Cook

Come ti abbino l’olio aromatizzato

Si fa un gran parlare di condimenti all’olio extra vergine di oliva, ma, alla fine, come è possibile abbinarli in modo da ricavarne un pieno piacere al momento dell’utilizzo? Siamo davvero in grado di utilizarli al meglio?

Maria Carla Squeo

Come ti abbino l’olio aromatizzato

Il gusto, come sappiamo, è personale. A chi tuttavia non sa come impiegare gli oli aromatizzati presenti in commercio, forniamo alcune indicazioni orientative.

Come a suo tempo ha opportunamente evidenziato l’oleologo Luigi Caricato, “la qualità di tali condimenti sta soprattutto nella scelta delle materie prime, e, di conseguenza, nella selezione di ciascun componente. Un olio di scarsa qualità influisce negativamente sul prodotto finale. Lo stesso vale per il dosaggio dell’aroma, che determina e condiziona l’intensità del flavour. Non sono aspetti da trascurare, visto che il flavour risulta decisivo tra i criteri d’acquisto”.

Per questo, c’è da prestare la massima attenzione al momento dell’acquisto. Un olio aromatizzato non vale l’altro.


GLI ABBINAMENTI CONSIGLIATI


Condimento aromatizzato ai funghi porcini: si abbina con la pasta all’uovo condita con il sugo.

Condimento aromatizzato al peperoncino: si abbina con pizze e bruschette.

Condimento aromatizzato al rosmarino: si abbina con bistecche e arrosti di carne.

Condimento aromatizzato al limone: si abbina con insalate e pesce lesso e alla griglia.

Condimento aromatizzato alla salvia: si abbina con tortelli di spinaci o con ricotta e zucca.

Condimento aromatizzato al cedro: si abbina con pesci in crosta di sale.

Condimento aromatizzato al ginepro: si abbina con piatti di selvaggina e in generale con le carni rosse.

Iscriviti alle
newsletter