Esperienze

C’è una tecnica per ridurre il rischio di contaminazione dei prodotti alimentari

Si tratta delle Ngs, Tecniche di sequenziamento di nuova generazione, che stanno rivoluzionando il campo della microbiologia e, in particolare, degli alimenti. L’Irta, in collaborazione con importanti istituzioni, intende dimostrare al settore agroalimentare catalano come questo strumento consenta il controllo microbiologico dell’ambiente di lavorazione e dei prodotti stessi, apportando alla qualità un miglioramento significativo

Olio Officina

Le acque reflue come valide risorse per combattere la siccità

Le attività promosse con l’accordo tra l’Istituto per la protezione sostenibile delle piante e l’Istituto di ricerca sulle acque del Cnr si inquadrano nelle strategie di sostenibilità e circolarità del ciclo di trattamento di questa tipologia di acque che rappresentano una potenziale opportunità di sviluppo: oltre al loro rilevante contenuto in sostanze fertilizzanti indispensabili alle colture, sono costituite per oltre il 99% da “acqua dolce” e quindi sono particolarmente preziose

Olio Officina


A “Il Grifone” si rispettano i tempi della natura a partire dall’extra vergine

Il ristorante fine dining di Palazzo di Varignana entra all’interno della Guida Michelin e, con l’arrivo della primavera e dell’estate, propone una nuova carta studiata per celebrare in ogni piatto la stagionalità delle materie prime. Il nuovo menù rivolge uno sguardo al territorio che circonda l’azienda agricola e offre ai commensali quattro nuove pietanze che meglio rappresentano la filosofia e l’identità del locale, studiate dall’Head Chef Francesco Manograsso, come agnello arrosto e risotto alle ostriche

Olio Officina


Gagliardo e decisamente erbaceo il Mimì Coratina

Saggio Assaggio. Il monocultivar di cui vi vogliamo parlare – limpido e giallo con riflessi verdini- porta il soprannome di Domenico Conserva, chiamato così da chi gli voleva bene. Troppo presto un brutto incidente lo ha portato via alla sua famiglia, che ha deciso di onorarne la memoria continuando a far vivere il suo sogno di dedicarsi a tempo pieno ai suoi ulivi. Oggi, con il nuovo frantoio nato nel 2015 e con 24mila piante allevate su 80 ettari, chiunque decida di acquistare gli extra vergini dell'azienda pugliese non potrà che apprezzarne la qualità

Renzo Ceccacci


Dalla cultivar simbolo della Calabria l’extra vergine della famiglia Mazzei

Saggio Assaggio. Al gusto c’è sapidità e armonia in questo olio Biologico 100% italiano, ottenuto dalla spremitura di sole olive Carolea e adatto sia in cottura sia a crudo. L’azienda a nome Leolio è condotta da Ilenia e Silvio con la stessa passione di nonno Mario, che già negli anni Sessanta iniziò a credere nella terra che ancora oggi li ospita, Belcastro, in provincia di Catanzaro

Luigi Caricato


Una maggiore sicurezza alimentare a partire da un biosensore

I prodotti alimentari contaminati devono essere ritirati dal mercato e successivamente smaltiti. Il conseguente spreco di cibo e l’ingente perdita economica hanno contribuito a intensificare la ricerca per realizzare nuove tecnologie per una sensoristica veloce, accurata e che in poco tempo possa essere trasferita ai laboratori di analisi. Dal Cnr-Ismn di Bologna, una nuova architettura di biosensore ottico, la cui vasta applicabilità è stata dimostrata nella rilevazione di composti sia ad alto che a basso peso molecolare di interesse per la sicurezza e la qualità nella catena di produzione del latte

Olio Officina


Il preludio della nuova generazione Malandrino nell’olio “Lucenico”

Saggio Assaggio. Sono gli anni Cinquanta quando, a Laureana Cilento, Gennaro avviò la sua attività nel comparto oleario, dando una forte spinta propulsiva a tutto il territorio. Oggi sono le sue nipoti, Antonella, Angelica e Clara, a condurre l’azienda. In questo extra vergine a marchio Dop Cilento, il cui nome è un omaggio a Luciano e Domenico, figli di due delle tre sorelle, colpisce il colore giallo dorato dai riflessi verdi, morbido e armonico al palato

Luigi Caricato


Una olivicoltura più integrata con aspetti sociali e ambientali è un passo necessario

Nell’ultimo censimento effettuato da Seo/BirdLife, impegnato a proporre un modello olivicolo che tuteli la biodiversità senza compromettere la redditività degli agricoltori, negli ultimi dieci anni si è registrato un calo della popolazione dell’albanella minore tra il 23 e il 27%. La causa principale è una visione produttivista e una notevole riduzione dei campi di cereali, ideali per la riproduzione di questa e altre specie di volatili

Olio Officina


Sono trenta gli anni del Consorzio dell’Aceto balsamico di Modena Igp

Celebrati nel Palazzo Ducale di Modena, il Consorzio si è costituito nel 1993 con appena dodici produttori, oggi cresciuti esponenzialmente fino a quarantanove soci e da sempre percorre la strada della promozione e della valorizzazione di uno dei prodotti maggiormente identitari del territorio emiliano. Il suo successo ha fatto sì che divenisse particolarmente imitato - sono recenti i casi emblematici che hanno coinvolto Cipro e la Slovenia – e la sua tutela con numerosi interventi è diventata sempre più necessaria

Olio Officina


Iscriviti alle
newsletter

Voglio vendere l’olio online. Cosa devo fare?

La gestione di un negozio online richiede attenzione e cura di tanti dettagli, a partire da una corretta strategia studiata per il pubblico a cui ci si rivolge. Per aumentare le vendite di extra vergine, innanzitutto, si devono conoscere bene i gusti e le necessità dei potenziali clienti per poter proporre oli che rispecchiano quella che per l’acquirente è l’idea di buono. Per chi volesse iniziare la vendita online, o migliorare il proprio e-commerce, ecco qualche consiglio da appuntarsi e mettere in atto

Adele Bonaro


Un fuoco invisibile ha decimato gli olivi

A dieci anni di distanza da quando si è registrato il devastante fenomeno patogeno nel Salento, un libro di Daniele Rielli ripercorre la vicenda punto per punto, raccontando di un disastro naturale, quello causato dalla Xylella, che si poteva certamente contenere. Un intreccio inestricabile di scelte politiche discutibili, ritardi mostruosi, impianti accusatori imbarazzanti e privi di fondamento, pseudoscienza e pensiero magico hanno portato alla distruzione del paesaggio e dell’economia di un vasto territorio

Simone Raho


Dal triangolo d’oro dell’ulivo il monocultivar “Alchimia”

Formato dai comuni di Moscufo, Loreto Aprutino e Pianella, è in quest’ultimo che sorge l’azienda agricola Marina Palusci, in provincia di Pescara. L’extra vergine assaggiato è ottenuto dalla sola varietà Leccio del Corno: amaro e piccante decisi, ma valorizzati dalla notevole fluidità. Le sue caratteristiche lo rendono versatile, dalle sconfinate possibilità di utilizzo gastronomico

Renzo Ceccacci


L’extra vergine “Col di Fiore” cattura il palato con la morbidezza

Saggio Assaggio. Riconosciuto con l’attestazione di origine Igp Toscano, l’olio che vi presentiamo è prodotto dall’azienda Fiorentini Firenze di cui è proprietaria la famiglia Fusi. Al naso si scorgono note di carciofo, cardo, mandorla verde e tanta freschezza. Un consiglio: vi suggeriamo di abbinarlo soprattutto con zuppe di legumi e carni rosse ai ferri, non ve ne pentirete

Silvia Ruggieri


Un’olivicoltura a tutela dell’ambiente con il progetto “Planet O-live”

Il piano di sostenibilità con cui Costa d’Oro si impegna a fare la sua parte, in uno scenario difficile e compromesso dai cambiamenti climatici, si traduce in una serie di azioni concrete per aumentare la produttività della filiera. Dalla riduzione di pesticidi fino alla tracciabilità in ogni processo, nell’iniziativa dell’azienda di Spoleto si incrementeranno pratiche di circolarità insieme a una continua promozione del valore sociale dell’extra vergine

Olio Officina