Economia

Cosa significa Novel Food

Mosche, cavallette, larve della farina, grilli, bachi da seta e altri insetti edibili. Cosa c'è da sapere, dal punto di vista normativo, per avviare un'attività che li preveda nella sfera alimentare? Valgono i medesimi temi di tracciabilità, controllo di filiera, sicurezza sugli standard qualitativi e sanitari, che valgono anche per altri alimenti?

Giorgia Antonia Leone

Cosa significa Novel Food

Si sostiene con evidenze scientifiche che alcuni insetti (come ad esempio: mosche, cavallette, larve della farina, grilli e bachi da seta) siano ricchi di proteine da un punto di vista nutrizionale ed abbiano persino caratteristiche importanti di ecosostenibilità.

È già possibile trovarli nella loro forma edibile in alcuni paesi dell’Unione Europea (ad esempio in Belgio), assolutamente in “regime di tolleranza”. Di tali prodotti se ne parla nel Regolamento (UE) 2015/2283.

Il Regolamento UE prevede che i 'novel food', così chiamati in gergo, vengano comunque sottoposti a una specifica autorizzazione all’immissione in commercio e, come è stato chiarito dalla Direzione Generale Igiene, Sicurezza alimenti e Nutrizione del Ministero della Salute italiano: «Alcuni Stati membri hanno ammesso, a livello nazionale, la commercializzazione di qualche specie di insetto in un regime, appunto, di “tolleranza”.

In Italia, invece, sia chiaro ancora «non è stata ammessa alcuna commercializzazione di insetti» e di conseguenza l'immissione in commercio «potrà essere consentita solo quando sarà rilasciata a livello UE una specifica autorizzazione in applicazione del regolamento».

L’E.F.S.A., ossia l'ente europeo per la sicurezza alimenare che ha sede a Parma, ha osservato come i rischi microbiologici derivanti dal consumo di insetti possano in buona sostanza essere paragonati a quelli che, alla tregua, si corrono nutrendosi di carne come polli, manzo, pesce et similia.

La condizione per l'edibilità degli insetti è che essi vengano nutriti con mangimi attualmente autorizzati e come tali sani e salubri. Le tematiche che si collegano ai 'novel food' sono ovviamente molteplici, come -ad esempio- la regolamentazione dell’uso di antibiotici, che sarebbero necessari anche negli allevamenti di insetti, ma da impiegare con cautela e nel rispetto della rigorosa sicurezza alimentare per non favorire eventuali resistenze batteriche.

Va precisato che anche per gli insetti edibili valgono i medesimi temi di tracciabilità, di controllo di filiera, di sicurezza sugli standard qualitativi e sanitari, che valgono per altri alimenti.

L'illustrazione di apertura (Insetti) è di Nebula ed è tratta dal numero 4 di OOF International Magazine

Iscriviti alle
newsletter