Economia pagina 2 di 22

Si lavora all’ipotesi di un tavolo negoziale con gli Usa sui dazi doganali

Un azzeramento di almeno sei mesi per riprendere le trattative e avviare un dialogo costruttivo tra alleati. Questo l’auspicio, soprattutto ora che si è insediata la nuova amministrazione Biden. Le produzioni agroalimentari di eccellenza del made in Italy necessitano di un intervento decisivo, o, quanto meno, una moratoria

Roberto De Petro


Lo stato del comparto oleario al 31 dicembre 2020

Secondo i dati forniti dall'Icqrf, sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio, gli operatori del settore sono in tutto 20.626 per un totale di 336.404 tonnellate di oli da olive in giacenza, con aumento del 14,9% rispetto al 30 novembre 2020 (292.797 t). Le giacenze di olio continuano a essere superiori rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (+12,4%)

Olio Officina


Malumori e proteste in Puglia per le mancate risorse da spendere in agricoltura

Sono a rischio 158 milioni di euro e per fronteggiare l’emergenza sono stati chiamati in causa i parlamentari europei per un sostegno bipartisan al fine di ottenere una deroga bis.La Regione Puglia la chiederà infatti alla Commissione Europea per il secondo anno consecutivo. È paradossale che una istituzione che è di fatto tra le regioni italiane che dispone di maggiori risorse sia l’ultima nell’usufruirne

Roberto De Petro


Come procede il Psr 2014/2020 in Italia?

I dati provvisori, con l’aggiornamento della spesa pubblica al 31 dicembre 2020, sono a tutti gli effetti il termometro con cui viene indicato lo stato di salute dell’agricoltura del Paese. La Puglia è l’unica, fra le regioni e province autonome italiane, a non aver raggiunto il target di spesa previsto

Giuseppe Mauro Ferro

Legge di bilancio 2021. Oltre  un miliardo per l'agricoltura e le sue filiere

Conferma dell'esenzione Irpef per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali anche per il 2021. Ci sarà, in particolare, un Piano nazionale ad hoc per la ripresa e la resilienza. Tra i punti qualificanti, la valorizzazione e competitività delle filiere, il potenziamento del fondo emergenze alimentari, il sostegno per le donne, le nuove generazioni, le infrastrutture

Olio Officina


L’accordo in extremis tra Unione Europea e Regno Unito è stato raggiunto

Assicurata la libertà di circolazione di persone, beni, servizi e capitali. Le merci italiane ed europee potranno continuare a essere esportate nel Regno Unito senza alcun dazio, soprattutto per le produzioni agricole ed agroalimentari italiane. Un buon risultato, visto che nel 2019 il valore delle nostre esportazioni è stato di oltre 41 miliardi di euro. Tutto bene, ma resta la grande amarezza per una “separazione” che non sappiamo a chi effettivamente gioverà

Roberto De Petro


Cosa accade con gli aiuti Ue all'agricoltura in questi tempi difficili e bui?

Il settore primario ha fatto la sua parte in questo infausto 2020 e merita una giusta considerazione. Con il definitivo via libera agli aiuti straordinari stanz ati dall’Unione a sostegno del settore, l’impegno preso con gli agricoltori nelle aree rurali non verrà meno. Secondo il parlamento europeo Paolo De Castro, “gli Stati membri potranno ora definire le regole di commercializzazione e migliorare il funzionamento del mercato dell’olio d’oliva”

Roberto De Petro


Farm to Work, ovvero il trasferimento della miseria dalla fattoria alla tavola

L’UE, con la nuova Commissione e la proposta di Politica Agricola Comunitaria (la nota PAC) ha lanciato una sfida che ha denominato Green deal e ha come fine fronteggiare le minacce climatiche e il degrado ambientale in Europa e nel mondo. Dicendo questo, evidentemente, avrebbero la presunzione di essere imitati da tutti sul pianeta

Alberto Guidorzi

Lo stato del comparto oleario aggiornato al 30 novembre

Secondo i dati forniti dall'Icqrf, sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio, gli operatori del settore sono in tutto 24.217, con un totale di 26.322 stabilimenti attivi e di 292.797 tonnellate di tonnellate in giacenza, con um incremento del 14,4% rispetto al 4 novembre scorso (256.053 t). Le giacenze di olio continuano a essere molto alte, superiori del 33,8% rispetto al 30 novembre 2019

Olio Officina


L’agricoltura pugliese si gioca ora tutte le sue carte puntando sul futuro

Dopo l’olivicoltura e la questione della Xylella, passiamo in rassegna il comparto lattiero-caseario, la filiera ortofrutticola, il settore vitivinicolo e cerealicolo, e, infine, i grandi temi più spinosi, dal Psr al lavoro dei giovani. Prosegue la nostra intervista a Donato Pentassuglia, assessore all’agricoltura della Regione Puglia: “Dobbiamo avere una visione dei prossimi 20-30 anni, con investimenti che dovranno partire dalla prossima programmazione”

Roberto De Petro


Un piano straordinario per fronteggiare la Xylella. Bisogna ricreare subito reddito

Intervista a Donato Pentassuglia. Xylella, Psr, Consorzi di bonifica, 12 leggi prodotte, alcune delle quali inapplicate o ancora inapplicabili per eccesso di burocrazia. Si impone una svolta radicale. Ilneoassessore regionale all’Agricoltura della Puglia concorda: “il blocco delle attività ha creato molti danni e bisogna ridare fiducia a tutti”. In prospettiva, “anche i fondi del Recovery Fund per ricostruire il patrimonio olivicolo”

Roberto De Petro


L’olio 2020 Laudemio Frescobaldi raccontato per immagini e parole

La storica famiglia toscana non solo produce bene e con grande stile, ma sa anche comunicare altrettanto bene e in modo efficace. Ecco come presentano la produzione olearia dell'olivagione appena conclusa 

Olio Officina

nota stampa

A che punto siamo con l’olio. Carapelli Firenze affronta gli scenari di mercato

Una originale digital conversationper interrogarsi sulle dinamiche dei consumi di olio extra vergine di oliva in Italia, presentando le strategie aziendali e offrendo spunti di riflessione sulle dinamiche della nuova campagna olearia 2020/2021. Si punta su italianità e sostenibilità

Olio Officina


Lo stato del comparto oleario italiano aggiornato al 4 novembre

Secondo i dati forniti dall'Icqrf, sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio, gli operatori del settore sono in tutto 24.217, con un totale di 26.322 stabilimenti attivi. Le tonnellate di oli da olive in giacenza ammontano a 256.053, con aumento dell’1,6% rispetto al 28 ottobre scorso (252.049 t). C'è da osservare come le giacenze di olio continuino ancora ad essere molto alte, superiori del 49,8% rispetto al 31 ottobre 2019

Olio Officina


E-commerce, pro e contro

In questo periodo di pandemia mondiale l’e-commerce sta registrando una crescita esponenziale. Tutti ne vogliono aprire uno e diverse agenzie propongono soluzioni diverse, con la promessa di rendere le aziende in grado di vendere fin da subito. Le cose, però, non sono proprio così. Si tratta di un fenomenale canale di vendita, ma ha bisogno di un progetto e della competenza di esperti del settore

Adele Bonaro


Lo stato del comparto oleario italiano aggiornato al 28 ottobre

Secondo i dati forniti dall'Icqrf, sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio, gli operatori del settore sono in tutto 24.217, con un totale di 26.322 stabilimenti attivi. Mentre si attestano su 252.049 tonnellate gli oli da olive in giacenza, con una riduzione dello 0,1% rispetto al 21 ottobre scorso (252.224 t). C'è da osservare che le giacenze di olio continuano ad essere molto alte, superiori del 47,5% rispetto al 31 ottobre 2019

Olio Officina

Passo falso per la PAC. In Europa prevale la visione nostalgica del passato

Altro che sviluppo tecnologico, intelligenza artificiale, inclusione sociale, tutela dell’ambiente e mercati aperti e globali. L’impostazione della PAC per i prossimi sette anni resta sostanzialmente quella attuale. L’UE non è riuscita a elaborare una visione moderna e razionale della sostenibilità agricola all’altezza delle sfide globali che bisogna affrontare, specie adesso, con un’economia in ginocchio a causa degli effetti del Covid-19

Alfonso Pascale


Lo stato del comparto oleario italiano aggiornato al 21 ottobre

Secondo i dati forniti dall'Icqrf, sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio, gli operatori sono 24.217, con un totale 26.322 stabilimenti attivi, per una giacenza di oli da olive pari a 252.224 tonnellate, con riduzione dello 0,5% rispetto al 14 ottobre scorso (253.467 t). Le giacenze di olio continuano di conseguenza a essere molto alte, superiori del 54,1% rispetto al 15 ottobre 2019

Olio Officina


Perché l’ICQRF non cambierà né nome né modello organizzativo

Le aziende, onde evitare problemi e incorrere in sanzioni, non potranno usufruire di un servizio che invece le agevolerebbe, attraverso un “visto si stampi” delle proprie etichette da parte dell’ICQRF. A confermarci tale impossibilità è il sottosegretario alle Politiche agricole Giuseppe L’Abbate, da noi intervistato. Il quale tra l’altro ci spiega anche il motivo per cui non vi è alcuna intenzione, almeno finora, nel cercare di snellire l’attuale acronimo eliminando l’antipatica e spaventevole dicitura “repressione frodi”

Luigi Caricato


Il superbonus 110% per le abitazioni rurali

È senza dubbio una misura di grande interesse, quella introdotta con il Decreto Rilancio per ridare fiato all’economia in tempo di Covid-19. Nel dettaglio, tutti i soggetti che potranno beneficiarne

Marcello Ortenzi

Iscriviti alle
newsletter

Lo stato del comparto oleario italiano aggiornato al 14 ottobre

Secondo i dati forniti dall'Icqrf, sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio, gli operatori sono  24.217, per un totale 26.322 stabilimenti attivi, dove sono in giacenza 253.467 tonnellate in giacenza di oli da olive, con una riduzione del 1,5% rispetto al 7 ottobre scorso (257.421 t). Giacenze, va evidenziato, che continuano a essere molto alte, superiori del 54,9% rispetto al 15 ottobre 2019

Olio Officina


Lo stato del comparto oleario italiano aggiornato al 7 ottobre

Secondo i dati forniti dall'Icqrf, sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio, gli operatori sono 24.217, su un totale di 26.322 stabilimenti attivi, dove sono in giacenza 257.421 tonnellate di oli da olive, con riduzione del 1,1% rispetto al 30 settembre scorso (260.168 t). Le giacenze di olio continuano a essere molto alte, superiori del 46,0% rispetto al 30 settembre 2019

Olio Officina


Lo stato del comparto oleario italiano aggiornato al 30 settembre

Secondo i dati forniti dall'Icqrf, sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio, gli operatori sono  24.217, per un totale di 26.322 stabilimenti attivi, nel totale dei quali risultano 260.168 le tonnellate di oli da olive in giacenza, con riduzione del 1,3% rispetto al 23 settembre scorso (263.585 t). Le giacenze di olio, pertanto, continuano ad essere molto alte, superiori del 47,6% rispetto al 30 settembre 2019

Olio Officina


Cosa e quanto si produrrà nelle aree olivicole del Mediterraneo?

Le previsioni sono sempre utili, seppure in quanto tali aleatorie, finché il raccolto non è al sicuro. Le stime di produzione in questo periodo diventano come si può immaginare molto importanti, anche perché tracciano i possibili scenari delle disponibilità di qualità e quantità, con i relativi prezzi per gli scambi commerciali. Che olivagione sarà in Spagna, Portogallo,  Grecia, Italia, Turchia, Tunisia, Marocco e nei restanti Paesi?

Adriano Caramia

Lo stato del comparto oleario italiano aggiornato al 23 settembre

Secondo i dati forniti dall'Icqrf, sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio, gli operatori sono  24.217, con un totale 26.322 stabilimenti attivi. Ammontano a 263.585 le tonnellate di oli da olive in giacenza, con una riduzione del 1,8% rispetto al 16 settembre scorso (268.366 t). Le giacenze di olio continuano tuttavia ad essere molto alte, superiori del 47,5% rispetto al 15 settembre 2019

Olio Officina


nota stampa

Sono 8 i milioni di euro destinati a sostenere i frantoi pugliesi

È stato firmato dal ministro delle Politiche agricole Bellanova, subito dopo la firma del Mise e in attesa adesso di quella del Mef, il decreto attuativo che consente di sbloccare i fondi destinati a sostenere i frantoi pugliesi che hanno subito un calo di fatturato a causa delle eccezionali gelate di fine febbraio 2018. La soddisfazione della Filiera Olivicola Olearia Italiana

Olio Officina


Lo stato del comparto oleario italiano aggiornato al 16 settembre

Secondo i dati forniti dall'Icqrf, sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio, gli operatori sono  24.217, con un totale 26.322 stabilimenti attivi. Sono in tutto 268.366 le tonnellate di oli da olive in giacenza, con una riduzione del 2,7% rispetto al 31 agosto scorso (275.782 t). Le giacenze di olio continuano ad essere molto alte, superiori del 50,1% rispetto al 15 settembre 2019.

Olio Officina


Sugli scaffali la Selezione Italiana Monini, linea Alta Qualità, certificata e garantita dal marchio Ceq

Il lancio di questo percorso virtuoso e pioneristico segna una nuova tappa per il comparto oleario italiano. A dare il via al nuovo corso è la nota azienda spoletina, la quale ha deciso di puntare in maniera coordinata e strategica su origine, tracciabilità e qualità superiore certificata. Non con dichiarazioni generiche, ma attraverso un bollino di garanzia collocato sull’etichetta, in bottiglia

Olio Officina