Cook

Il formaggio e la birra

Un Gouda Noord Hollander di quattro anni, di pasta grassa e fondente, e una birra d’abbazia molto alcolica, a tripla fermentazione, Maredsous, tendente al dolce. Tutto questo, di ritorno dal Desert Blanc di Flaine

Daniele Tirelli

Il formaggio e la birra

Dopo una giornata trascorsa a 2500 mt, di ritorno e in attesa della cena, qualche cubetto di Gouda stagionato, con una birra forte d’abbazia possono costituire un piccolo piacere. 
Premetto: anche se faccio 300 km per avere il Parmigiano che dico io, un Gouda ben stagionato per quattro anni merita tutti gli onori, senza stupidi campanilismi. 


Il suo colore varia dall’aranciato al giallo-beige all’interno. La pasta grassa e fondente presenta cristalli di aminoacidi come la tirosina, che rilasciano un sapore intenso, che ricorda (oltre a quello di formaggio!) le nocciole tostate, il butterscotch (mou) e il caramello e la vaniglia. 


Il Gouda Noord Hollander è prodotto con latte vaccino di vacche alimentate con il foraggio delle terre strappate al mare e che dunque, si dice, è più ricco di minerali e rende il latte più dolce del normale.

Ho scelto di abbinare al Gouda una birra belga Maredsous a tripla fermentazione che presenta 10,5° alcolici. Questo, sempre con la speranza che il club degli artigiani della birra non si offenda e abbia da ridire con i modini e l’eleganza signorile che lo caratterizza!


Questa birra tende al dolce con note anch’essa, di caramello, nocciole, coriandolo, banana, oltre che, ovviamente, di malto. L’alta gradazione alcolica serve (come per il cioccolato) a pulire le papille della lingua, soprattutto le papille vallate con i loro calici gustativi e anche quelle filiformi. 
Infatti il Gouda ha una pasta fondente che pervade stupendamente il palato trasferendo prepotentemente tutto il suo sapore. Una birra molto alcolica (come il rhum con il cioccolato) ripulisce le papille preparandole per successive degustazioni. 


Dato che io propendo per l’affinità dei sapori e non per il loro contrasto trovo che una birra come la Maredsous, che ha sentori complementari al Gouda, sia più indicata che non un vino bianco, fresco e acido come invece suggeriscono altri.


Dato che ho menzionato il Desert Blanc che sovrasta il paesino di Flaine, aggiungo alcune foto del luogo.

Le foto sono di Daniele Tirelli

Iscriviti alle
newsletter