Cook

Think green

Un mix di olive di diverse cultivar rendono l'olio dell'Oleificio Angelo Coppini di Terni, un cento per cento italiano, un extra vergine versatile e armonico, dal gusto rotondo

Maria Carla Squeo

Think green

L'Umbria è terra di grandi oli, e la denominazione di origine protetta regionale è la chiara dimostrazione di un grande lavoro, molto serio, che ha fatto perno, in tutti questi anni, sulla centralità del  territorio. Ma non è solo il territorio ad aver messo in evidenza l'imprenditoria di una regione, c'è anche la capacità di fare impresa, che ha permesso a tante aziende di imporsi sul mercato anche con oli extra regionali.

Ecco allora una azienda che ha saputo lavorare sulla materia prima olio da olive, e si è imposta sul mercato. attraverso

È suo olio extra vergine di oliva, il Think green 100% Italiano, che prendiamo in considerazione.

Giallo dai chiari riflessi oro e dalle sfumature verdi, si presenta limpido alla vista. Quando lo versiamo nel bicchiere dell'assaggio, cogliamo subito le sensazioni erbacee, i richiami alle erbe di campo e a una serie di note vegetali tipiche degli oli italiani, il sentore di carciofo in particolare.

E sempre la sensazione del carciofo si percepisce anche al gusto, mentre la sensazione che si prova immediatamente al palato è una certa morbidezza e armonia delle note amare e piccanti, tutto è ben dosato.

In chiusura, altra classica percezione di molti oli italiani, i classici toni mandorlati, oltre che una lieve punta piccante.

La nota rotonda e armonica, lo rendono particolarmente versatile e adatto a molteplici impieghi.

Iscriviti alle
newsletter