Gea Terra

Esistono in Italia politici e burocrati competenti in agricoltura?

Ci scrive dalla Sicilia l’agronomo Nicolò Marretta, subito dopo aver partecipato a un webinar sul microbiota dell’olivo organizzato dal Crea, segnalandoci una confidenza per nulla affatto secondaria e tessendo gli elogi (meritati) del direttore generale dell’assessorato all’agricoltura Dario Cartabellotta. Ecco perché riteniamo importante questa testimonianza

Olio Officina

Esistono in Italia politici e burocrati competenti in agricoltura?

Dott. Luigi Caricato, buongiorno.

Sono un agronomo e sto seguendo con interesse il webinar sul microbiota. Nell’ultimo incontro in una digressione si è additata la inadeguata capacità dei politici e dei burocrati e la loro scarsa attinenza che hanno sulle funzioni a loro affidate.

Mi sta a cuore, invece, segnalare un caso  di massima efficienza, capacità e attinenza, e soprattutto di grande disponibilità, che si ravvisa nel dottor Dario Cartabellotta, direttore generale dell’Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea della Sicilia.

Il dott. Cartabellotta, oltre la sua adeguata preparazione di agronomo e di conoscenza del mondo agricolo, profonde il suo lavoro, cercando di dare sempre il meglio di sé; infatti, per questo è inserito nel gruppo di whats’App degli Agronomi e Forestali e 24 /24 ore e 7/7 giorni, interloquisce con noi agronomi, affrontando le problematiche di interesse comune, sia amministrative sia tecniche, chiedendo o prendendo spunto dai nostri suggerimenti e richieste. 

Non disdegna mai il confronto con noi agronomi, sulle iniziative del suo Ufficio riguardante il mondo agricolo.

Alla bisogna punta i piedi contro la stessa Regione Sicilia, l’Agea, il Ministero di riferimento, riuscendo spesso a risolvere delle discrasie e delle dormienze irrisolte da tempo.

Il dr. Cartabellotta è una persona equilibrata e coerente e quando lo ritiene e si presenta il caso non esita a difendere e schierarsi dalla parte del mondo agricolo.

Oggi, numerosi dirigenti e funzionari dell’Assessorato che lui dirige hanno accolto e seguono il suo modo di operare.

Le ho riferito questo, non tanto per osannare il dr Cartabellotta, bensì, per proporLe, se lo condivide, perché Lei ha i mezzi per farlo, affinché il “modello Cartabellotta” sia pubblicizzato, esportato, applicato e che possa essere da esempio ad altre Pubbliche Amministrazioni.

Ammesso che Lei accolga il mio messaggio è naturale che Lei, affinché lo metta in atto, prima esperisca i dovuti riscontri e verifiche su quello da me espresso.

Nicolò Marretta

Agronomo

 

Grazie per questa testimonianza, che pubblico molto volentieri. Non c’è alcuna necessità di effettui verifiche, perché la fama di Dario Cartabellotta non si ferma certo in Sicilia.

È coautore, con me e molti altri, di un volume spettacolare e di grande valore, qual è stato L’ulivo e l’olio, per la collana Coltura&Cultura di Bayer CropScience.

Ho avuto modo di partecipare o come relatore o come moderatore in diversi convegni in cui l’assessore Cartabellotta è stato presente.

Sì, esiste chi fa politica e sa operare con professionalità e per il bene del proprio territorio e della collettività.

L’inadeguatezza e l’incapacità di politici e burocrati è cosa nota, a testimonianza dell’arretramento dell’agricoltura in Italia, ma ci sono sempre le eccezioni, che possono essere prese d’esempio, anche se purtroppo nelle logiche ricorrenti i modelli esemplari non sempre vengono considerati. Anzi, spesso e volentieri vengono emarginati e isolati.

Ha fatto bene a scrivere l’elogio oggettivo e sincero di Cartabellotta.

Potrebbe anzi essere l’occasione per mettere in luce altri esempi relativi ad altri territori. Perché se ci sono modelli da seguire, allora è giusto e opportuno che vadano evidenziati e valorizzati.

Il problema dell’Italia è di non avere una buona classe dirigente, di conseguenza quando ci si accorge del valore di alcuni di essi, è un nostro dovere segnalarli alla collettività facendone tesoro, proprio come ha fatto lei.  

Grazie ancora, a nome di Olio Officina.

Luigi Caricato

In apertura, Dario Cartabellotta in una foto tratta da Internet

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter