Mondo

Cento anni di Confagricoltura

Sarebbe stata la grande casa dell'agricoltura italiana, alla pari delle sue consorelle di altri grandi paesi europei, se nel 1944, appena ricostituitasi con un ordinamento democratico dopo la fase corporativa del ventennio fascista, non avesse subito una insidiosa scissione per iniziativa della Dc. A sostenerlo uno dei più autorevoli sudiosi del mndo agricolo

Alfonso Pascale

Cento anni di Confagricoltura

Auguri alla Confagricoltura per il suo centesimo compleanno. Un'organizzazione vivace e pienamente laica. Sarebbe stata la grande casa dell'agricoltura italiana, alla pari delle sue consorelle di altri grandi paesi europei, se nel 1944, appena ricostituitasi con un ordinamento democratico dopo la fase corporativa del ventennio fascista, non avesse subito una insidiosa scissione per iniziativa della Dc. Ha dovuto così fare i conti, per oltre settant'anni, con la concorrenza spietata di un'organizzazione confessionale, populista e assistenzialista, come la Coldiretti. Le campagne del nostro paese portano ancora le cicatrici di queste divisioni, all'origine degli squilibri e delle debolezze del nostro settore primario.

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter