Gea Terra

Salvaguardare le risorse fitogenetiche dell’ulivo per la salute nostra e del pianeta

La riunione tenutasi tra il Coi, Consiglio Oleicolo Internazionale, e il Trattato internazionale sulle risorse fitogenetiche per l’alimentazione e l’agricoltura, Itpgrfa, conferma l’obiettivo comune di investire costantemente nella ricerca per ottenere il massimo potenziale dei beni di cui disponiamo. La tutela del nostro patrimonio vegetale è sinonimo di benessere, e occorre lavorare in un’ottica futura per garantire che questo venga trasmesso anche alle nuove generazioni

Olio Officina

Salvaguardare le risorse fitogenetiche dell’ulivo per la salute nostra e del pianeta

Lunedì 25 aprile, il Coi e il Trattato internazionale sulle risorse fitogenetiche per l’alimentazione e l’agricoltura, Itpgrfa, hanno svolto una riunione per discutere l’integrazione nel Trattato della rete delle raccolte internazionali di germoplasma di alberi vivi.

Data l’importanza della protezione e della conservazione delle risorse fitogenetiche per l’alimentazione e l’agricoltura, per le generazioni future e per l’umanità, le parti hanno discusso l’accordo tra il Coi, in quanto ospite internazionale della rete delle banche del germoplasma, e l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, Fao, agendo a nome dell’Organo direttivo del Trattato internazionale sulle risorse fitogenetiche per l’alimentazione e l’agricoltura, e dei Paesi ospitanti delle collezioni.

L’accordo dovrebbe essere adottato con tempistiche brevi.

Questo incontro ha fatto seguito alla firma del Memorandum d’Intesa tra il Coi e la Fao il 30 giugno 2021.

Uno degli obiettivi principali è sfruttare le conoscenze e il know-how del Coi e della Fao sulle risorse genetiche per pianificare e implementare le attività relative alla identificazione, conservazione e utilizzo delle risorse genetiche dell’ulivo in collaborazione con i Paesi membri.

Durante l’incontro il Coi era rappresentato dal vicedirettore esecutivo Jaime Lillo, dal capo dell’Unità Olivicoltura, tecnologia dell’olio da olive e ambiente, Lhassane Sikaoui, dal capo del dipartimento di cooperazione tecnica e formazione, Catarina Bairrao Balula e dal capo della tecnologia dell’olio d’oliva e Dipartimento Ambiente, Pablo Morello.

L’Itpgrfa era rappresentato da Álvaro Toledo, il Vice Segretario, e Daniele Manzella, il Direttore Tecnico.

In apertura, foto di Olio Officina©

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.