Gea Terra

Xylella, prosegue la ricerca con il progetto Biovexo

Biocontrol of Xylella and its vector in Olive Trees for Integrated Pest Management è l’iniziativa sostenuta dal programma di ricerca Horizon 2020, con l’importante e ambizioso obiettivo di fornire delle soluzioni mirate al batterio. L’International Olive Council, Coi, ha partecipato all’evento per raccogliere informazioni in merito agli sviluppi e ai progressi scientifici finora raggiunti, così da poter adottare nuove strategie alla luce dei bisogni degli olivicoltori

Olio Officina

Xylella, prosegue la ricerca con il progetto Biovexo

Il Coi ha partecipato all’evento con l’obiettivo di raccogliere informazioni dirette sui bisogni del settore e sui progressi scientifici. Pablo Morello, Capo del Dipartimento Olio d’Oliva e Ambiente, ha sottolineato l’importanza che il Consiglio attribuisce alle iniziative per combattere la Xylella fastidiosa , uno dei problemi fitosanitari oggi più importanti e che sta colpendo drammaticamente un’importante area del sud Italia e minacciando l’olivicoltura in tutto il mondo.

Biovexo, Biocontrol of Xylella and its vector in Olive Trees for Integrated Pest Management, ​​è un progetto sostenuto dal programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell’Unione Europea che mira a produrre e testare biopesticidi innovativi in contrasto alla Xylella fastidiosa e ai suoi vettori.

Per ulteriori informazioni è possibile accedere al sito cliccando QUI.

I trattamenti avranno un approccio curativo e preventivo.

Saranno testate sei soluzioni di biocontrollo candidate: due ceppi batterici, un metabolita microbico, due estratti vegetali e un fungo entomopatogeno.

Dopo aver convalidato questi biopesticidi sul campo, su piccola scala, le formulazioni saranno migliorate e saranno successivamente prodotti i biopesticidi risultati più efficaci.

Dopo aver presentato i biopesticidi e discusso sulla loro applicazione, su quanto ci si aspetti e come occorre intervenire, è seguita una tavola rotonda dove agricoltori e rappresentanti delle associazioni hanno potuto condividere le loro esperienze, affrontando i temi di maggiore preoccupazione.

I forum Biovexo vengono organizzati ogni anno in una diversa città europea.

L’obiettivo è valutare le esigenze degli agricoltori locali e di altre parti interessate nella lotta contro la Xyllella fastidiosa e adattare gli ultimi progressi scientifici alle loro aspettative.

Il Forum Biovexo Xylella di quest’anno si è svolto il 20 aprile ad Alicante, in Spagna.

All’evento hanno partecipato molti esperti, tra cui Stephen Webb, coordinatore del progetto Biovexo; Jose Vicente Andreu Marcos, presidente dell’Asaja di Alicante; Blanca Landa del Castillo, dell’Istituto di agricoltura sostenibile, Csic; Ana Cuadrado Galván, dall’impresa comune “Un’ Europa basata sulla bioeconomia circolare”; Antonio Vicent Civera, dell’Institut Valencià d’Investigazioni Agràries; David Cubillo Pérez, della Generalitat Valenciana; Diego Olmo García, di Servei d’Agricultura; Stéphane Compant, dell’Istituto Austriaco di Tecnologia; Pablo Morello Parra, del Coi; Maria Teresa Signes Pont, dell’Universitat d’Alacant; e Bartomeu Deya, del frantoio Can Det.

I dibattiti sono stati presieduti da Jose de la Torre, della società Domca.

In apertura, foto di Olio Officina©

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.