Economia

Importazioni di olio da olive, verso quale direzione si stanno muovendo le tendenze

Le importazioni registrate dall’osservatorio Coi nella campagna 2020/2021 sono diminuite del 9% rispetto a quella precedente. Nonostante questo calo, le importazioni dell’ultima annata restano di 100mila tonnellate al di sopra rispetto alla media degli ultimi anni, un dato sicuramente non trascurabile per comprendere le dinamiche del mercato

Olio Officina

Importazioni di olio da olive, verso quale direzione si stanno muovendo le tendenze

Le importazioni mondiali di olio da olive sono diminuite del 9% nella campagna 2020/21, e, più nello specifico, le importazioni sono diminuite del 3% nei paesi non Coi, che contribuiscono a circa l'80% delle importazioni totali.

[I dati riportati dall’Osservatorio sono ancora provvisori]

Evoluzione delle importazioni di olio da olive

Gli otto mercati principali a cui si fa riferimento provengono da: Stati Uniti con il 35%, Extra Ue con il 17%, Brasile con l'8%, Giappone con il 6%, Canada con il 5%, Cina con il 4 %, Australia con il 3% e Russia con il 2%.

Nella campagna 2020/21, le importazioni da questi mercati sono diminuite del 10,8% rispetto al 2019/20, interrompendo la tendenza al rialzo registrata dal 2016/17. 

Nonostante ciò, le importazioni nel 2020/21 restano di 100mila tonnellate al di sopra della media degli ultimi anni.

Andamento delle importazioni di olio da olive in alcuni dei principali mercati

Andamento mensile delle importazioni di olio da olive, 2020/21

Le importazioni provengono principalmente dalla Spagna, che contribuisce per il 29,2% al totale delle importazioni (-2,9% rispetto allo stesso periodo della campagna precedente), seguita dalla Tunisia con il 26,8%, dall'Italia con il 20,4%, dal Portogallo con il 10,6%, dall'Argentina con il 3%, Turchia con il 2,9%, Grecia con il 2,2%, Cile con l'1,7% e Marocco con l'1,2%.

Variazione delle importazioni di olio da olive per Paese

Circa il 75,8% delle importazioni totali rientrava nel codice 15.09.10 (olio d'oliva vergine), il 18,3% nel codice 15.09.90 (olio da olive) e il restante 5,8% nel codice 15.10.00 (olio di sansa d'oliva).

Importazioni nei principali mercati per Paese partner e per tipologia di olio da olive, 2020/21 

In apertura, foto di Olio Officina©

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter