Salute

Olio addizionato con licopene

Lycolive, drops of life. Ovvero, l’abbinata degli antiossidanti dell’olio da olive con quelli del pomodoro. Un prodotto innovativo, realizzato da un’azienda spagnola. Un efficace alleato della corretta nutrizione per combattere i radicali liberi. Un prodotto ideale per la popolazione scandinava, anglosassone o americana

Alessandra Chinnici

Olio addizionato con licopene

Ai primi di aprile si è svolta a Barcellona Alimentaria. È stata una enorme fiera che ha attirato gente da tutto il mondo. Gente interessata a tutto ciò che ruota intorno agli alimenti e alle bibite.

Curiosando fra i vari stand, sono stata colpita da un prodotto dell'azienda spagnola Vianóleo, che tratta di un olio additivato di licopene. L'ho assaggiato, su dei crostini di pane.

Il licopene è un carotenoide, ovvero un pigmento che si trova nelle cellule vegetali e che serve a proteggere la clorofilla delle piante dalla fotossidazione. In noi, esseri umani, i carotenoidi hanno un ruolo importante nei meccanismi anti-ossidativi, poiché sono capaci di legare ed eliminare i radicali liberi (ROS). Non essendo capaci di sintetizzare i carotenoidi, questi devono necessariamente essere assunti con la dieta.

Il licopene si ritrova in grandi quantità nei pomodori e svolge questo ruolo antiossidante molto importante per il nostro organismo. In parole povere, combatte i radicali liberi.

Questa azienda spagnola ha pensato di estrarre il licopene dai pomodori, triturandoli finemente. Il licopene non è facilmente bio assimilabile, poiché è contenuto all'interno delle cellule vegetali, che a differenza di quelle animali, sono protette da una parete cellulare costituita da vari polisaccaridi difficilmente digeribili e questo può influire enormemente sulla loro accessibilità.

Quindi, nel nostro caso, le cellule del pomodoro, che contengono il licopene, devono essere danneggiate meccanicamente, chimicamente, o mediante il calore, per poter permettere al nostro corpo di assorbire i vari nutrienti. L’azione meccanica, come quando prepariamo un passato di verdura frullando tutto, danneggia le pareti di cellulosa mentre riscaldando avviene la degradazione chimica della pectina e i tessuti si ammorbidiscono.

Nei paesi mediterranei la più sostanziosa fonte di licopene è quindi la classica salsa di pomodoro o passata che viene usata abbondantemente nelle cucine locali.

Per noi italiani l'utilizzo di quest’olio, Lycolive, addizionato con licopene sarebbe utile in caso non mangiassimo salsa o pomodori, ma nei paesi del nord Europa, scandinavi, anglosassoni o americani, dove non è molto diffusa l'abitudine di mangiare tali alimenti, può essere un efficace alleato della corretta nutrizione per combattere i radicali liberi.

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter