Economia

Etichette alimentari chiare

È importante oltre alla loro semplicità, anche e soprattutto la leggibilità. Per questo un regolamento comunitario stabilisce tassativamente le dimensioni minime dei caratteri tipografici. Le considerazioni del Centro Studi Diritto Alimentare-Food Law

Giorgia Antonia Leone

Etichette alimentari chiare

CHIAREZZA, SEMPLICITÀ E LEGGIBILITÀ DELLE ETICHETTE ALIMENTARI


Con il regolamento U.E. n 1169/2011 è stata definita la dimensione minima dei caratteri tipografici delle etichette dei prodotti alimentari. Esse devono essere di almeno 1,2 mm (0,9 mm per le confezioni più piccole). 

Le informazioni obbligatorie, comprese le indicazioni nutrizionali, nonché quelle relative all’origine devono trovarsi nel medesimo "campo visivo" della denominazione di vendita. 

Nel caso in cui la superficie della confezione sia inferiore a 10 cm quadrati basta riportare le notizie essenziali: denominazione di vendita, allergeni eventualmente presenti, peso netto, termine minimo di conservazione ("da consumarsi preferibilmente entro …") o data di scadenza ("da consumarsi entro …").

Per quanti desiderino contattare il Centro Studi Diritto Alimentare-Food Law, è possibile farlo scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: avvocati.csda@libero.it

In apertura foto di Olio Officina

Iscriviti alle
newsletter