Salute

Non tutti i grassi fanno male

Ne eravamo certi, ma occoorre essere prudenti con le dichirazioni che si leggono di frequente sui giornali. Ora si inizia a parlare anche di una nuova classe di molecole, i FAHFA, ovvero: fatty acid hydroxyl fatty acids. E’ proprio così? Ecco cosa sostiene al riguardo il professor Giovanni Lercker

Olio Officina

Non tutti i grassi fanno male

La notizia la si legge QUI. E’ stata riportata dal periodico Le Scienze, nell’edizione italiana di Scientific American. In un articolo apparso il 13 ottobre scorso, con il titolo Scoperta una nuova categoria di grassi "buoni", si sostiene che i FAHFA sono stati “scoperti originariamente nei topi geneticamente modificati, ma sono prodotti anche dall'organismo umano e un loro riequilibrio potrebbe rappresentare una nuova strada per prevenire il diabete”. E’ così? Lo abbiamo chiesto al professor Giovanni Lercker.

“In generale – ammette Lercker – ho un’avversione immediata per le scoperte sensazionali che rivoluzionano quanto precedentemente noto esisteva. Il motivo è legato al fatto che spesso alcune sperimentazione danno risultati apparentemente buoni e, diverse volte servono a richiamare finanziamenti che necessitano per proseguire. In genere, si tratta di prove, forse anche realmente positive, ma che hanno lo scopo di richiamare l’attenzione delle industrie (farmaceutiche in questo caso) per fini economici. Quando questo studio, affiancato da altri lavori sviluppati da gruppi non collegati operanti in altre nazioni, sarà confermato, allora sì sarà più credibile”.

La foto di apertura è di Luigi Caricato

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter