Cook

L’intramontabile figura di Tony May nella Giornata Internazionale delle Cucine Italiane

Nata nel 2008 per la tutela dei consumatori che scegliendo un ristorante etichettato come italiano si aspettano che sia tale, l’edizione di quest’anno sarà un omaggio all’ambasciatore della tradizione culinaria italiana oltreoceano. Per la prima volta si celebrerà a livello internazionale il prossimo 2 giugno, e tutti gli chef che vorranno aderire dovranno inserire nel proprio menu la Pasta e fagioli con le cozze che ha le sue origini a Torre del Greco, luogo natale del compianto ristoratore 

Olio Officina

L’intramontabile figura di Tony May nella Giornata Internazionale delle Cucine Italiane

Nata nel 2008 come reazione contro la contraffazione sistematica della cucina e dei prodotti italiani, la Giornata Internazionale delle Cucine Italiane, Idic – International Day of Italian Cuisines, punta a tutelare il diritto dei consumatori internazionali ad una cucina italiana autentica e di qualità quando entrano in ristoranti etichettati come "italiani".

Promossa dal network itchefs-Gvci, Gruppo Virtuale Cuochi italiani, una rete di professionisti della cucina italiana che opera in 70 paesi, la XIV edizione della Idic è molto speciale per due motivi.

In primo luogo, perché per la prima volta si celebrerà in tutto il mondo e in Italia nel giorno della Festa della Repubblica, il prossimo 2 giugno, Italian National Day.

In secondo luogo, “perché è un omaggio al compianto Tony May (1937 – 2022), lo straordinario ristoratore e educatore di New York, uno dei più grandi maestri della cucina italiana autentica e di qualità fuori dall'Italia”, spiega da Dubai Rosario Scarpato, ideatore della Idic.

Per questo motivo il piatto ufficiale dell'Idic 2022 è la Pasta e fagioli con le cozze, che ha le sue origini nella città di Torre del Greco, dove nacque anche Tony May.

“L’obiettivo di questo omaggio è continuare a mantenere vivo la grande eredità che Tony ha lasciato con il suo impegno in oltre quarant'anni di eccezionale carriera”, dice Mario Caramella, Culinary specialist di un grande hotel di Jeju (Corea del Sud) e presidente del Forum Gvci 2001.

“Tony May rimarrà per sempre un punto di riferimento indelebile per cuochi, ristoratori, clienti e opinionisti in tutto il mondo”, aggiunge Paolo Monti, Chef patron di Ama Ristorante Hong Kong e tra i fondatori di itchefs-Gvci. 

Alla celebrazione della Idic, si unirà anche il Gruppo Ristoratori Italiani negli Usa che fu co-fondato da Tony May e che oggi è presieduto da Gianfranco Sorrentino, proprietario del ristorante Il Gattopardo a New York.

Partecipare all’edizione Idic 2022 è facile: chef e ristoratori devono inserire la Pasta e fagioli con le cozze, cucinata secondo la ricetta ufficiale Idic, nei loro ristoranti il 2 giugno.

I partecipanti riceveranno un poster personalizzato per la promozione dell’evento. 

La novità assoluta di questa edizione è che per la prima volta nella storia per un evento del genere sarà creato un Nft, Non Fungible Token, per lasciare un ricordo indelebile nella blockchain e per i collezionisti di memorabila digitali: per ogni poster personalizzato sarà coniato un Nft in cinque esemplari da Crypto DineWineArt, la firma che ha lanciato gli Nft delle dining experience di Heinz Beck.

Per registrare la propria adesione alla Idic 2022, cuochi, ristoratori e culinary professional in tutto il mondo possono farlo cliccando QUI.

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter