Cook

Lo produco, lo racconto. La sicilianità dichiarata di Salvatore Bono

L'AUTORECENSIONE. L'olio made in Sicilia. "Oggi siamo il riferimento principale di tutta l’isola, e a parlare sono i numeri: abbiamo investito tanto, in tutti questi anni, e per noi l’olio, sopra ogni cosa, è quello certificato, con l’origine ben dichiarata in etichetta e in bella mostra"

Salvatore Bono

Lo produco, lo racconto. La sicilianità dichiarata di Salvatore Bono

Avvertenza. Questa autorecensione è stata pubblicata sul numero 6 di Oliocentrico, gennaio 2019, rivista mensile edita da Olio Officina. Si tratta, appunto, di una autorecensione, proprio perché riteniamo molto importante che chi produce,e lo fa bene e con grande professionalità, racconti anche in prima persona il proprio olio, spiegando cosa vi sta dietro e il senso stesso del produrre secondo la propria visione.

Gli oli Made in Sicilia di Bonolio

Per me e per i miei fratelli prima di ogni cosa c’è la Sicilia. Come olivicoltori e frantoiani abbiamo sempre creduto nella nostra sicilianità, ne abbiamo fatto un punto di forza e anche un motivo di orgoglio. Oggi siamo il riferimento principale di tutta l’isola, e a parlare sono i numeri: abbiamo investito tanto, in tutti questi anni, e per noi l’olio, sopra ogni cosa, è quello certificato, con l’origine ben dichiarata in etichetta e in bella mostra. Puntiamo con grande convinzione sull’olio Dop Val di Mazara e sull’olio Igp Sicilia, poiché riteniamo essenziale ricorrere alle attestazioni di origine. Riteniamo in particolare che questo strumento a tutela della reale provenienza degli extra vergini del territorio vada sempre più promosso e diffuso. È una forma di tutela giuridica ma anche una affermazione culturale che impone il territorio come valore inestimabile. Noi siamo aperti a tutti i mercati ma ci sentiamo intrinsecamente siciliani. È un segno distintivo da cui non ci distacchiamo mai. Fa parte di noi intimamente. Per questo investiamo moltissimo impiantando nuovi oliveti. Tra l’altro investendo quasi 100 cento ettari di coltura ad alta densità, in chiave moderna. Ma abbiamo in programma la prospettiva di altri 900 ettari. La nostra azienda, Bonolio, è nata nel 1934, e abbiamo sede a Sciacca, e da qui, anno dopo anno, ci siamo aperti al mondo intero.

All’inizio di tutto è stato nostro padre Vincenzo, che si è sempre dedicato agli olivi e all’olio, insieme con nostra madre Carmelina. Dopo la sua scomparsa, io, con i miei fratelli Michele, Damiano, e Giuseppe, abbiamo proseguito nelle sue intenzioni, facendo tesoro degli insegnamenti ricevuti, attualizzandoli nel contesto operativo in cui ora ci troviamo.

L’olio che ho deciso di presentare su Oliocentrico è l’Igp Sicilia.

Appena franto, proprio in queste ore, mentre si sentono tutti i buoni profumi in frantoio, è verde e velato. Al naso ha profumi fruttati erbacei e i richiami al pomodoro. Al palato la buona fluidità e avvolgenza, una morbidezza e rotondità connotata da un gusto vegetale di carciofo e di altri ortaggi. Ora che è fresco di molitura, le note amare e piccanti si uniscono alla mandorla verde e al pomodoro.

Bonolio

Olio extra vergine di oliva Igp Sicilia

Sciacca, Agrigento, Sicilia, Italia

Casa virtuale: bonolio.it

Olivaggio: Biancolilla (55%), Cerasuola (40%), Nocellara del Belice (10%)

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter