Economia

Il mercato oleario negli Usa: focus sulle importazioni

I dati del Consiglio Oleicolo Internazionale, Coi, per l’annata 2020/21 hanno registrato un calo del 3% rispetto alla campagna precedente, per un valore pari a 379.539 tonnellate di olio di oliva vergine importato. I Paesi di riferimento per l’acquisto di olio da olive sono Italia, Spagna e Tunisia, dai quali proviene circa il 78.9% delle importazioni totali

Olio Officina

Il mercato oleario negli Usa: focus sulle importazioni

Gli Stati Uniti hanno importato 379 539 tonnellate di olio di oliva vergine nella campagna 2020/21, pari al 3% in meno rispetto alla campagna 2019/20.

Grafico 1 - Importazioni staunitensi di olio da olive

 Olio da olive e olio di sansa di oliva

Gli Stati Uniti contribuiscono a circa il 35% delle importazioni mondiali di olio da olive, mentre le importazioni in Unione europea occupano il 15% sul totale, in Brasile l’8%, in Giappone il 6% e in Canada il 5%: sommati, i quattro mercati corrispondono al 69% delle importazioni mondiali.

Grafico 2 - Percentuale delle importazioni mondiali di olio da olive e olio di sansa di oliva (media ultimi sei anni)

Gli Stati Uniti hanno importato 390 534 tonnellate di olio da olive e olio di sansa d'oliva nella campagna 2020/21, ovvero l'1,6% in meno rispetto all'anno precedente.

Circa il 78,9% delle importazioni statunitensi di olio da olive proviene da Italia, Spagna e Tunisia, seguito dal Portogallo con il 6,6% e dalla Turchia con il 4,5%.

Tabella 1 - Importazioni in tonnellate di olio da olive e olio di sansa di oliva per Paese partner 

Grafico 3 - Importazioni 2007/2008 - 2020/2021 (x 1000 t)

Per categoria di prodotto, il 73% delle importazioni rientra nel codice 15.09.10, ovvero olio di oliva vergine, il 24,2% sotto il 15.09.90, quindi olio da olive, e il restante 2,8% sotto 15.10,00, olio di sansa d'oliva.

Grafico 4 - Distribuzione delle importazioni in tonnellate per categoria di prodotto 2020/2021

Grafico 5 - Variazioni delle importazioni per catgoria di prodotto 2007/2008 - 2020/2021 (x 1000 t)

Per quanto riguarda il tipo di imballaggio utilizzato, l'Italia utilizza principalmente contenitori inferiori a 18 kg; solo il 7,1% dei suoi contenitori registrano un peso superiore, mentre i contenitori di 18 kg o di portata superiore sono stati utilizzati più del 75% delle importazioni totali in Spagna, Turchia, Cile, Marocco, Austria, Paesi Bassi, Australia ed Egitto.

Tabella 2 - Distribuzione delle importazioni per categoria di prodotto e Paese partner, 2020/2021

Mappa 1 - Flussi di importazioni statunitensi e produzione mondiale 2020/2021,  dati provvisori

In apertura, foto di Olio Officina©

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter