Cook

Il vino della settimana: il Chianti Classico 2016 di Ottomani

Con questa recensione, inizia a scrivere di vino per Olio Officina Magazine, con una propria rubrica di degustazioni, l'enologo Enrico Rana. L'esordio con un vino toscano, espressione di una realtà giovane, nata nel 2008, dall’idea di quattro amici enologi 

Enrico Rana

Il vino della settimana: il Chianti Classico 2016 di Ottomani

Questa rubrica nasce dal desiderio di far conoscere i vini con modalità diverse dal solito: dal bicchiere all'etichetta.

L'idea è di degustare, di settimana in settimana, vari tipi di vino, da quello più economico e poco conosciuto a quello più blasonato, sempre in maniera obiettiva, senza preconcetti: ogni vino sarà comprato in modo indipendente (lo scontrino ne attesterà l'acquisto), l'etichetta verrà subito oscurata e la degustazione verrà fatta alla cieca, senza sapere cosa c'è nel bicchiere (la Vostra fiducia è l'elemento più importante e cercherò di conquistarla). 

All'esito della degustazione, vi racconterò il vino, riportandovi le mie note degustative e, a seguire, una breve descrizione dell'azienda produttrice, sulla base delle notizie che sarò riuscito a raccogliere personalmente.

La prova d'acquisto

La scheda degustativa, che ho realizzato per questa specifica esperienza, prende in considerazione tre sensi (vista, olfatto e gusto), in base a ciascuno dei quali assegnerò a ogni vino un giudizio motivato, che andrà da 1 a 10. La somma dei tre voti darà un punteggio complessivo, espresso in trentesimi.

Completerò la degustazione, suggerendovi alcuni abbinamenti vino-cibo. 

Grazie alla mia professione di enologo, e non di critico, cercherò di proporvi delle analisi tecniche, ma di facile e immediata comprensione, in modo da essere apprezzate anche dai degustatori meno allenati.

Ho deciso di pubblicare come primo assaggio di questa rubrica un vino toscano, in quanto la mia vita professionale è nata proprio in questa regione e il progetto dell’azienda Ottomani mi ha da subito colpito.

Questa realtà nasce nel 2008, dall’idea di quattro amici enologi che una volta finiti gli studi e dopo un po’ di gavetta hanno deciso di realizzare una propria linea enologica.

Il Chianti Classico 2016 è alla sua prima annata e si sente che c’è ancora qualcosa da perfezionare, ma nonostante ciò, risulta tipico e riconoscibile, di buona beva. Un buon calice di vino, non troppo impegnativo e dal prezzo interessante: 10,00 euro sullo scaffale, senza sconti.

Abbinamenti: pasta fatta in casa con ragù di cinghiale; oca fatta arrosto; o bistecca alla Fiorentina, con una buona marezzatura.

Enrico Rana

instagram @nenri 

Iscriviti alle
newsletter