Esperienze pagina 5 di 24

Quando l'olio diventa esperienza e condivisione

Una originale collaborazione “oliocentrica” tra Marco Stabile, chef di Ora d’Aria, e Matteo Frescobaldi, brand manager di Laudemio Frescobaldi. Due toscanità di Firenze per il lancio di una iniziativa che prevede una special box in edizione limitata disponibile su Cosaporto.it

Maria Carla Squeo


Il piacere del cibo mangiando circondati da 9 mila metri quadri di un uliveto plurisecolare

RISTORANTE OLIOCENTRICO. In un fascinoso angolo di Toscana c’è un ristorante tra gli ulivi. Si chiama Antico Uliveto, in quanto gli ulivi che circondano il locale sono effettivamente secolari, piante, esattamente, della varietà Quercetano

Maria Carla Squeo


Dieci scatti di natura morta in Puglia

Il cimitero degli olivi affetti da Xylella fastidiosa sono il segno di una nuova tendenza in atto. Ci si sta organizzando, evidentemente, per il lancio di una formula alternativa al classico turismo che vede al centro il paesaggio. Ora che esiste una legge che favorisce il turismo dell'olio ci si sta attrezzando per promuovere un turismo sepolcrale con il motto "Il funereo che avanza". Noi ironizziamo, certo, ma le foto sono alquanto evocative

Olio Officina


Sapete con quale criterio vengono studiate le piante?

Le piante hanno giocato un ruolo significativo nell'evoluzione della scienza moderna e le loro proprietà continuano ad essere al centro di importanti ricerche. Una recente pubblicazione apparsa sulla rivista Nature Plants ha rivelato che alcune caratteristiche morfologiche attirano di più di altre l'attenzione dei ricercatori

Olio Officina

Il giallo del limone, il giallo dell’olio

SAGGI ASSAGGI. È un condimento a base di olio extra vergine di oliva e limoni liguri. A produrlo è il Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia, della famiglia Mela, e il nome con cui è stato immesso in commercio è, sic et simpliciter, Giallo

Maria Carla Squeo


Il Caffè Centrale di Asolo e i due fratelli (oliocentrici) Botter

CAFFÈ OLIOCENTRICO. Nella celebre cittadina veneta si produce un olio elegante e fine, delicato, e tra i produttori di maggior successo vi sono i Botter, che tra l'altro riservano uno spazio importante all'olio extra vergine di oliva. Anche in cucina

Maria Carla Squeo


Il Biologico di Masserie di Sant'Eramo. È come tale un succo di frutta

SAGGIO ASSAGGIO. Come tutti gli extra vergini, non subisce trasformazioni in quanto è un puro estratto di oliva. In più, la coltivazione biologica lo rende ancora più speciale. Ci sono i sentori della Puglia e delle olive Coratina e Ogliarola barese: note di erba fresca, mandorla verde e una netta punta piccante

Francesco Caricato


La Dieta mediterranea è un regime alimentare ricco di effetti benefici per l’organismo

La prevenzione cardiovascolare diventa un impegno serio e decisivo per non incorrere in gravi problemi di salute. Occorre stare in guardia ed evitare l'insorgenza dell’obesità gfin dall'età adolescenziale. A dare manforte a questo impegno vi è il progetto "Doctors, teachers, students, film-makers, and journalists allied in cardiovascular prevention", il cui studio, durato dieci mesi, è stato pubblicato sulla rivista Annals of Public Health and Research

Olio Officina

Il Pesto di basilico genovese Dop? Con e senza aglio

SAGGIO ASSAGGIO. Impareggiabile questa salsa verde che ha per protagonista il celebre basilico genovese, tanto rinomato da essere riconosciuto da una specifica attestazione di origine. Al suo interno l'immancabile olio dal gusto delicato. Due differenti formulazioni a firma di Guido 1860

Maria Carla Squeo


Il "Selezione Oro" di Pantaleo spiegato da un consumatore

SAGGIO ASSAGGIO. Cosa succede se a recensiore un olio non è un assaggiatore professionista e nemmeno un assaggiatore per diletto, ma chi l'olio semplicemnete lo utilizza nella propria sfera domestica. Ecco come è stato raccontato un olio extra vergine di oliva 100% italiano

Luca Sarni


“Terroir de Meknès”, un extra vergine speciale dal Marocco

SAGGIO ASSAGGIO. È un olio frutto di un impegno collettivo, espressione dei dieci ettari di un uliveto sperimentale comprendente mille alberi della varietà Picholine marocaine. Un progetto della Scuola nazionale di Agricoltura di Meknès con il prezioso supporto di LCM-Aïcha, che ne è lo sponsor principale, e di Agro-pôle Olivier di Meknès 

