Gea Terra

Libri che non si dimenticano: Un giardino ancòra

Il volume di Oliva di Collobiano, pubblicato da Libreria Editrice Fiorentina, appare come un giornale illustrato, composto da appunti di viaggio che ruotano attorno a un unico tema centrale: il giardino, appunto

Silvia Ruggieri

Libri che non si dimenticano: Un giardino ancòra

Ho riletto in questi giorni un libro che risale al 2011 ma che risulta sempre attuale e intrigante. L’autrice, la celebre Oliva di Collobiano, attraverso la narrazione di un personaggio e dei suoi appunti di viaggio, porta il lettore attraverso vari orti e giardini botanici, facendolo approdare a Panarea e viaggiare fra le isole Eolie; ma gli fa visitare anche i giardini reali di Lisbona, passando dalle otto piccole case di Capo Mulini, costruite sulla sciara dell’Etna, fino a farlo anche immergere nel mare reso scuro dalla lava del Vulcano.

Come pure, attraverso pagine memorabili, conduce il lettore al Giardino di Villa Lante a Bagnaia, alla Palazzina di Palazzo Farnese a Caprarola e al Bosco Sacro di Villa Orsini a Bomarzo per ammirare la bellezza di un angolo colmo di piante grasse in una masseria siciliana. Sempre alla ricerca della naturalezza del giardino e della sua appartenenza alla vita.

Il lettore entra nel vivo delle piante e può arrivare a sentire con l’immaginazione il profumo dell’Olea fragrans e del Nespolo del Giappone in un giardino con portico in Valle d’Aosta, mischiato al profumo del fieno e della stalla.

Così come il lettore può sorridere del piccolo nipote del giardiniere che pianta i porri in ordine e in fila e ogni tanto ne mette uno capovolto con le foglie infilate sottoterra lasciando fuori il fusto bianco con le radici arricciate.

È un modo per interrompere la monotonia del lavoro. Un atto di ribellione alle numerose regole del giardiniere esperto. Tanti bei cammei.

C’è un unico neo in questo libro così seducente. Da fine pittrice paesaggista qual è Oliva di Collobianco, avremmo gradito che le illustrazioni inserite nel libro fossero a colori.

È un libro difficile ma nel contempo intrigante, da centellinare, da leggere poco alla volta… lentamente. Meditativo. Anzi, è proprio il caso di rileggerlo ad alcuni anni di distanza non ha perso il suo elemento attrattivo.

 

Oliva di Collobiano, Un giardino ancòra, Libreria Editrice Fiorentina, collana “Quaderni d’Ontignano”, pagine 146, rilegato, euro 10

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter