Cook

Bottles Chelsea 100 Draycott Avenue

RISTORANTE OLIOCENTRICO. Locale dell’omonimo gruppo diretto da Daniele Marano e Franco Mancini, è a tutti gli effetti un wine bar con cucina “tailor-made”, dove si propongono tapas gourmet, piatti da condividere e main course La proposta gastronomica è di stampo siciliano, con twist sulla migliore materia prima da tutto il mondo. L’olio Evo? Anche in alcuni dessert viene utilizzato quale grasso principale 

Olio Officina

Bottles Chelsea 100 Draycott Avenue

Sul numero 13 di Oliocentrico pubblicammo una recensione del Bottles London, che ora rendiamo disponibile anche ai lettori di Olio Officina Magazine. Chi ha piacere di leggere direttamente su Oliocentrico, può cliccare QUI. 

Rispetto a quanto pubblicato, c’è da osservare che dopo quanto è accaduto in merito all’emergenza sanitaria, lo chef Antonio Minuti non lavora più a Londra, m ci preme riportare la recensione tal quale quale memoria storica e documentale.

Quanto può essere ontologicamente “oliocentrico” un ristorante londinese è una bella domanda da porsi.

Sapere che lo chef è Antonio Minuti, giovanissimo talento siciliano, ci fa comprendere come una materia prima così pregiata e versatile qual è il pregiato succo di olive può sicuramente giocare le sue carte vincenti sia in cucina, nella preparazione di una ricetta, sia a tavola, a compimento di un piatto nel suo tocco finale.

Partiamo dallo chef, di cui abbiamo conferme da più parti sulla sua bravura.

Sappiamo che dopo aver conseguito la maturità classica, nel 2017, si è diplomato alla “Nosco”, la Scuola di Enogastronomia Mediterranea a Ragusa Ibla.

Ha poi lavorato in alcune delle migliori cucine stellate del meridione d’Italia: la “Locanda don Serafino” a Ragusa Ibla e il “St. George Restaurant” a Taormina; Minuti ha inoltre diretto, nel 2018, la cucina di “U mast”, nella downtown di Miami, e, nel 2019, quella del cocktail bar Idyllium a Pienza. Da ottobre 2019 è lo chef di Bottles Chelsea, 100 Draycott Avenue, a Londra.

Poi c’è stato il lockdown.

E qui la lingua inglese ci sta tutta, visto che il ristorante è londinese.

Bene, siamo a presentare il Bottles Chelsea 100 Draycott Avenue, che è poi l’ultima apertura dell’omonimo gruppo, diretto da Daniele Marano e Franco Mancini.

Bottles Chelsea 100 Draycott Avenue

Si tratta, per l’esattezza, di un wine bar con ristorante, che offre una selezione di oltre 400 etichette alle quali è affiancata una cucina “tailor-made”, con una proposta di tapas gourmet, piatti da condividere e main course.

La cucina dello chef Antonio Minuti si basa anzitutto sulla qualità della materia prima.

Ogni preparazione è homemade, dalle paste trafilate con grani antichi all’insaccamento delle salsicce degli hot dog siciliani, fino ai gelati sia dolci sia salati.

La proposta gastronomica è di stampo siciliano, con dei twist sulla migliore materia prima da tutto il mondo. Anche in alcuni dessert viene utilizzato l’olio evo come grasso principale.

Il menu è fortemente improntato alla stagionalità e ogni tre mesi prevede nuove proposte.

La carta dei vini, invece, è incentrata perlopiù su microproduttori, con un’attenzione particolare ai vini naturali, biodinamici e orange.

Non ci resta che attendere il superamento dell’emergenza Covid-19 e poter finalmente andare a Londra e verificare di persona.

Bottles Chelsea 100 Draycott Avenue 

Dove: London, England, United Kingdom

Casa virtuale: bottleswine.bar/chelsea

Foto in apertura Bottle Chelsea 100 Draycott Avenue

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter