Economia

Mezzogiorno in tavola

Come comunica l’olio? Quali sono le campagne pubblicitarie del passato e del presente? Iniziamo con la Nicola Pantaleo di Fasano, per un viaggio alla scoperta dei diversi approcci con la promozione di vendite e consumi. Con una galleria di immagini

Olio Officina

Mezzogiorno in tavola

Il passato è stato glorioso per tutti, poi la pubblicità dell’olio ha avuto un freno, ma noi siamo così curiosi da cercare di capire come si muovono le aziende olearie. Iniziamo da un’azienda del sud, la pugliese Nicola Pantaleo.

Il mercato di riferimento è soprattutto all’estero, ma in Italia non ha mai trascurato l’attenzione per la comunicazione, sia attraverso la pubblictà tabellare tradizionale, sia attraverso la paertcipazione a venti, come pure a iniziative culturali legate alla cultura in senso stretto e anche alla produzione video, sia essa cinematografica, sia televisiva.

Ci concentriamo sulla pubblicità tradizionale, con una selezione di alcune campagne pubblicitarie.

Pantaleo ha puntato espressamente su uno sloga molto centrato anche con la stessa collocazione geografica dell’azienda: Mezzogiorno in tavola. Viene messo in evidenza il piacere e il desiderio di riportare su ogni tavola le virtù di una sana alimentazione, unitamente al gusto delle cose più semplici e genuine. Un altro slogan trainante è “Olio Pantaleo. Di ogni piatto fa un capolavoro”.
Un altro slogan, rivolto al canale distributivo, e altrettanto esplicito nel messaggio, è “Alta fedeltà alla marca. Alti volumi di vendita”.

Si legge nel loro sito internet che si tratta di “un richiamo alla tradizione gastronomica del Mezzogiorno d’Italia, ma anche un esplicito riferimento ai valori della famiglia. Ai bei tempi in cui ci si riuniva attorno alla tavola a mezzogiorno per consumare il pasto principale della giornata”.

“Su questi fondamentali concetti – spiega Donato Pantaleo – sono state costruite, negli ultimi anni, importanti campagne di comunicazione rivolte ai consumatori e veicolate sia attraverso affissioni di grande e medio formato, sia con annunci stampa pianificati su riviste specializzate e settimanali.

La bottiglia nella sua forma è quella tradizionale ed esclusiva che è stata realizzata nel 1967. Non la si è mai abbandonata anche perché “ha sempre incontrato un grande apprezzamento da parte dei consumatori. Agli inizi del nuovo millennio sono stati effettuati ingenti investimenti al restyling del marchio e delle etichette. In seguito sono state apportate altre novità, nuove linee di produzione. Per ora ci limitiamo a mettere nella galleria immagini le principali creatività.

Iscriviti alle
newsletter