Cook

Paccheri, pomodori secchi, gamberi con pane povero e olio Dop Garda

RICETTA OLIOCENTRICA. Con questa proposta andiamo idealmente a Gardone Riviera, fascinosa località sul lago di Garda, già nota sul finire dell’800 quale meta internazionale per ospiti desiderosi di relax e raffinatezze. Lo chef del ristorante “Il Giglio”, Marco Zamboni parte da un extra vergine ottenuto da olive Casaliva, Frantoio e Leccino, piacevole per i suoi sentori di mandorla e carciofo

Olio Officina

Paccheri, pomodori secchi, gamberi con pane povero e olio Dop Garda

La ricetta oliocentrica è a firma di Marco Zamboni , chef del Ristorante “Il Giglio” di Gardone Riviera.

Paccheri, pomodori secchi, gamberi con pane povero e olio Dop Garda

 

Ingredienti per quattro persone

360 g di paccheri di Gragnano

Mezzo cucchiaio di aglio tritato

16 code di gambero sgusciate e tagliate in quattro

160 g di pomodori secchi tagliati a listarelle

Vino bianco

Sale

Pepe

Prezzemolo

Peperoncino

Olio Dop Garda della cooperativa San Felice

 

Ingredienti per il pane povero

Pane da toast grattugiato: 4 fette

1 spicchio d’aglio

4 cucchiai di olio Dop Garda della cooperativa San Felice

Sale

Pepe

Peperoncino

 

Preparazione 

Cuocere i paccheri per circa 13 m, ben al dente. Nel frattempo, far soffriggere l’aglio con l’olio Dop Garda e il peperoncino. Aggiungere poi le code di gambero con i pomodori secchi, il sale e il pepe. Cuocere il tutto per circa un minuto e sfumare con il vino bianco secco. Lasciar evaporare e bagnare con due mestoli di acqua di cottura. Aggiungere una punta di prezzemolo e cuocere per due minuti. Cotti i paccheri, metterli in padella e portare a fine cottura. Aggiungere acqua, se vi è necessità.

A cottura ultimata, mantecare con olio Dop Garda e prezzemolo.

Servire e spolverare con pane povero abbondante.

Per il pane povero

Mettere in padella l’’olio Dop Garda, l’aglio in camicia e una punta di peperoncino. Far soffriggere per 3/4 minuti, togliere l’aglio e aggiungere il pane tritato, cuocendo per qualche minuto a fuoco basso, prestando attenzione a non bruciarlo.

Quando sarà tostato, levarlo dal fuoco e aggiungere del prezzemolo tritato. Mescolare e far raffreddare.

 

Questa ricetta oliocentrica la si può leggere anche sul numero 3 di Oliocentrico

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter