Immagini

Caffè all'acqua di cocco

Harmless Harvest's acquista il proprio caffé di montagna e l'acqua dei cocchi da piccole cooperative peruviane. Whole Foods ha così contribuito a diffondere in pochi anni questa gradevole bevanda in ogni stato degli USA

Daniele Tirelli

Caffè all'acqua di cocco

Nel 2009 Douglas Riboud e Justin Guilbert fondarono la Harmless Harvest con la missione di combinare le preferenze dei consumatori dei paesi ricchi con il sostegno ai produttori poveri di altre nazioni. Il tutto si chiama Conscious Capitalism, il principio che ispira anche la grande catena Whole Food, e in maniera più "pelosa", anche imprese Italiane.

I giovani americani di entrambi i generi amano sempre di più l'acqua di cocco per via degli oligo-elementi che apporta e che aiutano a coltivare il mito dell'eterna bellezza. I giovani peruviani che praticano la non piacevole coltura del caffé e gli altri che si dedicano alla raccolta dei cocchi si smazzano la parte meno piacevole.

Dunque Harmless Harvest's acquista il proprio caffé biologico da piccole cooperative San Ignacio di Cajamarca, (Perù) contribuendo ad alleviare lo stato di povertà delle regioni vocate alla produzione di caffé di montagna e allo stesso modo l'acqua dei cocchi. Whole Foods ha contribuito a diffondere in pochi anni questa gradevole bevanda in ogni stato degli USA.

Iscriviti alle
newsletter