Noureddine Ouazzani


Il buon cibo in prossimità di vigna e oliveto con vista lago. Di Garda

RITROVO OLIOCENTRICO. Quando l'accoglienza vien fatta con tutte le attenzioni del caso in azienda agricola. È il caso della Casa – Cantina Il Roccolo, provvista peraltro anche di un piccolo wine e oil shop. A Polpenazze del Garda, pochi, semplici e sinceri piatti tipici della cucina bresciana, “fatti in casa” in senso stretto

Andrea Bertazzi

Un godibilissimo Amaro all'Ulivo firmato Anna D’Elia

È una bevanda spiritosa prodotta dall'azienda D'Annata a Olevano sul Tusciano, in provincia di Salerno. Tutto è partito dagli oliveti secolari di proprietà, da dover gestire, e dalla curiosità di andare oltre. L’idea è partita dallo spreco di foglie d’ulivo durante la potatura. Perché allora non utilizzare tanta preziosa materia prima?

Maria Carla Squeo


Disastro Xylella, le incongruenze delle Istituzioni

Come tutti ormai sono al corrente, la Puglia è stata di fatto abbandonata a se stessa. Ultima notizia in ordine temporale, il divieto di impianto di altre colture in terreni ove allignano olivi nel Salento. Nonostante le aziende siano state colpite duramente dal terribile batterio, non vi sono per loro alternative: i loro terreni devono continuare a ospitare cimiteri di olivi. Gli imprenditori condannati a non fare impresa. Le gravi responsabilità del ministro dei Beni culturali Dario Franceschini non hanno scusanti

Giovanni Melcarne


Un omaggio all’olio Dop Garda. “Il Giglio” di Gardone Riviera

RISTORANTE OLIOCENTRICO. In una celebratissima località turistica internazionale, tra palme, olivi, limoni e capperi, là dove Gabriele d’Annunzio decise di lasciare ai posteri l’esclusiva bellezza del “Vittoriale degli Italiani”, vi è un ristorante che cura con attenzione la scelta delle materie prime. Non poteva mancare un olio equilibrato come il Dop Garda ben si abbina ai piatti di pesce, in qualsiasi tipo di cottura si voglia proporli

Sandro Conforti


"Sano Sano”, un ristorante healthy food

RISTORANTE OLIOCENTRICO. Un locale a Napoli che ha fondato la propria identità su una scelta che è soprattutto una vocazione, visto che a dar corpo e struttura a questo ristorante, la proprietà abbia pensato a un maestro di cucina d’eccezione qual è Giuseppe Capano, con grande esperienza e conoscenze delle  materie prime e dell'olio in particolare

Maria Carla Squeo

Il segreto dell’Ape Regina

Questa storia ha un po' il sapore della favola che si racconta a un bambino. Lui sta col fiato sospeso perché, alla fine, vuole sapere quale può mai essere il segreto dell’Ape Regina. Già, il segreto di questo piccolo animaletto che viaggia di fiore in fiore e rievoca immagini bucoliche di campagne incontaminate, senza il suo prezioso lavoro, cesserebbe la produzione cibo

Massimo Cocchi


Abbassare il colesterolo? Un reato contro l’umanità

Una potente letteratura ha finora forzosamente dimostrato la correttezza dell’assunto: “il meno possibile di colesterolo nel sangue, il meno possibile di incidenza della malattia cardiovascolare”. Purtroppo. Tuttavia, alcune ricerche confermerebbero che la riduzione dell’Acido Linoleico, e quindi del Colesterolo, siano una costante che accompagna la psicopatologia (Depressione Maggiore e Disordine Bipolare) e, ancor più, l’eventuale predisposizione suicidaria. Sarebbe perciò auspicabile una revisione prudenziale delle linee guida sulla riduzione forzata della colesterolemia

Massimo Cocchi


La campagna di informazione di Agridè contro l’avanzamento della Xylella

Non tutti sono a conoscenza che dal 10 aprile al 10 maggio 2021 tutti i conduttori o proprietari di terreni agricoli ed extra agricoli, sia privati, sia pubblici, in Puglia, hanno l’obbligo di procedere con lavorazioni del terreno per ridurre la popolazione della sputacchina, limitando preventivamente la diffusione e il trasporto passivo del batterio. Ecco allora una iniziativa di sensibilizzazione lanciata dalla storica azienda olearia di Bitonto. La campagna, lo ricordiamo, è patrimonio di tutti

Olio Officina


Un valore aggiunto per le imprese con le produzioni Bio

L’offerta di prodotti biologici risponde a un fenomeno dei consumi che è sviluppato in pochi anni e che non sembra arrestarsi neanche durate la pandemia. La conferma viene dell’Ismea che evidenzia che se l’incidenza complessiva dei consumi biologici oscilla dall’1,5 al 2 per cento della spesa alimentare complessiva. L’esempio, nel Piceno, di un patto a favore dell’agricoltura biologica

Marcello Ortenzi

Iscriviti alle
newsletter

Abbinamenti Dop: l’aglio bianco polesano e l’olio extra vergine di oliva Garda

In Veneto non si può prescindere dall’utilizzare l’aglio bianco polesano Dop nella preparazione di un gustosissimo piatto di spaghetti aglio, olio e peperoncino. L’olio, ovviamente, è il celebre extra vergine Dop Garda, un nome, una garanzia: qualità e unicità insieme, certificate. Il sapore intenso dell’aglio, da un lato; la piccantezza del peperoncino, dall’altro; e la delicatezza e morbidezza dell’olio, infine, per dar luogo alla giusta armonia di sapori. Cosa chiedere di più?

Olio Officina


Da Chiluzzo alla Kalsa

Un viaggio tanto atteso, nel desiderio di un cannolo di quelli che fanno “resuscitare i morti”, consumato dall’alto di un palazzo, dal cui tetto si vede l’incomparabile panorama di cielo, terra e mare che incornicia la città di Palermo. E poi, come non ricordare il Panino con la P maiuscola, incomparabile e inimitabile, croccante, con lo sgombro e i pezzetti di verdura anch’essi croccanti. Solo che ora, Chiluzzo non mi dirà più: “Professore, il solito?”

Massimo Cocchi


Abbinamento Dop: il carciofo d’Albenga incontra l’olio extra vergine di oliva Riviera Ligure

Il carciofo spinoso è una varietà che viene coltivata e lavorata ad Albenga, ma anche in alcuni areali della piana intorno alla città ligure, oltre che lungo il litorale imperiese. Peccato che rispetto ad altri prestigiosi carciofi italiani non abbia ancora conseguito il marchio Dop o Igp. Ci consoliamo con il salvifico ricorso all’extra vergine, la ricetta della Pasqualina Settebellezze e, con qualche avanzo, i panzerottini al basilico

Carlo Romito


Pizze extra vergini

PIZZERIA OLIOCENTRICA. A Cadoneghe, alle porte di Padova, c'è il locale del segretario generale di Apes, l’Associazione pizzaioli e similari, Silvio Poletto, che nell'olio ricavato dalle olive ci crede, al punto che l’olio se lo fa addirittura produrre su commissione, in Puglia, andandoci di persona, mettendoci le mani, non solo le buone intenzioni. Poletto ritiene centrale, determinante e fondamentale l’olio nella preparazione di una pizza

Maria Carla Squeo

C’è tanta cura dei dettagli da Cascina Vittoria

RISTORANTE OLIOCENTRICO. In cucina vi è lo chef Giovanni Ricciardella, giovanissimo e già molto apprezzato. Tra i tanti anche da Davide Oldani, tra i suoi maestri ispiratori. Accanto allo chef ci sono i fratelli e i genitori, tra cui segnaliamo, in sala, Marco. Quanto all’olio, se ne utilizzano più tipi, dalle monocultivar pugliesi Peranzana e Coratina a quelle siciliane Nocellara e Tonda Iblea, fino alla Taggiasca ligure, e chissà se in futuro non incrementeranno il numero delle referenze olearie

Maria Carla Squeo


Olio d’oliva e salute. Le virtù dell’extra vergine

La Lilt, la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, ha incontrato in collegamento web lo scorso 17 marzo il direttore di Olio Officina Luigi Caricato, per affrontare il tema dell’olio ricavato dalle olive in modo da prenderne la giusta confidenza. Tra le varie domande: come scegliere, dove e cosa acquistare

Olio Officina


L'appello. Cercasi volontari per il monitoraggio della Sputacchina

Di cosa si tratta? È l'insetto che funge da vettore del batterio che sta affligendo gli ulivi. Per arginare l'avanzata della Xylella fastidiosa in Puglia, si è messo in piedi un sistema capillare di monitoraggio degli stadi di sviluppo della sputacchina, nome scientifico Philaenus spumarius. Serve una rete di rilevatori volontari: agronomi, agrotecnici, agricoltori, studenti, ma anche appassionati e normali cittadini. Bastano alcune istruzioni di base ed è sufficiente trasmettere le foto via mail o whatsapp

Info Xylella


Il “ReComiendo Power”, a Córdova, è rock

RISTORANTE OLIOCENTRICO. Anche se in questo periodo storico caratterizzato dal confinamento i ristoranti li possiamo solo sognare, segnaliamo molto volentieri quello dello chef andaluso Periko Ortega, in attesa di poterci andare di persona, senza mascherina protettiva sul volto e senza le preoccupazioni del momento

Olio Officina