo serie difficoltà alle imprese italiane invitandole a riportarsi indietro le merci, soprattutto da quando, negli ultimi mesi, sono state introdotte le verifiche merceologiche mediante risonanza magnetica nucleare. A gestire il tutto, e in esclusiva, sono i Laboratori Eurofins. Ad oggi non si sa come funzionino i controlli e con quale grado di precisione/attendibilità vadano considerati i risultati. Il danno è enorme, anche perché non sussistono possibilità di contraddittorio

Olio Officina


Coi, i dati del mercato internazionale

Sono state rese note le variazioni nel consumo di olio da olive e di olive da tavola nel consumo globale. I dati ufficiali del Consiglio oleicolo internazionale nel dettaglio. Si tratta di rilievi provvisori, ma resta il fatto che i consumi siano aumentati dell'82,4% rispetto al periodo 1990/1991. Mentre, per ciò che concerne le stime relative alla campagna 2019/20, pare si attestino a un consumo superiore a 3 milioni di tonnellate

Consiglio Oleicolo Internazionale


Il mediatore merceologico

È l'advisor della filiera agroalimentare e i professionisti del settore si sono riuniti per il primo convegno nazionale voluto e organizzato da Fimaa a Bari

Adriano Caramia